Celleno, il gioiello della Tuscia, tra le bellezze d’Italia.Qui viveva Enrico Castellani, principe dell’arte italiana e artista di chiara fama.

1280px-CellenoMap_of_comune_of_Celleno_(province_of_Viterbo,_region_Lazio,_Italy).svgCelleno001celleno1Il_castello_degli_OrsiniLa_cascata_dell'Infernaccio,_tra_Celleno_e_Grotte_Santo_StefanoLe_gole_dell'Infernaccio,_tra_Celleno_e_Grotte_Santo_StefanoIl_castello_orsini,_all'epoca_sede_comunale,_in_una_cartolina_del_19471920px-Castello_Orsini_-_Celleno

Da un angolo della Tuscia quasi appartato in fondo a una strada secondaria a 1,5 km dal nuovo centro, aggrappata su uno sperone di tufo si erge questa città in rovina che solo opere di riedificazione sono riuscite  a risvegliare dal suo forzato torpore. Siamo a Celleno. Eppure qualcuno abita ancora il palazzo del principe e una graziosa chiesa rimane in vita, quando ormai da un secolo tutti sono fuggiti altrove a costruire la loro nuova città. Il paesaggio circostante è ampio e ridente e ricco di piante di ciliegio, siamo nella città della ciliegia che ha dato  pure corso […]

  

Scoperte in Indonesia le pitture rupestri più antiche del mondo. Eccezionale evento per l’archeologia mondiale.

pittura-rupestre-sulawesi-indonesia-4pittura-rupestre-sulawesi-indonesia-2-1Lion-man-full-571x1024Grotta-Chauvet-Felini1-696x427bombos-cave-696x391

                                                                                                                                                                                                        In Indonesia, in una grotta dell’isola di Sulawesi, sono state trovate  pitture rupestri di 44mila anni fa. Non par vero ritrovare e conoscere come  uomini  ignoti, risalenti a ben 44mila anni fa, dipinsero una scena di caccia sulla parete di una caverna nell’isola di Sulawesi, in Indonesia; si tratta delle più antiche pitture rupestri mai scoperte, certo ancora prima dei disegni ritrovati  nelle grotte di Chauvet  risalenti a 36mila anni fa. L’ eccezionale scoperta la dobbiamo  a un team di ricercatori dell’Università Griffth di Brisbane, che ha pubblicato i risultati  evidenti  di questo studio su Nature, in un articolo […]

  

Cossignano tra le bellezze d’Italia. Il borgo medioevale marchigiano, adagiato tra colline e calanchi è tra i luoghi più sorprendenti del Piceno.

1200px-Cossignano485020180228220038766979unnamedcossignanocossignano-panoramafoto08.jpg-770x350cossignano-vista2cossignano-chiesaphoto4jpgcossignano_03Cossignano-Città-per-il-verde

La bella stagione e l’estate 2020  si avvicinano, ed è così motivo per tutti pensare a talune bellezze d’Italia che vanno visitate, e che molti, anzi moltissimi, non conoscono. Cossignano è un borgo marchigiano di nemmeno mille abitanti  in provincia di Ascoli Piceno. Questo borgo medioevale  vive adagiato tra colline ricamate, vitigni e calanchi. Vi assicuro  che il paesaggio che gli vive attorno vi spolvera lo sguardo con la magia di chi sa leggere la bellezza di un territorio, immortalato nella sua pittura anche dall’artista Tullio Pericoli, amico e intellettuale di chiara fama. Vi cattura subito lo sguardo la cinta […]

  

Il sepolcro di Romolo, fondatore di Roma, scoperto nel Foro Romano.

1582123807646.jpg--roma__eccezionale_scoperta_archeologica__forse_trovata_la_tomba_di_romoloalfonsina-russo-nuovo-direttore-del-parco-archeologico-del-colosseo-1280x720immagine-1-e1581946821647sepolcro-romolo1280px-Archaeology.rome_.arp_rilievo-laser-scanner-delle-strutture-del-portico-della-curia-iulia-riemerse-dopo-lo-smontaggio-della-scala-del-bartoli_790f6bc0_800x380larea-del-comizio-ai-piedi-della-curia-iulia-cosi-come-appariva-prima-delle-ultime-indagini-nel-2009_2abe1e1c_800x264

Sembrerebbe essere il sepolcro di Romolo, fondatore di Roma, è stato scoperto nel Foro Romano. Notizia che ha fatto il giro degli studiosi, dei ricercatori e del mondo. A distanza di circa un anno dall’avvio degli studi sulla documentazione prodotta da Giacomo Boni all’inizio del ‘900, che aveva consentito di ipotizzare la presenza nel Foro Romano, a pochi metri dal Lapis Niger e dal Comizio, di un heroon dedicato al fondatore della città di Roma, le indagini archeologiche programmate dal Parco archeologico del Colosseo hanno portato ad una scoperta eccezionale: è infatti riemerso accanto al complesso della Curia-Comizio un ambiente […]

  

San Pietro approdò a Leuca. Santa Maria di Leuca e Galatina sono luoghi eletti dell’itinerario della Via Petrina.

DSC_6777 copia-2indexcrocep-225x300Leuca_faroBasilica_di_Santa_Maria_de_Finibus_Terrae_3

Un team di guide, archeologi e ricercatori al lavoro per nuovi itinerari turistici: al centro del progetto, il passaggio di San Pietro dalla cittadina di Galatina. Galatina e il suo territorio rientrano nell’itinerario “La Via Petrina: il viaggio di San Pietro dalla Puglia a Roma”. Il progetto di un team di archeologi, ricercatori e guide turistiche, mira alla mappatura completa dei luoghi di Puglia che rivendicano la cosiddetta “tradizione petrina”. Cioè il presunto passaggio di San Pietro in Italia alla metà circa del primo secolo, con tanto di  patrimonio culturale, e cioè  chiese, siti archeologici e monumenti. Il progetto ha […]

  

“Cesare Brandi.Critica d’arte e filosofia”. Un libro di Paolo D’Angelo uscito da Quodlibet mette a fuoco il pensiero di uno Storico dell’Arte di chiara fama.

brandi-cesare2-800x445unnamedunnamed (2)1c6fae09446f24d1f7712d5f88bdb715Brey5ELCIAEApHO

Cesare Brandi (1906-1988) è stato uno dei massimi teorici e storici dell’arte del Novecento, ma i suoi meriti non sono ancora stati riconosciuti interamente. Ciò è accaduto perché nei confronti della sua opera si è esercitata una duplice diffidenza: gli studiosi d’arte lo hanno considerato troppo filosofo, i filosofi hanno ritenuto che la sua riflessione fosse troppo condizionata dalla sua attività di critico. L’ho avuto fra gli amici più cari con Giulio Carlo Argan  e altri colleghi della Sapienza a Roma  con i quali abbiamo spesso condiviso ricerche e formulazioni. Questo libro in un certo senso rende finalmente a Brandi […]

  

L’antica Troia tra mito e realtà in mostra al British Museum di Londra.Le narrazioni di Omero e Virgilio ancora attuali.

6-696x3583-696x9281-696x5222-696x2684-696x52296091-Fillippo_Albacini_The_Wounded_Achilles

Non poteva passare inosservata la mostra di grande rilievo che il British Museum di Londra ha dedicato alla memoria di  Troia e alle narrazioni di Omero e Virgilio. Ecco la storia della città che divenne leggenda con il rapimento della donna più bella del mondo, e che da oltre 3mila anni affascina archeologi e studiosi si svela per la prima volta nel Regno Unito attraverso  trecento oggetti, dall’antichità al contemporaneo, reperti preziosi, vasi e sculture, ma anche potenti opere contemporanee.  La mostra Troia: mito e realtà accompagna il visitatore in un viaggio nel tempo, non solo tra i racconti di […]

  

Brafa Art 2020 ha un nuovo record. A Bruxelles la super fiera dell’arte belga vola con cifre incredibili.

743f420ee77989401314a1741cbb74fb_Lbrafa-2020-visitatori-5OsborneSamuelGallery-Highlights_T637141807199006259GalerievonVertes-Highlights_T637100260560732025brafa-2020-cinque-blocchi-del-muro-di-berlino-ph-raf-michielsLibrairaieLardanchet-Highlight_T637123627497098329BRAFA2020-DIEGALERIE-PressRelease_T637114946036054500WillowGallery-Highlights_T637115823957075331IMG20180126100139941_560SternPissarroGallery-Highlights_T637122635442816878

BRAFA Art Fair 2020  si è chiusa ieri con un nuovo record di visitatori:  68.000 gli appassionati d’arte che hanno affollato il Tour&Taxis di Bruxelles tra Domenica 26 Gennaio e Domenica 2 Febbraio 2020. Ottimo anche il livello complessivo delle vendite, in crescita fin dalle prime ore di apertura. Tra gli elementi che spiegano questi risultati, certamente l’alta qualità dell’offerta (chiave della strategia degli organizzatori), ma anche una politica di prezzi legata alla realtà del mercato. La Fiera ha visto la presenza di 133 gallerie d’arte internazionali provenienti da 16 diverse nazioni. Un team di 100 esperti ne ha garantito  l’autenticità e […]

  

In Egitto ritrovato il “Libro delle due Vie”, il testo illustrato più antico al mondo. Eccezionale scoperta firmata da Harco Willems, professore all’Università di Lovanio in Belgio.

Libro-delle-due-vie-2libro-due-vie-egittolibro-due-vie-egitto-2-1068x671

Grandiosa scoperta in Egitto, ma certamente pare essere un  evento di stampo mondiale. E’ stata ritrovata l’edizione più datata del testo illustrato più antico del mondo; si tratta del Libro delle due Vie , una sorta di guida avventurosa per il regno dei morti. In Egitto è stata scoperta la copia più antica di quello che viene considerato il primo testo illustrato al mondo: un’edizione del Libro delle due vie risalente a 4mila anni fa. L’eccezionale  scoperta è stata pubblicata per la prima volta nel Journal of Egyptian Archaeology, già  nel settembre 2019, in un articolo a firma di Harco Willems, […]

  

Giovani creativi. Le origini del Genio. La mostra, attraverso dodici ritratti, celebra il talento italiano, ed è collocata nel Museo Nazionale Romano – Palazzo Massimo a Roma.

Antonio Facco Web-PressAlain Parroni Web-PressBurro Studio Web-PressMichele Lazzarini Web-PressFederica Sofia Zambeletti Web-PressDavide Dattoli Web-PressMarzia Sicignano Web-PressProgramma Web-PressYakamoto Kotzuga Web-PressSusanna Salvi Web-Press

A Roma, fino  al 31 gennaio 2020, il Museo Nazionale Romano – Palazzo Massimo – ospita la mostra del progetto Giovani Creativi – Le origini del Genio che celebra il talento italiano. L’iniziativa, giunta alla sua seconda edizione, curata da Nicola Brucoli e Carlo Settimio Battisti, direttori di TWM Factory, realizzata in collaborazione con il MiBACT – Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo e con il Museo Nazionale Romano, esalta le capacità e le competenze di giovani artisti, professionisti e imprenditori dell’ultima generazione, attraverso l’esposizione dei ritratti di 12 talenti italiani under 30, che […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2020