L’America di Paolo Paradiso alla Ponterosso di Milano. Grandi teleri dipinti di un grande maestro della neofigurazione italiana artefice di un estremo realismo più vero del vero.

A camminare in Via Brera in questi giorni, ti trovi catapultato in America. Vi capiterà se mettete piede alla Galleria Ponte Rosso in Via Brera 2 per la visita della mostra dell’artista milanese Paolo Paradiso dal titolo “X. TRA. ORDINARY PLACES”. Sono esposti venticinque nuovi dipinti (alcuni di grande formato) ispirati all’America degli anni Cinquanta del Novecento (dedicati in particolare a New York e Chicago) tutti realizzati dall’artista in quest’ultimo periodo. Vi sentirete come ubriacati dal colore e dal senso di cos’è una vera e grande città. Diceva Oscar Wilde: “Forse, dopo tutto, l’America non è mai stata scoperta. Io […]

  

“Il ribelle gentile. La vera storia di Piero Manzoni”. Il libro assolto è uno schiaffo agli eredi.

Mentre a Palazzo Reale a Milano si apre la mostra di Piero Manzoni(Soncino 1933- Milano 1963), il geniaccio incompreso del Novecento, anzi l’artista meglio conosciuto come quello della “merda” in scatola, o anche degli “Achrome”, si è conclusa la causa intentata dalla Fondazione Manzoni che aveva chiesto al Tribunale di Milano il sequestro del libro “Il ribelle gentile. La vera storia di Piero Manzoni”. Il libro che è stato scritto da Dario Biagi, nipote dell’illustre Enzo Biagi, e pubblicato da Stampa Alternativa, è così stato assolto in quanto non diffamatorio nei confronti degli eredi e può quindi rimanere liberamente in […]

  

Gino Luggi con l’arte ricostruisce l’universo. Artista del movimento Madì, lavora su forme in tensione, eleganti e in libertà, capaci di interagire con l’infinito, con nuovi mondi.

Gino Luggi (Bisenti-Teramo 1935) è un artista al di fuori della mischia, appartiene cioè a un manipolo nutrito di artisti che in tutto il mondo si sono votati al “Madì”. Madì (Materialismo dialettico) vuol dire costruire, fare l’arte senza significarla, ne basta l’estetica, il gioco della bellezza, al di fuori di geometrie contornate, di significanti filosofie. Dagli anni Novanta ormai si sono formati i gruppi madì in Belgio, Italia, Ungheria, Francia, e Stati Uniti, anche se il movimento è nato ufficialmente nell’istituto francese di Buenos Aires nel 1946, ad opera di Arden Quin. Luggi si è portato fin dagli anni […]

  

Fortunato Depero, un futurista ancor più futurista. Ad Aosta presso il Museo Archeologico Nazionale una grande mostra con 100 opere di un artista che osò troppo.

                                                                   Mostra da mettere in calendario e da non perdere. Organizzata dall’Assessorato Istruzione e Cultura della Regione autonoma Valle d’Aosta in collaborazione con il Mart di Rovereto che ha assicurato il prestito di una serie particolarmente significativa di opere, alcune mai esposte prima d’ora, che spaziano dal 1910 alla fine degli anni Quaranta, al Museo Archeologico Nazionale l’esposizione “Universo Depero”. Con questa mostra l’artista vive una luce nuova, come confermano i tanti eventi internazionali che lo coinvolgono tra cui  “Depero y la reconstruccion futurista del universo” che è stata proposta ad inizio 2014 a La Pedrera di […]

  

Il fotografo Leland Bobbè immortala in fotografia alcune Drag Queen di New York. E’ una vera e propria provocazione sociale di questo geniaccio dello scatto che legge i grandi traumi del nostro tempo.

Nel mondo dell’arte si fa un gran parlare del fotografo newyorkese Leland Bobbè ancora poco conosciuto in Italia, se non dagli esperti del settore; un geniaccio dell’arte che io stesso ho avuto modo di conoscere, un artista del nostro tempo con trent’anni di esperienza alle spalle. D’altronde sono ormai tanti i capitoli del suo lucido lavoro, ma uno mi pare maggiormente in sintonia con il nostro tempo. Mi riferisco al photo project “Half-Drag … A Different Kind of Beauty”, incentrato sul tema del cambio di sesso, che ha portato all’artista numerosi premi e partecipazioni a mostre, suscitando curiosità e interesse […]

  

Sulla Cultura l’Italia è in caduta libera. E’ la spietata denuncia di Federculture.

                             La partecipazione culturale nella nostra nazione è in calo, si attesta all’8% (quella Ue è al 18% e la Svezia al 43%). E’ così in un paese come l’Italia dove in cultura non si investe affatto, nonostante abbiamo 12 mila biblioteche (il 57% degli italiani non legge nemmeno un libro all’anno) 3609 musei(tre volte la Francia), 5 mila siti culturali, 46 mila beni architettonici vincolati, 34 mila luoghi di spettacolo. Risorse zero per il Ministero dei Beni Culturali, specie adesso che abbiamo Franceschini Ministro, d’altronde in dieci anni le risorse ministeriali hanno perso un miliardo. Pensate che quella che si […]

  

La Madonna del Latte di Ambrogio Lorenzetti esposta a Siena. Un capolavoro trecentesco di sacralità umanizzata. L’esposizione prorogata fino a ottobre 2014.

Emozionante la visione, stupore per le code vistose  e curiose di ritrovarsi dinanzi all’ esposizione della Madonna del Latte dipinta da Ambrogio Lorenzetti. Il prezioso dipinto, proveniente dal Museo Diocesano di Arte Sacra di Siena, è ospitato eccezionalmente nei locali attigui alla Cripta sotto il Duomo di Siena e ha già visto, in poco meno di due mesi, la presenza di circa ventimila visitatori. Si tratta di un capolavoro della pittura italiana ed europea del Trecento, esempio insigne di Virgo lactans, di maternità, dove per la resa dei sentimenti e dello scavo umano è ormai considerato opera “unica” nel Trecento […]

  

Giorgio de Chirico, eccellenza italiana, in una mostra a Londra di grande suggestione. Con lui rivive il mito, il mistero e la scultura metafisica.

Grande personalità quella di Giorgio de Chirico (Volo-Grecia 1888 – Roma 1978) che a Parigi con Apollinaire, Jacobs e Picasso ha vissuto la svolta avanguardista, e poi a Monaco il vagheggiamento dell’antichità ellenica e una certa influenza filosofica attinta nelle opere di Nietzsche e soprattutto in quell’Ecce Homo, dove era stata evocata l’intensa suggestione delle città italiane nella luce silente dei pomeriggi autunnali. A Londra l’opera visionaria di Giorgio de Chirico (1888-1978) è in mostra alla Estorick Collection of Modern Italian Art con il titolo“GIORGIO DE CHIRICO. Myth and Mystery”. L’inquietante  immaginario “metafisico” di De Chirico  con le sue prospettive […]

  

Andrea Boyer, pittore e fotografo milanese, ritorna alla fotografia con una mostra di raffinata professionalità. In ogni scatto luce e tempo raccontano l’esistenza.

Di mostre su Andrea Boyer Milano,1956) pittore ne abbiamo recensite varie, specie quando ha esposto con cadenze mirate alla Compagnia del Disegno presentato da Giovanni Testori. Ma Boyer non ha solo la pittura per amante, anche la fotografia ha catturato da sempre la sua sensibilità. Ora con il titolo “La luce del tempo” fa vivere una bellissima mostra di fotografia, che è come la parte gemella della pittura, alla RB contemporary in Foro Buonaparte a Milano. La luce è il suo pennello fotografico, con essa ritaglia i soggetti prescelti e li rende più vivi che mai. La fotografia con Boyer […]

  

La lezione di Francesco Pignatelli, fotografo e artista che ha reso protagonista il mondo vegetale, il bosco, l’ignoto. Un artista italiano già scelto e presente a Mosca per i Giochi Olimpici di Sochi.

Nicoletta Rusconi Art Projects di Milano ha ordinato la partecipazione del fotografo e artista italiano Francesco Pignatelli alla prestigiosa mostra internazionale “A Season of Triumphs” che è stata aperta al Central Exhibition Hall Moscow Manege di Mosca in occasione dei XXII Giochi Olimpici Invernali di Sochi. Il Moscow Manege, sede della mostra, è un importante edificio storico nel centro di Mosca ed è tutt’ora sede di mostre prestigiose. Ricorrendo quest’anno il 100esimo anniversario dell’adozione ufficiale della bandiera olimpica, Francesco Pignatelli è stato scelto, insieme ad altri quattro artisti di fama internazionale, per realizzare un’opera ispirata a uno dei 5 elementi […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2018