Robert Doisneau, il pescatore di immagini. 70 scatti di uno dei più importanti fotografi del Novecento.

01 – Robert Doisneau01_LeBaiserLos panecillos de Picasso, 195208 – Robert Doisneau02 - Robert Doisneau

Lo storico palazzo del XII secolo, posto nel cuore della città di Pavia, ospita, fino al 28 gennaio 2018,  una mostra di Robert Doisneau (Gentilly, 14 aprile 1912 – Montrouge, 1 aprile 1994), uno dei fotografi più importanti e celebrati dell’intero Novecento. La rassegna, dal titolo Pescatore d’immagini, curata dall’Atelier Robert Doisneau – Francine Deroudille ed Annette Doisneau – in collaborazione con il Professor Piero Pozzi, prodotta e realizzata da Di Chroma Photography e ViDi – Visit Different, in collaborazione con la Fondazione Teatro Fraschini e il Comune di Pavia – Settore Cultura presenta 70 immagini in bianco e nero che ripercorrono l’universo creativo del […]

  

I Polittici di Hans Hartung in mostra alla Galleria Nazionale dell’Umbria di Perugia. Le radici del segno nelle grandi opere dell’astrattista europeo.

Hans-Hartung-1000x58004 - Hans Hartung06 - Hans Hartung09 - Hans Hartung08 – Hans Hartung03c - Hans Hartung

E’ aperta fino al 7 gennaio 2018, alla Galleria Nazionale dell’Umbria di Perugia  la mostra che celebra HANS HARTUNG (Lipsia, 1904 – Antibes, 1989), una delle figure di spicco dell’astrattismo europeo del Novecento. Vi assicuro che è una delle più belle e interessanti mostre dell’anno, da non tralasciare assolutamente.   La rassegna, curata da Marco Pierini, direttore della Galleria Nazionale dell’Umbria, organizzata in collaborazione con la Fondation Hartung-Bergman di Antibes, presenta 40 lavori su carta e 16 dipinti di grandi dimensioni, realizzati tra 1961 e 1988 (sei dei quali mai esposti prima) e a Perugia mostrati per la prima volta […]

  

L’arte di Mounir Fatmi mostra il dialogo fra religione, scienza e le ambivalenze del linguaggio. A Milano le sue installazioni raccontano il potere ingannevole di certa cultura.

mounir01 - mounir fatmi01b - mounir fatmi03 - mounir fatmi02 - mounir fatmi04 - mounir fatmi

La galleria Officine dell’Immagine di Milano ha inaugurato  la nuova sede di via Carlo Vittadini 11, ospitando la più ampia personale mai realizzata in Italia di Mounir Fatmi (Tangeri, Marocco, 1970), ed aperta fino al 7 gennaio. Molto noto a livello internazionale, Mounir Fatmi è tra i protagonisti dell’attuale Biennale di Venezia con una doppia partecipazione al Padiglione Tunisino, all’interno della mostra “The Absence of Paths”, e al NSK State Pavilion. Chiamato a esporre in prestigiosi musei come il Centre Georges Pompidou, il Brooklyn Museum, il Victoria & Albert Museum, il Mori Art Museum di Tokyo, o il MAXXI di […]

  

Willy Virginer, lo scultore che mette sul piedistallo la bellezza e la natura. Approda a Monza un campione della scultura contemporanea.

Where has the Stockbroker gone, 2015, lindenwood, arcryl color, aluminum leaf, iron, 270x93x64cmIMG_4422-1-590x590busto-2-1-489x59022310340_894577590710737_5936535014645386109_nimage (56)Ciu ria de fo ies, 2017, lindenwood, acryl color, 190x65x46cm (dettail) (4)22382293_894414664060363_4884059337791101427_o

Finalmente, dico finalmente. Ecco una mostra  fuori da tutti gli schemi dei “mostrifici”. Una mostra vera, sapiente, educativa, forte, etica, esteticamente bella. E’ la mostra con opere recenti di  Willy Verginer. Uno scultore tutto d’un pezzo, che sorvola  formalità e glorie. Uno scultore come ormai non se ne vedono più in giro da anni. Una volta c’era la storica galleria di Ada  Zunino a Milano, la regina della scultura italiana,  che proponeva il meglio della scultura italiana ed estera. Poi più nulla. E adesso torna a Monza tre anni dopo la personale al Mac di Lissone e la trasferta americana alla […]

  

Il Museo dei Falsi a Vienna. Qui ci sono capolavori perfetti spacciati per veri. 3500 opere dei più grandi falsari del mondo, che hanno tratto in inganno esperti famosi.

HWMuseum

Sono tanti  i Picasso che mi escono dagli occhi, per non parlare  di  Renoir. E così pure  i Rembrandt. E tanti altri nomi, compreso gli italiani.  Ma  attenzione perché le opere che sto osservando da vicino  e sono proprio tante,  si trovano in un piccolo museo di Vienna, nel totale   ben 3.500 opere, talune di fama mondiale, altre di valore inestimabile. L’unico problema è che sono tutte contraffatte, proprio così. Perché questo che sto visitando -scrivo in diretta- è il “Museo dei Falsi (Falschermuseum 1030, Löwengasse 28,Vienna, Mar – Dom: 10:00 – 17:00)” a Vienna, nato nel 2005 per celebrare […]

  

Vilipendio al Tricolore. Il Museion di Bolzano e l’artista Filippo Berta denunciati in Procura per vilipendio alla bandiera italiana. Uno sfregio all’identità nazionale.

00_Titoloqualcuno-pensi-bandiera-esposto-contro-opera-berta-museion

Nell’arte contemporanea ci sono artisti, anzi sedicenti artisti,  che si danno delle arie solo perchè sbeffeggiano in modo improprio  miti e santi, per non dire Cristo e la Bandiera della propria patria. In realtà i lavori di questi non hanno nulla a che fare con l’arte vera. Beh, qualche nome che mi viene subito in mente per il passato, Giuseppe Veneziano che giocherella con Cristo in Croce e la  Santissima Vergine Maria e arrivò persino a realizzare il ritratto di Oriana Fallaci decapitata dall’Islam. Cose oscene per non dire pessime; niente arte. Adesso è la volta  di un certo Filippo […]

  

Roberto Rosso, campione ed eccellenza della fotografia italiana, è titolare della cattedra di Fotografia e direttore della Scuola di Nuove Tecnologie dell’Arte dell’Accademia di Belle Arti di Brera di Milano. Un’intervista mette a fuoco il suo cammino.

MONTECARLOLUSSEMBURGOVATICANOORIGINEmartinibicchieri_5

Si   fa un gran parlare di questi tempi della fotografia, delle potenzialità nuove che essa ha avuto e manifestato nell’ambito delle arti contemporanee, e degli sviluppi futuri che essa comporterà nel quotidiano, nel sociale, nei media, nella pubblicità, ecc. A lui abbiamo rivolto alcune domande che paiono bene interpretare il ruolo nuovo della fotografia oggi nel campo delle arti, non solo,  e le aspettative del pubblico rispetto alla domanda che si alloga  e ne movimenta la tracciabilità. Un secolo di fotografia, e soprattutto il quadro della fotografia nel nostro tempo. Professore che cosa si intende per  fotografia sostenibile, visto che […]

  

A Roma, al via la demolizione del villino storico. Inutili gli appelli. Una vergogna tutta italiana.

villino-roma-coppede

In realtà io l’ho scoperto da tempo. E lo vado scrivendo da tempo il fatto che di cultura in Italia ne vedo ormai poca, se ne vede ormai poca.  Tutti scrivono libri, anche la mia portinaia, barbieri, cronisti, salumai, persino dei cosiddetti manager della cultura che non hanno neppure un titolo di scuola media suoperiore, cantanti e  impresari delle pompe funebri; tutti saputi e onniscienti; tutti artisti e critici; tutti poeti del più languido romanticismo; tutti opinionisti;  tutti  ad iniziare dal Ministro Franceschini pensano di essere i “migliori”, il realtà il Migliore lo abbiamo già avuto nella storia. Mi fermo […]

  

La Raccolta INGEGNOLI. Storia di una passione e di una collezione d’arte a Milano.

01 - Gerolamo Induno05 - Giovanni Fattori??????????????????????03 - Telemaco Signorini02 - Vincenzo Irolli10 - Angelo Morbelli06 - Giovanni Boldini11 - Ernesto Bazzaro

Una mostra deve essere anche educativa. Questa di cui ci aggiungiamo a scrivere lo è, per via di una sorta di educazione al bello, al gusto, una vera e propria lezione di storia dell’arte per chi ha manifestato il bisogno di mettere  in piedi e crearsi una collezione. L’esposizione in questione ripercorre le tappe che hanno portato alla nascita e allo sviluppo della celebre collezione milanese, attraverso una selezione di dipinti di autori dell’Ottocento italiano, tra cui Giovanni Boldini, Giovanni Fattori, Domenico e Gerolamo Induno, Angelo Morbelli. La storia di una collezione privata si lega con la storia della persona […]

  

“Divina Creatura”. La donna e la moda nelle arti del secondo Ottocento, alla Pinacoteca Cantonale Giovanni Züst di Rancate – Canton Ticino – Svizzera. Una mostra di inaudita bellezza.

divina-creatura-la-donna-e-la-moda-nelle-arti-del-secondo-ot_03-630x1024divina-creatura-la-donna-e-la-moda-nelle-arti-del-secondo-ot_01Giacomo-Grosso_Ritratto-di-Elena-dOrleans-di-Savoia-Aostam-e1508429768214-590x587Giovanni-Boldini_Signora-con-cappello-ed-ombrellinom-382x590Vittorio-Corcos-Ritratto-di-Carolina-Maraini-Sommaruga-1901-olio-su-tela-cm-224-x-130_-Roma-Fondazione-per-Istituto-Svizzero-352x590divina-creatura-la-donna-e-la-moda-nelle-arti-del-secondo-ot_02-1024x1007Giovanni-Battista-Carpanetto_Fiore-di-vita-copym-150x150Domenico-Induno_Donna-allo-specchiom-150x150Vittorio-Corcos_Le-due-colombem-150x150

Sessanta sculture e dipinti assolutamente affascinanti. E, per corredo, una sequenza di ventagli d’autore – dipinti cioè da grandi artisti, spesso i medesimi che ritraevano le “belle Signore” – e un nucleo di preziosi abiti d’epoca. E’ quanto Mariangela Agliati Ruggia, Sergio Rebora, Marialuisa Rizzini, con il coordinamento di Alessandra Brambilla e il contributo di diversi studiosi, hanno selezionato da Musei e collezioni private per questa mostra. Con l’obiettivo di ricreare e testimoniare, nelle sale espositive della Pinacoteca Züst, a Rancate nel vicino Ticino, fino al 28 gennaio 2018,  quello che è stato un vero e proprio cambio di paradigma […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2018