Capolavori del Trecento. 70 opere fondo oro del cantiere di Giotto in quattro sedi espositive del Centro Italia celebrano arte e fede di territori dell’Appennino.

Mostra80037-285feb98d887746b3a97bbc2e7b9ab29b71c561carticleimagesMaestà_di_simone_martini-1024x683museo-diocesano-spoletoSPO2MG_6718-11532470431771_M5

Un grande secolo per una grande mostra in Umbria. “Capolavori del Trecento. Il cantiere di Giotto, Spoleto e l’Appennino”, curata da Vittoria Garibaldi e Alessandro Delpriori, si tiene fino  al 4 novembre 2018 nei comuni di Trevi, Montefalco, Spoleto e Scheggino. La mostra vanta l’esposizione di circa 70 dipinti a fondo oro su tavola, sculture lignee policrome e miniature, che raccontano la meraviglia ambientale dell’Appennino centrale e la civiltà storico-artistica, civile e socio-religiosa nell’Italia di primo Trecento. Sono quattro le sedi espositive: a Trevi il Museo di San Francesco; a Spoleto il Museo Diocesano – Basilica di Sant’Eufemia e il Museo Nazionale del Ducato; a Montefalco […]

  

Un capolavoro di Donatello. E’ arrivato a Roma il busto di San Lorenzo del celebre scultore fiorentino. A Palazzo Venezia, in mostra per 9 mesi.

donatello-443x59080647-Donatello_San_Lorenzo_verso_il_1440_terracotta_gi_dipinta_Parigi_collezione_Peter_e_Kathleen_Silverman

Assolutamente da non trascurare la visita al prezioso busto in terracotta raffigurante San Lorenzo, realizzato da Donatello, finora comparso in mostre temporanee, ora posto a Palazzo Venezia per circa nove mesi, fino al 28 aprile 2019,  a disposizione del grande pubblico. Donatello può essere considerato il massimo scultore del Quattrocento per essere stato capace di utilizzare materiali quali marmo, la terracotta e il bronzo, raggiungendo straordinari effetti espressivi. L’iniziativa, promossa dal Polo Museale del Lazio diretto da Edith Gabrielli, è inserita nell’ambito di Artcity Estate 2018. Riscoperto dalla critica nel 2003 dopo secoli di oblio, il prezioso busto in terracotta di […]

  

Gubbio al tempo di Giotto. Tesori d’arte nella terra di Oderisi miniaturista. A Gubbio, in tre sedi (Palazzo dei Consoli, Museo Diocesano, Palazzo Ducale)la città fra Duecento e Trecento.

5_civita_image_hd_attach12_civita_image_hd_attach1_civita_image_hd_attach13_civita_image_hd_attach2_civita_image_hd_attach3_civita_image_hd_attach4_civita_image_hd_attach6_civita_image_hd_attach7_civita_image_hd_attach8_civita_image_hd_attach10_civita_image_hd_attach9_civita_image_hd_attach

La città di Gubbio conserva intatto il suo splendido aspetto medievale, con le chiese e i palazzi in pietra che spiccano contro il verde dell’Appennino. È ancora la città del tempo di Dante e di Oderisi da Gubbio, il miniatore che il sommo poeta incontra tra i superbi in Purgatorio e al quale dedica versi importanti, che sanciscono l’inizio di un’età moderna che si manifesta proprio con la poesia di Dante e l’arte di Giotto. La mostra “Gubbio al tempo di Giotto. Tesori d’arte nella terra di Oderisi”, aperta a Gubbio tra Palazzo dei Consoli, il Museo Diocesano e  Palazzo […]

  

La Civiltà figurativa nel 1200 tra Umbria e Marche al tramonto del Romanico. A Matelica nelle Marche un crocivia di arti.

Crocifisso di sant'Eutizio - MatelicaCrocifisso 1170 ca, Cattedrale di Sant Evasio, Casale MonferratoAlberto Sozio - Brera fondo bianco

Una mostra preziosa, un atto di storia dell’arte, un percorso che spiega perché intorno al 1200, tra Umbria e Marche, il linguaggio figurativo si trasforma così sensibilmente verso un naturalismo di grande potenza plastica, e l’arte guida diviene la scultura in legno policromo. Un’arte che propone un concerto tra le arti, ponendosi come crocevia tra scultura, pittura, arti preziose. Promossa da Mibact,Regione Marche, Comune di Matelica, Diocesi di Fabriano-Matelica, Museo Piersanti, Università di Camerino, SAGAS Dipartimento di Storia dell’Arte di Firenze e Anci Marche. “Milleduecento. Civiltà figurativa tra Umbria e Marche al tramonto del Romanico” aperta fino al 4 novembre 2018 […]

  

La Natura morta spagnola da Sánchez Cotán a Goya. ll silenzio sulla tela in capolavori del barocco europeo in mostra ai Musei reali di Torino.

80247-toInvito-Il-silenzio-sulla-tela-conferenza-stampa86470fc32b287e5d52f43f6a0fc517b2b4053Francisco-de-Palacios_Tavola-1645-50_collezione-privata_preview-750x496G_e9deb25fc5

I Musei Reali presentano a Torino, fino al 30 settembre 2018, nelle Sale Palatine della Galleria Sabauda, una mostra di pittura rara e preziosa, dedicata al genere della natura morta, che nasce dalla collaborazione con Bozar – Palais des Beaux-Arts di Bruxelles e che si avvale della partnership con Intesa Sanpaolo. Con “Il silenzio sulla tela. Natura morta spagnola da Sánchez Cotán a Goya”, questo il titolo della mostra, il Belgio e l’Italia si uniscono per costruire un omaggio alla Spagna. Intorno alle prove di grandi artisti come Sánchez Cotán, Juan de Zurbarán, Meléndez e Goya, la mostra traccia il percorso di sviluppo di questo genere su […]

  

Nouvelles Flâneries. Una mostra diffusa di Ettore Favini nel centro storico di Parma.

1526901859368.jpg--5286f6df4573685dc100cecc4948a177_LcopertinaEttore-Favini-Nouvelles-Flâneries-work-in-progress-scagliola-2018Schermata-2018-05-31-alle-18.35.15-650x36178053-unnamed-4

L’Associazione Culturale Others presenta “Nouvelles Flâneries”, un progetto pubblico di Ettore Favini, curato da Valentina Rossi e realizzato, grazie al contributo di Fondazione Cariparma e Comune di Parma, in dieci luoghi del centro storico della città emiliana. Nouvelles Flaneries è la mostra diffusa dell’artista Ettore Favini, per una nuova mappatura della città emiliana. E’ così che l’opera dell’artista si inserisce naturalmente  nel tessuto urbano e nel vissuto cittadino con il quale entra in contatto, legando passato e presente, dando vita a narrazioni collettive e includendo nel suo processo artistico anche e soprattutto gli abitanti del luogo; è così che  per […]

  

La facciata di Santa Maria in Trastevere a Roma restaurata e tornata a nuovo splendore.

35550a72-51fe-11e8-9b53-c3459fa6693f_Clipboard-21504-k4wC-U1110762936706CVH-1024x576@LaStampa.it78611-_DSC72771280px-Exterior_Mosiac_of_Santa_Maria_TrastevereChiesa_di_s.ta_maria_in_trastevereSanta_Maria_in_Trastevere_-_Cappella_Altemps1024px-AbsideSantaMariaTrastevereRoma1280px-Cappella_Altemps

E’ tornata a nuovo splendore Santa Maria in Trastevere, chiesa tra le chiese, basilica di grande significanza per la storia di Roma, e per tutte le tappe più significative che l’hanno accompagnata, dall’Alto Medioevo fino  al  Rinascimento  e al Barocco ed ancora  nell’Ottocento. Un monumento storico e sacro capace di lasciar leggere pagine intense di architettura e arte.  Dopo circa un anno e mezzo di preziosi lavori articolati in varie fasi, condotti dal team di restauratori della Soprintendenza Speciale di Roma e circa 400mila euro di fondi spesi, la facciata di uno dei luoghi simbolo della capitale torna a lasciarsi […]

  

Il cavallo in 4000 anni di storia. La Collezione Giannelli in mostra alla Pinacoteca Cantonale Giovanni Zunst di Rancate/Cantone Ticino-Svizzera.

229-032.Cavallino-a-dondolo.-150x150174bc-libro.-768x849326-021.173a-libro.-150x150

Il tema che la Pinacoteca cantonale Giovanni Züst di Rancate (Cantone Ticino) affronta nel suo consueto appuntamento con il collezionismo, quest’anno si presenta di particolare suggestione. Proveniente dalla Collezione Giannelli, una delle più importanti al mondo nel settore, ad essere proposta è una originale, straordinaria parata di “morsi da cavallo”, comprendente esemplari unici o comunque rarissimi di epoca mesopotamica, greca, romana, medievale e rinascimentale, con alcuni pezzi che risalgono addirittura al 1400 a.C. Le serie che riuniscono i morsi italici e quelli dell’antico Luristan (regione montagnosa degli Zagros), presenti nella Collezione, sono considerate ineguagliabili per la loro rarità e loro […]

  

Aron Demetz e l’autarchia. Uno dei maggiori scultori italiani in mostra al Museo Archeologico di Napoli.

Museo-Archeologico-Nazionale-NapoliDW3B8672-kopie78699-632e5272-60ce-4067-9c4e-a2e8ee7cdaf23782765_1631_demaro_18h_invito_02_2ritratto-con-sculturaLo-scultore-Aron-Demetz-525x325unnamed-8

Lo scultore altoatesino Aron Demetz (Vipiteno, 1972) conduce da oltre vent’anni una ricerca che fa da ponte fra antico e contemporaneo. Le sculture, realizzate espressamente in occasione di questa mostra in varie dimensioni e materiali, costituiscono un complesso installativo che interagisce con le opere classiche ed egizie che abitano il MANN. In particolare Demetz ispira alle collezioni Farnese ed Egizia del Museo Archeologico di Napoli le impostazioni dinamiche e posturali delle sue sculture. Da sempre la ricerca dell’artista si focalizza sulla centralità della figura umana come veicolo di ideali classici quali la purezza formale ed i contenuti etici ed archetipici dell’arte. Al suo […]

  

Borghi collinari italiani. Il libro “Italian Hilltowns”, tra le opere importanti dell’architetto americano Norman F. Carver Jr, ora tradotto in italiano.

locandina presentazione libro Carver a NapoliPostignano

Mercoledì 13 giugno 2018, alle ore 18, a Napoli, presso la Libreria Feltrinelli di Piazza dei Martiri, si terrà la presentazione dell’edizione italiana del volume “BORGHI COLLINARI ITALIANI”, CLEAN Edizioni, dall’originale inglese “ITALIAN HILLTOWNS” pubblicato nel 1979 dall’architetto e fotografo americano Norman F. Carver Jr. All’incontro parteciperanno: Tullio D’Aponte, Professore Emerito, Scienze Politiche, Università di Napoli Federico II Giulio Pane, Professore Ordinario di Storia dell’Architettura, Università Napoli Federico II. Modera Gianni Cosenza, Presidente CLEAN Edizioni. Interverranno Gennaro Matacena e Matteo Scaramella, autori delle prefazioni dell’edizione italiana. Il volume “Borghi collinari italiani”, tradotto e pubblicato in italiano per la prima volta, è […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2018