Ashish Gupta e Jatin Khandelwal. Il Maestro e l’Allievo: due fotografi indiani. Una mostra che racconta l’India alla Galleria Zanuso di Milano.

Ashish Gupta_A man buries himself under the sand_Juhu beach Mumbai_20-02-2002Ashish Gupta_Devotees participate in Ashadi Ekadashi Trimboli Yatra_ Kolhapur_23-07-2013Jatin Khandelwal_The desert festival_Rajasthan_2019Ashish Gupta_Jyotiba Temple devotees visit to participate in the annual temple festival_Kolhapur_03-03-2013Jatin Khandelwal_Flying boat_Vrindavan_2019Jatin Khandelwal_Evening meal_Spiti_2019Ashish Gupta_Neighbours at Mira Sadan building_Mumbai_ 26062008Ashish Gupta_Bid adieu to Ganesh Idols on the 10th day of Ganpati immersion_Kolhapur_ 18-09-2013Jatin Khandelwal_Circle of Joy_Jejuri_2019Ashish Gupta_A women labour works during a road work in Andheri_Mumbai_08032004

I volti e le sfumature più caratteristiche dell’India contemporanea si riflettono negli scatti presentati dalla Galleria Francesco Zanuso di Milano nell’intensa mostra fotografica “Ashish Gupta, Jatin Khandelwal. Il Maestro e l’Allievo: due fotografi indiani”, a cura di Caterina Corni visitabile fino al 28 novembre 2019 . La rassegna presenta in circa quaranta opere il dialogo tra le immagini del fotoreporter Ashish Gupta, classe 1981, realizzate tra il 2002 e il 2015, e le fotografie tutte scattate quest’anno appositamente per l’esposizione da Jatin Khandelwal, studente della Facoltà di Fotografia della Symbiosis University di Pune, appena ventunenne. Due giovani generazioni a confronto, […]

  

Corrado Cagli tra Folgorazioni e Mutazioni. La mostra di uno dei maggiori protagonisti dell’arte italiana al Museo di Palazzo Cipolla a Roma.

8_C.-Cagli-Inferi-195795403-cagli1_C.-Cagli-Pescatore-193011_C.-Cagli-Buglione-19717_C.-Cagli-Lo-scacciapensieri-1950

Aperta  al pubblico, nei prestigiosi spazi del Museo di Palazzo Cipolla in via del Corso a Roma, la mostra retrospettiva antologica dal titolo “Corrado Cagli. Folgorazioni e Mutazioni”, dedicata alla vasta Opera del Maestro Corrado Cagli. L’esposizione è curata dal collega  Bruno Corà, storico e critico, Presidente della Fondazione Burri, in collaborazione con l’Archivio Cagli, promossa dalla Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale, ed organizzata da Poema S.p.A. con il supporto di Comediarting. La mostra presenta un ampio repertorio di dipinti scelti oltre a un cospicuo corpus di disegni, sculture, bozzetti e costumi teatrali, arazzi e grafiche, per un totale di circa 200 opere provenienti da importanti […]

  

Emilio Isgrò, il poeta delle cancellature.

Codice-ottomano-della-solitudine-copia.Codice-ottomano-delle-tempeste.Giacomo-Puccini-2014-ARCHIVIO.Il-Cristo-cancellatore-1968-installaz.Nebbie-planetarie-2016-copia.

La Fondazione Giorgio Cini presenta una ricca antologica dedicata al grande artista italiano. La mostra è organizzata in collaborazione con Archivio Emilio Isgrò e propone opere dagli anni Sessanta a oggi in un’ambientazione/installazione inedita, che presenta in modo innovativo il lavoro dell’artista messinese. La stagione espositiva della Fondazione Giorgio Cini propone per l’autunno una nuova, importante antologica aperta fino al 24 novembre 2019. L’esposizione si propone come un attraversamento e un’ampia ricognizione nel suo percorso creativo e estetico a partire dagli anni Sessanta a oggi. Una ricca esposizione che si dipana dalle prime cancellature di libri, datate 1964, e continua […]

  

Milano Anni Sessanta, storia di un decennio irripetibile. A Milano a Palazzo Morando la mostra di una delle capitali mondiali della creatività.

03_Archivi Farabola05_Archivio del lavoro01_Archivi Alinari21_Gran bar via Brera_Archivio Carlo Orsi_007_Archivio Ernesto Fantozzi04_Archivio Civico Fondo Paolo Monti08_Archivio Ernesto Fantozzi13_Archivio Publifoto Intesa Sanpaolo10_Archivio Greguoli Venini09_Archivio Garghetti14_Archivio Publifoto Intesa SanpaoloORSI OR17

Palazzo Morando | Costume Moda Immagine di Milano (via Sant’Andrea 6) ospita fino al 9 febbraio 2020 la mostra “Milano Anni 60” che ripercorre la storia di un decennio irripetibile che ha consacrato il capoluogo lombardo come una delle capitali mondiali della creatività in grado di assumere il ruolo di guida morale ed economica del Paese. Spinta dal boom economico, Milano si trovò improvvisamente a vivere un irrefrenabile fermento culturale, caratterizzato da una forza progettuale senza precedenti e dalla voglia di lasciarsi alle spalle in maniera definitiva gli orrori della guerra. La grande stagione della musica a Milano si inaugura […]

  

Ugo La Pietra in due mostre all’Accademia Carrara e alla Gamec di Bergamo, fa vivere il suo lavoro fra spazio e funzione.

UgoLaPietra_phAureliaRaffo_2014_AccademiaCarrara_GAMeC-590x543c77ea0d0-2c85-40d0-9e66-43abbea42c6e-640x34095373-UgoLaPietra_LibriAperti_erbario_installazione_20042008_AccademiaCarrara_GAMeC5564953c-3832-4d59-b9d7-9758d506099c-758x1024

L’Accademia Carrara e la GAMeC Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo  presentano Ugo La Pietra, tra antico e contemporaneo. Disegni, ceramiche, installazioni accostate ai capolavori di Accademia Carrara oltre a una rassegna di film ospitati in GAMeC con due progetti speciali. Le due mostre sono aperte fino al 6 gennaio 2020. Fin dagli anni Sessanta Ugo La Pietra ha sviluppato la sua attività artistica, facendo riferimento al rapporto individuo-ambiente e realizzando nel tempo un metodo definito “arte nel e per il sociale”. L’opportunità di poter operare, all’interno di alcune sale dell’Accademia Carrara e nella sala proiezioni di GAMeC, vede La Pietra impegnato in una duplice operazione culturale e comunicativa. In […]

  

Il monumento a Don Bosco a Torino- Valdocco compie cent’anni. Opera dello scultore Gaetano Cellini di Ravenna.

basilica-of-our-lady02-EstatuaDBd1b65f04580705ff0264942ab8ee1cfc_L10-EstatuaDB05-EstatuaDB11-EstatuaDB13-EstatuaDB16-EstatuaDB17-EstatuaDB25-EstatuaDB

                                                                                                       Il monumento a Don Bosco davanti alla Basilica di Maria Ausiliatrice a Valdocco è un simbolo della missione dei salesiani nel mondo. Gli  ex-allievi e  gli amici di Don Bosco hanno voluto erigere a suo tempo proprio davanti alla Basilica di Maria Ausiliatrice un  monumento  che lo ricordasse.  E pensare che l’idea di un monumento in questa piazza era venuto in mente proprio a Don Bosco. Un giorno, quando era già incominciata la costruzione della Basilica dell’Ausiliatrice, attraversando la piazza che era ancora in terra malamente battuta, Don Bosco si fermò a contemplare le linee della facciata nascente e poi […]

  

L’estasi di Marina Abramovic. Alla Veneranda Biblioteca Ambrosiana di Milano il ciclo di video “The Kitchen. Homage to Saint Therese” con cui l’artista serba si relaziona con Santa Teresa d’Avila, una delle più importanti figure del cattolicesimo.

03 - Abramovic01_Abramovic02 - Abramovicabramovic-press-WEB©scalco-_DSC4931

La sala Sottofedericiana della Veneranda Biblioteca Ambrosiana di Milano (ingresso da piazza San Sepolcro) ospita fino al 31 dicembre 2019  la mostra “MARINA ABRAMOVIĆ / ESTASI”. L’esposizione, curata da Casa Testori, presenta il ciclo di video “The Kitchen. Homage to Saint Therese”, con il quale l’artista che ha rivoluzionato il mondo della performance-art  si relaziona con Santa Teresa d’Avila, una delle più importanti figure del cattolicesimo. Con questa iniziativa prosegue il connubio, proposto da VanitasClub (parte del Gruppo MilanoCard), tra questa antichissima area di Milano e la video arte con i grandi artisti contemporanei, iniziato nel 2017 con Bill Viola […]

  

Renato Mambor esponente tra i più importanti del ‘900 avanguardista italiano e della Scuola Romana di Piazza del Popolo , in mostra da Tornabuoni Arte a Firenze.

95351-Renato-Mambor-I-protettori-2007-acrilico-su-tela-su-tavola-cm-100x150_Renato-Mambor-Riflettore-avorio-1992-tecnica-mista-su-cartone-cm-72x97-copia.Renato-Mambor-Asciugacapelli-1966-tecnica-mista-su-cartoncino-cm-72x102.Renato-Mambor-Airone-ferito-1966-acrilico-su-tela-cm-70x100.Renato-Mambor-Battesimo-nel-colore-blu-2005-tecnica-mista-su-tela-tamburata-cm-120x170.Renato-Mambor-Uomo-geografico-_-fondo-grigio-2012-tecnica-mista-su-tela-cm-100x120.Renato-Mambor-Folla-1963-tecnica-mista-su-carta-cm-70x100.

Tornabuoni Arte, nella sua sede di Firenze, ospita  un’ampia selezione dedicata a Renato Mambor,  in collaborazione con l’archivio Mambor. La mostra, corredata da un approfondito catalogo, ripercorre il lavoro poliedrico dell’artista, tra i più originali della scena europea dell’arte durante la seconda metà del XX secolo. Mambor è stato uno dei primi a sconfinare dalla pittura verso altri linguaggi: fotografia, cinema, performance, installazioni e teatro, per tornare comunque sempre alla pittura. Continuando a lavorare sul linguaggio e sugli elementi costitutivi dell’arte, ha avviato una sperimentazione sul rapporto tra organismo e ambiente, tra arte e vita, sul cambiamento dello sguardo e […]

  

Omaggio a Vanni Scheiwiller e l’arte da Wildt a Melotti. Nel ventennale della morte dell’editore d’arte milanese, una mostra sulle opere della sua collezione alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma.

Vanni-ScheiwillerA.Wildt_Lanima-e-la-sua-veste-1916E09EC9DE-8C57-4F50-BFCD-B336E679267FVeduta-dinsieme-I.Pannaggi-e157132389516195473-E_Vedova_Sulla_Spagna_1962vanni_scheiwiller

La Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea  di Roma rende omaggio a Vanni Scheiwiller,  personaggio che ha attraversato come pochi la cultura, non solo italiana, del Novecento, impegnato in esperienze professionali intense per ricchezza e qualità, quasi sempre intrecciate con le vicende personali di poeti e artisti. La parentela con lo scultore Adolfo Wildt, nonno materno di Scheiwiller, è la garanzia di una precoce familiarità con l’arte. Wildt insegna all’Accademia di Brera ed è il maestro di Fausto Melotti, il più amato da Vanni, due figure che sono rispettivamente il punto di partenza e quello di arrivo nel suo incontro con il […]

  

Endre Tot, l’artista ungherese che si prese gioco del regime comunista. Vicino al movimento Fluxus ora è in mostra alla Loom Gallery di Milano.

1-2-1068x1036 (2)Endre-Tót_TÓTalJOYS-street-actions-Geneva-1976-silver-gelatine-print-50-x-62-cm-3ET_3-768x511ET_4-768x512@2x371535c9-ef98-4098-927b-3c515a2ba463_338

“Very Special Gladnesses” è la prima personale di Endre Tot, artista ungherese vicino al movimento Fluxus, alla Loom Gallery (Via Marsala 7) e prende il titolo da una serie di opere pubblicate a doppia pagina nel Luglio 1976 sul numero 66-67 di Flash Art. Quei lavori sono oggi esposti in galleria e visitabili fino al 3 novembre 2019. L’artista Endre Tot  si misura da circa cinquant’anni sui concetti di Zero e Joy. Zero come zero vale come  nulla, Joy sta come emblema e segnale dell’esistente. Che è come dire muoversi  tra l’essere e il nulla. Zero e Joy appaiono per […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2019