Rudolf Stingel, l’artista dei tappeti in mostra a Palazzo Grassi a Venezia

Rudolf Stingel (Merano-Italia 1956)  vive tra la sua città d’origine e New York  ed il suo nome è a chiare lettere tra gli artisti internazionali di punta del panorama d’arte contemporanea. Riservato, schivo, ma deciso e onnivoro di culture che ha assorbito e travasato nel suo modo nuovo di fare arte, trasformando il concetto stesso  di pittura in una sorta di commistione delle arti, quasi presagendo un modo nuovo di poter iniziare a vivere un’epoca neorinascimentale. Ecco allora il grande amore scoppiato tra il collezionista francese Francois Pinault e Stingel , che li vide insieme nella conoscenza  non a New […]

  

Patrizio Giacomelli artista emergente, campione dell’arte new pop, disvela un’ Italia da gratta e vinci.

Intorno a  quel capitolo  aperto da Mimmo Rotella con il suo decollage  mirato ai cartelloni pubblicitari tra la fine degli anni Cinquanta e Sessanta del Novecento  approda il lavoro di questo giovane artista milanese che sorprende non poco perchè ci racconta l’Italia di oggi, entra con la sua arte nel tessuto del vivere quotidiano, riannoda le fila dello sfacelo e della miseria  che avvolge la classe media, proprio perchè l’arte anticipa modi e modelli per poi vivere proposte nuove. Una singolarissima mostra dal titolo “Il linguaggio della nazione” al Plus Florence di Firenze fa luce sul lavoro attualissimo del giovane […]

  

Ruby Sterling, il fuoriclasse antiborghese di Los Angeles in mostra a Roma in due sedi di rilievo

ll trentasettenne Ruby Sterling  artista di Los Angeles (vive e lavora a Los Angeles anche se è nato a Bitburg in Germania nel 1972), con una carriera iniziata circa dieci anni fa come assistente del celebre Mike Kelley, è presente a Roma, per la prima volta,  con due mostre personali. La prima al Macro Testaccio ove presenta un’unica grande, anzi grandissima, installazione-scultura composta di un insieme di pezzi che altro non sono che grandi cuscini.  Ha per titolo “Soft work” e vive come critica al consumismo americano; era già stata ospitata a Ginevra fra febbraio e aprile 2012,  a Reims  tra […]

  

La bellezza dell’erotismo nelle polaroid di Carlo Mollino

L’eccellenza della fotografia, scatti d’autore capaci di sorprendere tutti, immagini costruite dove il corpo diventa l’oggetto del desiderio, polaroid che illuminano come un “teatrino di mezzanotte” la villa in collina a Torino abitata da Carlo Mollino(1905- 1973),uno dei più geniali architetti del nostro secolo, ma anche designer, ingegnere, pilota di aeroplani e auto da corsa, scrittore e fotografo. Personaggio unico, figlio di un’epoca di scoperte e della Torino bene, che nei primi anni Sessanta in Svizzera, dove teneva il suo aereo, acquistò una polaroid dando inizio a quella formidabile avventura, più che hobby, in cui mise in piedi una enciclopedia […]

  

Le perle d’arte di Spagna-Bellora donate al Museo del Novecento

Il gallerista Gianfranco Bellora(Trecate 1930- Milano 1999) ha aperto e diretto  a Milano nel 1969 prima lo Studio Santandrea, poi dall’86 il Centro Culturale Bellora, ovvero Studio Bellora, in Via Borgonuovo insieme alla moglie Anna Spagna, nobildonna e artista ella stessa con studio in Via Maroncelli, di cui  mi sono occupato più volte della sua arte di ricerca e neoavanguardia. Ma Bellora è stato anche uno degli ultimi galleristi storici di Milano e l’ultima mostra che fece nella galleria di Via Borgonuovo fu quella di Giorgio Milani, piacentino, e volle che nel catalogo che accompagnava l’esposizione ci fosse un mio […]

  

La piccola e preziosissima collezione Zavattini in mostra alla Pinacoteca di Brera

Anche sul modo di fare collezionismo c’è molto da imparare. Ne è stato un esempio Cesare Zavattini (1902-1989)intellettuale e sceneggiatore-regista di chiara fama, anche anima forte con De Sica del neorealismo italiano(vedi Ladri di biciclette), il quale ha speso una vita a raccogliere i suoi piccoli e preziosi “autoritratti minimi”, in formato 8×10, commissionati a centinaia di artisti di significativo valore storico e che sono rappresentativi della scena artistica fra gli anni ’40 e ’70 del Novecento. Prova di immagine e specchio per tanti industrialotti che pensano di sfrecciare su Bmv e tenere in casa squallide stampe rimediate in qualche […]

  

La Cultura in Italia, di questi tempi, è morta.

 Le statistiche europee(Eurostat) non portano buone notizie per  la nostra nazione.E questo non soltanto sul fronte economico. La cultura in Italia è morta. Esprimono bene ciò  le installazioni dell’artista Alicia Martin, la cultura viene gettata fuori dalle finestre, è diventata monnezza.  L’Italia  che è prima al mondo per patrimoni  e monumenti artistici, è l’ultima fra i 27 paesi dell’Unione Europea per la percentuale di spesa pubblica destinata alla cultura,ovvero l’1,1% del prodotto interno lordo, ben sapendo che la media dell’Unione Europea è del 2,2. C’ è solo la  Grecia dietro di noi, e il nostro paese è al penultimo posto […]

  

Le opere dell’americano Mike Kelley,frutto dell’artista ribelle nauseato dalla borghesia

Gli artisti sono sempre il termometro della società,parola di critico. Poco più di un anno fa veniva trovato suicida Mike Kelley(1954-2012) nella sua casa di Los Angeles, a seguito di una depressione   nella quale l’artista era rimasto intrappolato. Dopo  la morte non solo c’è stata una riscoperta del suo lavoro  come la grande retrospettiva con 200 lavori  che ho potuto vedere allo Stedelijk Museum di Amsterdam in cui si raccontavano trent’anni di carriera dell’artista americano,ma oggi all’Hangar Bicocca (via Chiese 2) di Milano  ecco le opere più pensate e frutto del suo disagio. Anzitutto, per l’accesso alla prima opera (A […]

  

Il Sultano Recep Tayyip Erdogan boccia e reprime l’arte, la cultura e la libertà.

Le recenti notizie della sommossa e delle proteste ancora in corso  a Istanbul in cui abbiamo avuto 5 morti e oltre cinquemila feriti ha  riportato all’attenzione del mondo i cambiamenti in atto in quella che era, dico era, la laica Turchia. Altro che primavera turca! Proteste e cultura negata, e proteste che hanno trovato la scintilla nella difesa dalle ruspe del Parco Gezi (per farci una moschea) a due passi dalla Piazza Taksim, trasformandosi poi, al di là dei ceti sociali e dell’ideologia politica, in una difesa a oltranza della democrazia che ormai sta scivolando verso l’islamizzazione. Ne è un […]

  

Roberta Savelli tra esercizi di matematica e poesia dell’universo

Con un titolo un po’ emblematico attinto dal linguaggio giornaliero del mondo studentesco, e per di più  da memorie scolastiche dove spesso la matematica è stata sedimentata come materia  graffiante,ecco che Roberta Savelli (Milano 1969)  riandando alle sue esperienze ben catalogate, trova misterioso imprimere a un capitolo del suo percorso pittorico, quel cenno alla matematica, anzi agli “esercizi di matematica” che ogni alunno si porta nell’inconscio fino a tarda età. Non paia fuor di luogo questo legame visto che l’arte negli ultimi trent’anni ha intessuto legami con la scienza, con la natura, con il teatro, con la danza, con la […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2018