Helidon Xhixha lo scultore che modella la luce. Le Gallerie Degli Uffizi aprono la mostra nel Giardino di Boboli a Firenze.

IMG_5593boboli-730x490xhixha-tiranascultore

L’ estate  fiorentina  offre al pubblico internazionale dei suoi musei una importante mostra monografica dedicata all’artista contemporaneo Helidon Xhixha, visitabile fino al 29 ottobre 2017. Allestita nello splendido scenario del Giardino di Boboli, la mostra, dal titolo “In Ordine Sparso”, cerca di esplorare i concetti di caos e ordine attraverso un’ambiziosa serie di imponenti sculture ed installazioni. Durante la sua carriera, Xhixha ha sviluppato uno stile iconico di scultura, attraverso la manipolazione di acciaio inox riflettente, un materiale che si configura quale elemento chiave dell’artista, trasformandolo in una serie di oggetti astratti che rivelano la loro imponente maestosità e bellezza. […]

  

Michael Rögler e il colore. Opere dagli anni Sessanta a oggi in mostra a Milano da Progettoarte elm.

IMG_0991Rid_091726IMG_4323_K713rid_094223

È questa la prima mostra che Progettoarte elm- Milano dedica all’artista tedesco Michael Rögler (Mainz 1940). La rassegna presenta circa venti opere che coprono tutto il suo percorso con una particolare focalizzazione tra gli anni Settanta e Novanta del ‘900. Il suo è un cammino complesso, segnato dallo studio e dalla conoscenza della storia dell’arte. La sua partenza dal colore tra la fine dei Cinquanta e l’inizio dei Sessanta, si attenua nel momento in cui si avvicina alle esperienze del gruppo Zero, alla metà dei Sessanta. Ma presto l’interesse nei confronti del colore e delle sue espressioni torna portante nella sua […]

  

In Asta 350 opere di Arte Moderna e Contemporanea: Picasso, Warhol e i grandi del ‘900 italiano, a Milano al Centro Svizzero.

rev168997(1)

Il dipartimento di Arte Moderna e Contemporanea ritorna nel capoluogo lombardo con un catalogo attentamente selezionato che spazia dal primo Novecento al contemporaneo, passando per le correnti degli anni Cinquanta e Sessanta, la Pop Art italiana, e alcune opere di rilievo internazionale. Questa vendita giunge dopo la mostra “Omaggio al colore” che il dipartimento ha curato e presentato nelle sedi di Roma prima e Firenze poi. Evento inconsueto per una Casa d’Aste, la mostra è stata accolta in entrambe le città con grande favore e interesse, sentimenti che si sono concretizzati nella felice e costante affluenza di un pubblico numeroso, […]

  

Tobia Bezzola nuovo direttore del Museo d’Arte della Svizzera Italiana.

tobia%20-bezzola-2

Il nuovo direttore del MASI-Museo d’Arte della Svizzera Italiana sarà Tobia Bezzola. Entrerà in carica dal 2018. Lo dico a cuore aperto, bellissima figura. Ad annunciarlo, il Consiglio di Fondazione del Museo che lo ha nominato all’unanimità, sentito il parere della Commissione Scientifica del museo che aveva condotto il processo di selezione. Quasi ottanta le candidature arrivate in seguito all’apertura del concorso internazionale, con una altissima percentuale di curricula provenienti dall’estero. Il più idoneo è stato Bezzola, assistente di Harald Szeeman e responsabile di numerosi progetti espositivi, in particolare al Kunsthaus di Zurigo, con mostre su Paul Gaugin, Pablo Picasso, […]

  

Love. A Milano arte e amore in mostra alla Permanente.

7121-771807121-771677121-771787121-771767121-771737121-77183

                                               Il fascino dell’amore. L’amore che tiene in vita. Su questo tema che impregna da sempre il mondo, gli artisti e l’arte, ecco al Palazzo della Permanente a Milano (via Turati 47) l’arte contemporanea messa in mostra con “Love”, a cura di Danilo Eccher, fino al 23 luglio 2017. Dicevamo che il tema dell’amore ha sempre affascinato e avvolto l’essere umano e le sue arti. Tutto ciò fin da quando la donna sepolta ad Ostuni 38 mila anni fa in una grotta, luogo  che è stato casa, chiesa e sepolcro, è stata ornata di collane di conchiglie; poi il tema […]

  

Baschenis a Bergamo per il 400° anniversario della nascita.

index2index1index3index4index5index6

A distanza di dieci anni, la Fondazione Credito Bergamasco torna quindi sul Baschenis con un progetto più ambizioso e articolato, celebrandone in anticipo il 400° anniversario della nascita, che ricorre nel 2017.Questa volta sono state radunate ben 18 opere dell’autore, tutte provenienti da collezioni private. Tra queste testimonianze figurative spicca il celeberrimo Trittico Agliardi, forse l’opera di Baschenis più monumentale, costituita da tre tele affiancate una all’altra, in cui il pittore si è autoritratto mentre suona la spinetta. Il Trittico occuperà una posizione da solista, all’interno del percorso espositivo, con un allestimento realizzato ad hoc sul Loggiato di Palazzo Creberg. Il Trittico è stato eseguito intorno al […]

  

L’Annunciazione di Guido Reni e la magnificente bellezza. Capolavori da Ascoli Piceno ora in mostra a Nicosia in Sicilia.

64319-unnamed-2

Dalla Pinacoteca Civica di Ascoli Piceno, dopo essere stata a Montréal e New York, l’Annunciazione dipinta da Guido Reni arriva per la prima volta in Sicilia a Nicosia. Un capolavoro assoluto dell’arte del Seicento, “da tutti i virtuosi ammirata per una delle più belle, se non la più bella delle sue bellissime dipinture” – come attestano le fonti antiche – approda nel cuore della Sicilia e diventa “testimonial” del patrimonio artistico marchigiano colpito dal sisma con la mostra “Guido Reni e la magnificente bellezza. Capolavori da Ascoli Piceno”, promossa dal Comune di Nicosia, insieme alla Pro Loco, alla Confcommercio, alla […]

  

Giorgione e le stagioni del sentimento tra Venezia e Roma nel ‘500, in mostra nella capitale sia a Palazzo Venezia che a Castel Sant’Angelo.

?????????????????????????????????????????????????????????????????????????64583-01-202-e1496311800365

“Labirinti del cuore. Giorgione e le stagioni del sentimento tra Venezia e Roma” è una mostra romana, aperta fino al 17 settembre 2017, costruita intorno ad un capolavoro di Giorgione “ I due amici”; un doppio ritratto ormai da tempo considerato da gran parte della critica come uno dei capisaldi del maestro di Castelfranco, ma ancora poco noto rispetto alla sua straordinaria rilevanza, come punto di svolta epocale nella ritrattistica italiana del primo Cinquecento. Rispetto ai precedenti, non solo veneti, si contraddistingue infatti per un’inedita sintesi di elementi che ne fanno l’archetipo di una nuova idea del ritratto, che intende sottolineare lo […]

  

Pirelli in 100 immagini. La bellezza, l’innovazione, la produzione, in mostra a Settimo Torinese.

pirelli-calendar-2006--mert-alas-e-marcus-piggot--gisele-bundchen__largemostra-pirelli-Cindy-Crawford-Herb-Ritts-535x700pirelli-calendar-1997--richard-avedon-monica-bellucci__largepirelli-calendar-1999--herb-ritts--alek-wek__large_MG_8662_MG_8689_MG_8722

La Biblioteca Archimede di Settimo Torinese ha ospitato  la mostra “Pirelli in cento immagini. La bellezza, l’innovazione, la produzione”.  Ed è quindi mia cura non lasciar passare inosservata una mostra di grandissimo impegno volta a significare la storia dell’industria italiana, a significare le famiglie degli industriali che hanno fatto relazionare pragmaticità e idealità, industria e bellezza.  L’esposizione – curata dalla Fondazione Pirelli – è  stata promossa e organizzata dal Comune di Settimo Torinese con il contributo di Pirelli e della Fondazione ECM (Esperienze di Cultura Metropolitana) e ha ricevuto il patrocinio della Regione Piemonte, oltre che della Città Metropolitana di Torino. […]

  

E’ nata Basezero (con sede a Saronno) una nuova asta per i collezionisti italiani di arte contemporanea.

Francesco Stefano Alessandroi tre di basezeroi tre ed il gongMarisa_Settembrini-Sguardi_2-Tecnica_mista_su_tela-cm.30x30-2007-e1494453515539Marisa_Settembrini-Sguardi_4-Tecnica_mista_su_tela-cm.30x30-2007-e1494453564806171 MODULI SOMMERSI cm 20 x 20 -2016 TM(2)104 MODULI SOMMERSI  BLU cm 50x46,7x10 -2015 (2)moiana

Eppure qualcosa si muove nel mercato dell’arte, eccome si muove.  E’ nata la Casa d’Aste con nome Basezero  che ha  sede a Saronno, ma  con una caratteristica che ha sorpreso tutti, e cioè che si pone come casa d’aste itinerante, o meglio non porta il pubblico nella propria sede a Saronno, ma invita i collezionisti in location  sempre nuove e movimentate. Il nome Basezero  deriva dal fatto che le opere, ogni singola opera, va in asta con base zero ovvero partendo da zero, sono poi i collezionisti che   faranno lievitare il prezzo e l’aggiudicazione. Uno smacco, ve lo dico a […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2020