Fernanda Wittgens.Una vita per Brera. In uscita la monografia sulla studiosa del Novecento.

Wittgensfernanda-wittgens-brera-libro

E’ uscito, a sessant’anni dalla morte,  il libro che racchiude per la prima volta l’intera biografia di Fernanda Wittgens (1903-1957), direttrice per trent’anni della Pinacoteca di Brera, Soprintendente e Storica dell’arte. Ha per titolo “Sono Fernanda Wittgens. Una vita per Brera” (Skira)  e comprende anche un’introduzione di James Bradburne, direttore della Pinacoteca di Brera e Biblioteca Nazionale Braidense di Milano. Fernanda Wittgens iniziò il suo lavoro come assistente di Ettore Modigliani, subentrando come responsabile di Brera dopo il luglio del 1938, quando uscirono i primi articoli antisemiti, gli “Amici di Brera” furono messi al bando e il direttore, in quanto ebreo, fu cacciato. […]

  

Elliott Erwitt o della Commedia Umana.“Personae” è la rassegna aperta al Castello Carlo V di Lecce.

ERWITT-A-LECCE-940x788-OK-830x696Erwitt-550x693134640489-3f5abec5-4e65-40cc-aba3-f10cc22e96dfmostra Elliott Erwitt Personae prima retrospettiva sue immagini in bianco e nero e a colorimostra Elliott Erwitt Personae prima retrospettiva sue immagini in bianco e nero e a colori134640436-9e4da900-5777-41e7-b7d8-89d6def6b0a1

La mostra  di  Elliott Erwitt dal titolo “Personae” è la prima grande retrospettiva delle sue immagini sia in bianco e nero che a colori, allestita nelle sale monumentali del Castello Carlo V di Lecce. I suoi scatti in bianco e nero sono ormai diventati delle icone della fotografia, esposti con grande successo a livello internazionale, mentre la sua produzione a colori è quasi del tutto inedita. Il percorso espositivo mette in evidenza l’eleganza compositiva, la profonda umanità, l’ironia e talvolta la comicità del grande fotografo americano, tutte caratteristiche che rendono Erwitt un autore amatissimo e inimitabile, non a caso considerato “il […]

  

Robert Capa Retrospective. A Palermo la mostra dedicata alla figura di spicco del fotogiornalismo del XX secolo. Un evento storico ed eccezionale.

5a9abda0f0fbf9f1235f2c2c8db16ff2b344501a9ab95f4c2e618aeaee2321a83b6fc4473ad695

“Se le tue foto non sono abbastanza buone, non sei abbastanza vicino”, parole singolari di  Robert Capa. La mostra “Robert Capa Retrospective”, dedicata alla figura di spicco del fotogiornalismo del XX secolo, in occasione delle celebrazioni dei 70 anni dalla fondazione di Magnum Photos, è  a Palermo presso il Real Albergo dei Poveri, fino  al 9 settembre 2018. La rassegna è promossa dall’Assessorato Regionale ai beni culturali e all’identità siciliana in occasione di Palermo Capitale della Cultura 2018 ed è organizzata da Civita in collaborazione con Magnum Photos, e la Casa dei Tre Oci. Robert Capa (Budapest, 22 ottobre 1913-Thai […]

  

In asta tre cartoline di Basquiat sfiorano le trecentomila euro. Esiti dell’ultima Asta Pandolfini Casa d’Aste. Solido mercato dell’arte contemporanea.

6E1649A9-CAF2-41D3-AF3B-87432EC1E67AF533DC85-5FC7-43F8-893C-192D1E30902B (1)60B3E4F3-8559-49FC-B942-0AE1AB43E6CCuntitled

Solida realtà del mercato, il dipartimento di ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA di Pandolfini con la vendita di giugno ha confermato il trend positivo che dalle ultime stagioni premia le scelte e la gestione. La notizia con cui Pandolfini ha il piacere di aprire questo resoconto è l’aggiudicazione, che non giunge inaspettata, per quasi 300.000 mila euro delle 3 belle opere Jan-Michel Basquiat che erano in catalogo. Sono le sue caratteristiche “cartoline” dei primi anni ’80 in cui tratta i personaggi e temi che gli sono propri: robot, guantoni e teschio. I tre SENZA TITOLO, che provengono da una importante collezione italiana, […]

  

Ferdinando Scianna. Il libro “Cose” accompagna la mostra esposta al Museo di Santa Giulia di Brescia nell’ambito del Brescia Photo Festival 2018.

a15274e8-5caf-42d3-beed-912a62e565125c4e6d50-8a09-490d-90c1-1150bf615750

  “Cose” di Ferdinando Scianna, pubblicato da Contrasto, raccoglie le immagini di diversi oggetti fotografati nel corso dei suoi numerosi viaggi in Italia e per il mondo, spesso di poco valore ma identificativi del luogo visitato. Il libro “Cose” accompagna la mostra esposta al Museo di Santa Giulia di Brescia fino al 2 settembre 2018 nell’ambito del Brescia Photo Festival 2018. In oltre cinquant’anni di mestiere, spinto da un’incessante curiosità, Ferdinando Scianna ha raccolto oltre un milione di fotografie. Sempre attento a stare lontano dalle specializzazioni (fotografo di moda, paesaggista, ritrattista, antropologo) ma dimostrando una forte poliedricità, ha immortalato uomini, donne, […]

  

Robert Doisneau pescatore di immagini. A Lecco nel Palazzo delle Paure 70 scatti segnano la vicenda artistica di uno dei più importanti fotografi del Novecento.

122814500-4d729bf6-7764-4cac-9e51-6ce528e7be2f122814070-33ad6dcc-4307-467b-a570-3e2426b8e4bb122814084-76284d52-07cd-4071-9d50-6a1d080d1ff4122814087-149a028e-e712-46a9-af3f-5276cd78ef76122814115-c596c7e7-5975-4601-b721-d0a5001a17f3122814115-dbf2882a-a445-445b-832b-cf97f8168d8c122814425-beb6ee7e-272a-4766-a7f1-35b412716d4f

Il Palazzo delle Paure di Lecco ospita fino al 30 settembre 2018  una mostra di Robert Doisneau (Gentilly, 14 aprile 1912 – Montrouge, 1 aprile 1994), uno dei fotografi più importanti e celebrati del Novecento. La rassegna, dal titolo Pescatore d’immagini, curata dall’Atelier Robert Doisneau – Francine Deroudille ed Annette Doisneau – in collaborazione con Piero Pozzi, col patrocinio del Comune di Lecco, prodotta e realizzata da Di Chroma Photography e ViDi – Visit Different, presenta 70 immagini in bianco e nero che ripercorrono l’universo creativo del fotografo francese. Il percorso espositivo, che mette in mostra alcune delle icone più […]

  

Henri Matisse. Al Forte di Bard in Valle d’Aosta la produzione di opere legate alla drammaturgia. Eccolo campione sulla scena dell’arte.

Henri-Matisse-Il-clown-da-Jazz-Tériade-Editore-Parigi-1947-Kunstmuseum-Pablo-Picasso-Münster-©-Succession-H.-Matisse-S.I.A.E-20181200x771-654x42077921-cauchemar_clean_xMostra_Matisse_Forte_di_Bard.jpg.pagespeed.ic.tE0Mj3Cd_QM_4861704a10Henri-Matisse-Il-cowboy-da-Jazz-Tériade-Editore-Parigi-1947-Kunstmuseum-Pablo-Picasso-Münster-©-Succession-H.-Matisse-S.I.A.E-2018-1200x781-1200x781-645x42042a8b6d39019e91bdd353610b1de6b11-625x350

L’esposizione “Henri Matisse. Sulla scena dell’arte” presenta un capitolo centrale dell’intera vita dell’artista francese Henri Matisse: il rapporto con il teatro e la produzione di opere legate alla drammaturgia. Una mostra inedita che porta al Forte di Bard, in Valle d’Aosta, fino  al 14 ottobre 2018, oltre 90 opere realizzate in un arco temporale di 35 anni, dal 1919 fino alla morte dell’artista, avvenuta nel 1954. Si tratta principalmente della cosiddetta période Nicoise: Matisse, infatti, nel 1917 scelse Nizza come luogo principale della sua creazione artistica. Il percorso espositivo, curato da Markus Müller, direttore del Kunstmuseum Pablo Picasso di Münster, […]

  

Lo sguardo di 14 fotografi italiani alla Galleria Civica d’arte Moderna e Contemporanea di Torino. Suggestioni d’Italia, dal Neorealismo al Duemila.

Uliano-Lucas80167-001_Nino_Migliori_Da_gente_dellEmilia_1957006_Gianni-Berengo-Gardin_Domenica-di-settembre_1958029_Ferdinando-Scianna_Italia-Sicilia-Santelia_1980023_Mimmo-Jodice_-Corso-Cairoli_2005021_Nino-Migliori_-Da-gente-dellEmilia_1959002_Aurelio-Amendola_-San-Galgano_2005003_Aurelio-Amendola_-San-Galgano_2006012_-Luigi-Ghirri_Colorno_1985

La GAM di Torino presenta una mostra aperta fino al 23 settembre di oltre 100 fotografie, realizzate dalla fine del secondo dopoguerra ai primi anni Duemila, che raccontano l’Italia per immagini, o meglio  il paesaggio e le città della nostra penisola esplorati da 14 grandi fotografi, sia nell’architettura sia nella loro dimensione umana e sociale. Le foto, in bianco nero e a colori, sono selezionate con l’intento di scandagliare l’interpretazione degli ‘esterni’, dall’arco alpino e le grandi città come Torino e Milano, per proseguire lungo la dorsale emiliana fino a scendere verso il Sud, tra Napoli, Matera, e infine toccare la Sicilia.  Paesaggi, luoghi, […]

  

Henri Cartier-Bresson. Landscapes/ Paysages, scatti spettacolari in mostra al Forte di Bard in Valle d’ Aosta.

79269-PAR19082_Cartier Bressonmame-arte-I-PAESAGGI-DI-HENRI-CARTIER-BRESSON-IN-MOSTRA-paesaggio-irlanda-992x680paesaggi-bresson1paesaggi-bresson3mam-e-arte-I-PAESAGGI-DI-HENRI-CARTIER-BRESSON-IN-MOSTRAhenri-cartier-bresson-768x432

E’ aperta fino  al 21 ottobre 2018 la mostra realizzata dal Forte di Bard in collaborazione con Magnum Photos International e Fondation Henri Cartier-Bresson di Parigi, presenta 105 immagini in bianco e nero, personalmente selezionate da Henri Cartier-Bresson, scattate tra gli anni Trenta e gli anni Novanta fra Europa, Asia e America. Ciascuna fotografia è rappresentazione di quell’‘istante decisivo’ che per il maestro è il “riconoscimento immediato, nella frazione di un secondo, del significato di un fatto e, contemporaneamente, della rigorosa organizzazione della forma che esprime quel fatto”. Sebbene in alcune foto compaiano anche delle persone, l’attenzione dell’autore è concentrata […]

  

La nonnina che elogia il Fascismo, e i nipoti entusiasti della nonna fascista. Ma la legge Fiano cancellerà anche l’arte e l’architettura fascista?

FIANO_EMANUELE_AGF-krDC-U70001067018017e3F-258x258@ArgomentiGerardo-Dottori-Benito-Mussolini-il-Duce-1933Enrico-Prampolini-Dinamica-dellazione.-Miti-dellazione.-Mussolini-a-cavallo-1939Adolfo_wildt_busto_di_mussolini_1924_ca__coll__priv_01Mario-Sironi-16-novembre-1922-Popolo-dItalia20110307_Roma_Palazzo_della_Civiltà_Italiana_fronte_-_lato_sxmilano-palazzo-giustizia-MARKA-kHoC--835x437@IlSole24Ore-Web1642972

Immagino ricorderete quanto è stato detto e scritto prima delle elezioni politiche del marzo 2018. Si vedevano i  fantasmi del  fascismo dappertutto, tanto che l’Onorevole Fiano spinse per una legge, approvata  dalla Camera e ancora in Commissione Senato, che mira a punire la propaganda di contenuti e immagini del regime fascista e nazifascista.  Tant’è che come Storico dell’Arte Moderna e Contemporanea mi son detto: “ma cosa succederà alle opere d’arte relative al ventennio e ai documenti storici dell’epoca?”. E agli studenti dei corsi universitari e dei licei quali opere potremmo far vedere, oppure occorre cancellare  artisti come Mario Sironi, Enrico Prampolini, […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2018