Di solito non commento i fatti di cronaca, tanto più se vengono trattati secondo le pessime consuetudini italiane ovvero con una spettacolarizzazione indecente e una costante violazione del segreto istruttorio. Ma questa volta rompo la consuetudine, colpito dal comportamento dei genitori di Yara. In queste ore in cui l’opinione pubblica schiuma rabbia nei confronti del presunto killer Massimo Giuseppe Bossetti, i signori Gambirasio, invitano il parroco a pregare per quell’uomo “perché ne ha bisogno più di noi” e per sua moglie e per i suoi figli, immaginando la pena di chi scopre il proprio marito e il proprio padre investito […]