Mauro Staccioli alle Terme di Caracalla a Roma. Monumentali sculture che parlano con i luoghi.

80273-11_-_SSABAPRoma_photo_Caricchia_Giovinazzoe37b3c_664957752e5f4c9095fcca320a26dd08~mv2e37b3c_3910761a6399489cac3064f801167153~mv2e37b3c_c14bc9e4bd684de6b4d1db85e17ad51a~mv2e37b3c_145ecce91e1d4d9f92bea9922b3cf60c~mv2e37b3c_8bc2e88db359459d9104413ea32ebe98~mv280107-2_SSABAPRoma_photo_Caricchia_Giovinazzocover7

Le Terme di Caracalla accolgono le sculture monumentali di “Mauro Staccioli. Sensibile ambientale”, la prima grande retrospettiva dedicata all’artista toscano dopo la sua scomparsa all’età di 80 anni lo scorso primo gennaio. Promossa dalla Soprintendenza Speciale di Roma in collaborazione con la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma, l’Archivio Mauro Staccioli e con Electa, la mostra ripercorre le diverse fasi creative dello scultore, la sua ricerca inesausta, la sua volontà di rapporto tra scultura e ambiente.La mostra prorogata fino al 4 novembre 2018, lascia vedere  ventisei opere di Staccioli che si confrontano con i monumentali spazi delle Terme di Caracalla e […]

  

Un Banksy mondiale a Palazzo Medici Riccardi a Firenze. Le sue opere sono l’evoluzione della Pop Art, crocifiggono il potere e vivono di inaudita potenza mediatica.

1920px-banksy_girl_and_heart_balloon_2840632113stevejobs_banksy_rcbanksy-tutto-quello-che-non-sappiamo84039-banskybanksy-nyc-ghetto-4life-2013-1d7hftxdivxxvm.cloudfront.net661665a9-1e8a-4b9b-9b54-77f1e151d289banksy murales-2bimba palloncino banksy murale-2

E’ aperta  fino al 24 febbraio 2019 a Palazzo Medici Riccardi a Firenze   la mostra “BANKSY This is not a photo opportunity”, promossa e prodotta da MetaMorfosi Associazione Culturale, con il patrocinio di Firenze Città Metropolitana il sostegno della Regione Toscana e la collaborazione di Mus.e.  Lasciatemelo dire, è il grande evento artistico dell’anno 2018 in Italia. L’ho percepito dopo aver visto la mostra.  Strano mi direte, ma nessuno lo ha mai visto, nessuno conosce il suo viso, non esistono foto che lo mostrino; eppure BANKSY esiste in maniera dirompente attraverso le sue opere di inaudita potenza etica, evocativa e mediatica. Originario di Bristol, genericamente inquadrato nei […]

  

Ryoichi Kurokawa e i paesaggi digitali. al-jabr (algebra) è la prima mostra italiana dell’artista giapponese alla Galleria Civica di Modena.

25) Ryoichi Kurokawa_Foto credits Nina Lüth12) Ryoichi Kurokawa, lttrans #8, 201811) Ryoichi Kurokawa, lttrans #6, 201810) Ryoichi Kurokawa, lttrans #1, 201823) Ryoichi Kurokawa, unfold.mod, 2016unfold.altunfold.alt 222) Ryoichi Kurokawa, unfold.alt, 20168) Ryoichi Kurokawa, elementum #4, 20189) Ryoichi Kurokawa, elementum #8, 201815) Ryoichi Kurokawa, oscillating continuum, 2013

FONDAZIONE MODENA ARTI VISIVE  presenta al-jabr (algebra), prima mostra personale in un’istituzione Italiana dell’artista giapponese Ryoichi Kurokawa che fino al 24 febbraio 2019 occuperà gli spazi della Galleria Civica di Modena a Palazzo Santa Margherita. A cura di NODE  festival internazionale di musica elettronica e live media che si svolgerà a Modena dal 14 al 17 novembre 2018, l’esposizione raccoglie alcune tra le produzioni recenti più significative di Kurokawa, in un percorso multisensoriale caratterizzato da imponenti opere audiovisive, installazioni, sculture e stampe digitali. Originario di Osaka ma residente a Berlino, Kurokawa descrive i suoi lavori come sculture “time-based”, ovvero un’arte fondata […]

  

I plexiglas di Marco Gastini e il disegno sul vuoto. Una mostra dell’artista torinese alla Galleria Progettoarte-Elm di Milano.

Marco-Gastini-696x480Eraunpolungocomp.0922271988210x200rit.092007

I plexiglas  di Marco Gastini e il disegno sul vuoto.  Una mostra  dell’artista torinese alla Galleria Progettoarte-Elm di Milano. Una piccola e sorprendente antologia di lavori accuratamente scelti; è così che si presenta la personale “Disegnare sul vuoto. I plexiglas di Marco Gastini” alla Galleria Progettoarte-Elm di Milano. Uno spazio questo sempre attento alla scelta di artisti, ovvero   nomi singolari che hanno costruito un percorso di autentica innovazione dell’arte del secondo novecento. La proposizione del nome dell’artista si tiene proprio a pochi giorni dalla morte, perché Marco Gastini  si è spento nella sua Torino, all’età di 80 anni, nel pomeriggio […]

  

“1968. Un Anno”. Al CSAC dell’Università di Parma(Abbazia Valserena) una mostra racconta un anno chiave della storia del Novecento.

094646460-43177d84-6074-40e8-ad41-9e7ba1b02175094645929-0abb57d3-ebfe-4ba5-b29b-56c205505927094646114-05754c30-4a0d-4ad6-a63f-e98620025638094646123-aced244c-0ab8-4959-a310-77ce69693109094646140-0d9bf347-87ef-4432-aff2-af4925441605094646613-f5c1fd1a-dd52-4f8b-8f13-4c72050b6d29094649452-82e1c84f-68d9-4a5d-a640-b570db970f3d29(0)094648292-97d878f4-33d8-40b6-9da1-eb631e1a88e2094650232-0c9ef98d-5354-4929-ad2b-4acc2a142296094649627-f355aa1a-c420-4fa3-92ab-4a0d5edacc2a094646130-9ea5fac1-d03d-4792-a338-a816d9024c7b094647151-e8f08b57-3d1b-426f-bc4c-06b8edfc3f83094647630-d1680f8a-e3f8-41de-8f6b-4286b95aeb86

Aperta allo CSAC – Centro Studi e Archivio della Comunicazione dell’Università di Parma la mostra “1968. Un Anno”, un grande racconto che si concentra, attraverso un taglio rigorosamente sincronico, su un anno chiave della storia del Novecento, restituito attraverso un’indagine all’interno dell’archivio dello CSAC, il cui primo nucleo nasce proprio nel 1968 e che oggi, a cinquant’anni di distanza, vanta una raccolta di oltre 12 milioni di materiali originali nell’ambito della comunicazione visiva e della ricerca artistica e progettuale italiana a partire dai primi decenni del XX secolo. Attraverso idee, utopie, opere, progetti e oggetti datati o correlati all’anno 1968, […]

  

Un omaggio a Giuliano Briganti nella Biblioteca di Santa Maria della Scala a Siena. Il progetto titolato “Dalla maniera alla veduta”, segna il vasto interesse dello Storico dell’Arte.

giuliano-briganti03201417811-8d1513df-c70b-4980-8de7-15e39f7ae835foto 2 Giuliano Briganti La maniera italiana 1961foto 4 Giuliano Briganti Gaspar van Wittel e l'origine della veduta settecenteca 1966 Roma Editore Bozzifoto 5 Giuliano Briganti Pietro da Cortona o della pittura barocca 1962foto 3 Giuliano Briganti I Bamboccianti Pittori della vita quotidiana a Roma nel Seicento 1983Image10Briganti-D_AmicoBriganti-Guttuso_1983

In occasione del centenario della nascita di Giuliano Briganti (1918-2018) il Santa Maria della Scala di Siena, nei locali della Biblioteca Giuliano Briganti,  presenta  un altro progetto espositivo dedicato al grande storico dell’arte dal titolo “Dalla maniera alla veduta. Il percorso di una vita”. Lo scopo dell’esposizione, visitabile fino  a giovedì  13 dicembre,  è quello di presentare, attraverso libri, fotografie ed incisioni, gli argomenti di maggiore interesse dello studioso. Il visitatore avrà la possibilità di ammirare, pertanto, non solo i testi autografi dell’illustrissimo collega  Giuliano Briganti ma anche alcuni libri antichi a lui appartenuti come Le Vite di Giorgio Vasari […]

  

“Bergoglio e Pregiudizio”. Mauro Mazza giornalista di talento narra e accusa in un libro il pontificato discusso di Papa Francesco.

Schermata-2018-03-14-alle-12.03.54mazza-990x742Dlf7j6yVsAAAQh0DmZrZGmW0AE2rlZDnYe0avW4AA9UxBpapalampedusasalvini-copertina-fc_2440771

Mauro Mazza, giornalista di talento  e volto della RAI, scrittore di saggi e romanziere, ha pubblicato in questi giorni un libro dal titolo “Bergoglio e pregiudizio”(Pagine editore, 210 pag.), ove espone   una carrellata di fatti, analisi e opinioni su quello che è stato il primo lustro di regno di papa Francesco al secolo Bergoglio. Ne percorre cinque anni per l’appunto, in quasi duecento pagine. È un libro che si legge tutto  in pochi giorni.  La figura professionale dell’autore – giornalista di razza lo chiama Bisignani- da sola è una garanzia di uno sguardo lucido, competente e appassionato sulle vicende che […]

  

Gli islamici hanno conquistato Londra, lo dice la “Saudi Gazette”, con 423 nuove moschee e 100 tribunali islamici della Shari’a. Ciò deve essere monito e allarme per l’intera Europa in vista delle prossime elezioni europee.

1014682Dph3Q6xUwAE0Rokth1534505021483london-islam1489685719824shariah-250x187

La Saudi Gazette (dietro c’è l’Arabia Saudita) del 10 ottobre 2018  aveva un articolo interessante con questo titolo “Muslim London: 423 new mosques,100 Shariah courts”,  uno scritto da far venire i brividi, alla faccia  di Papa Francesco e del  cerchio magico  che gli ruota attorno, da Parolin a Bassetti fino a Becciu, Galantino  & company. La Gran Bretagna sta piano piano mostrando  un volto decisamente islamico, scriveva il giornale, con centinaia di tribunali della Shari’a che operano nella capitale e molte moschee sparse in molte città. “Londra è più islamica di molti Paesi islamici messi insieme” ha dichiarato Maulana Syed […]

  

Una grande Croce distrutta a Lesbo in Grecia. Un sacrilegio compiuto col sostegno delle Ong che dicono: “offende i migranti”. Silenzio del Papa.

grecia-lesbo-croce1grecia-lesbo-croce3

                                                                                                                            La Croce di Cristo simbolo della Chiesa di Roma e dell’Occidente non è ben vista proprio dai migranti che Papa Francesco dice di accogliere, tanto che nelle sue stantie prediche giornaliere, e in quelle della CEI, ma anche di vescovi e cardinali,  non manca mai di sentir dire di aprire porte, portoni e finestre e di non erigere muri. E invece da quando Salvini le porte le ha chiuse con l’appoggio degli italiani, ad iniziare da me, di immigrati   che sbarcano ne vediamo ben pochi. E allora è meglio essere sovranisti e difendere le nostre radici e la nostra […]

  

Gianfranco Baruchello. Al MATA di Modena il linguaggio multimediale dell’artista italiano, intellettuale di chiara fama, che radiografò la cultura francese.

baruchelloGianfranco Baruchello, Doux comme saveur (A partire dal dolce), 1978 (Cooper)Gianfranco Baruchello, Doux comme saveur (A partire dal dolce), 1978 (Guattari)Gianfranco Baruchello, Doux comme saveur (A partire dal dolce), 1978 (Lascault)Gianfranco Baruchello, Doux comme saveur (A partire dal dolce), 1978 (Klossowsky)Gianfranco Baruchello, Doux comme saveur (A partire dal dolce), 1978 (Lyotard)

E’ stata prorogata fino al 4 novembre 2018 l’apertura al pubblico di Doux comme saveur (A partire dal dolce), videoinstallazione di Gianfranco Baruchello prodotta da FONDAZIONE MODENA ARTI VISIVE e realizzata in collaborazione con il Mart, Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto e la Fondazione Baruchello, Roma. I video che compongono l’installazione, proiettati negli spazi del MATA – Ex Manifattura Tabacchi per la prima volta dopo il recente restauro delle pellicole originali, sono parte di un progetto dell’artista sul sapore dolce, con interviste a filosofi, critici, poeti e artisti della cultura francese. Nel 1978 Baruchello concepisce un progetto che […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2018