Capalbio Contemporary Art alle Officine Chigiotti di Capalbio | Grosseto, mette in scena opere di Flavio Favelli, Mauro Staccioli e Antonio Barbieri.

L’Associazione Culturale Il Frantoio presenta la quarta edizione del progetto “Capalbio Contemporary Art” che come ogni anno si tiene negli affascinanti spazi di Palazzo Collacchioni, edificio simbolo di Capalbio. La manifestazione visitabile fino a mercoledì 30 settembre 2020  propone una mostra collettiva, a cura di Davide Sarchioni, intitolata “Officine Chigiotti”. La mostra racconta l’esperienza con l’arte contemporanea dell’omonimo progetto culturale grossetano e presenta una selezione di lavori di Flavio Favelli, Mauro Staccioli e Antonio Barbieri. La mostra concretizza l’intento, condiviso dall’Associazione Culturale il Frantoio e da Officine Chigiotti, di attivare un dialogo che leghi la storia passata e presente del […]

  

La Cappella di Sant’Aquilino in San Lorenzo Maggiore a Milano è tornata al suo antico splendore dopo due anni di restauri.

Da mercoledì 15 luglio 2020, dopo due anni, la Cappella di Sant’Aquilino nella basilica di San Lorenzo Maggiore a Milano torna al suo antico splendore. Si sono infatti conclusi i restauri della Cappella che, per la sua architettura, le pitture della galleria e i pregevoli mosaici, è la più significativa testimonianza della Milano romana e paleocristiana; in particolare i lavori hanno interessato il risanamento conservativo della struttura, la pulitura dei mosaici e degli affreschi e il nuovo sistema d’illuminazione. Il restauro, seguito e sostenuto da Antonella Ranaldi, Soprintendente Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Milano, su progetto e direzione dei lavori […]

  

La scultura contemporanea in Terra di Vulci, dentro e fuori le mura. Opere monumentali a Montalto di Castro nell’Alto Viterbese.

La Fondazione VULCI, con il Comune di Montalto di Castro e con la collaborazione della Soprintendenza Archeologica Belli Arti e Paesaggio per l’Area Metropolitana di Roma, la Provincia di Viterbo e l’Etruria Meridionale, presentano la mostra “In terra di Vulci” con le opere degli artisti Pasquale Altieri, Paolo Buggiani, Tommaso Cascella, Massimo Di Giovanni, Eva Gerd, Carmine Leta, Samuele Vesuvio, Mara van Wees, Paul Wiedmer. A cura di Francesca Perti, progetto espositivo di Mara van Wees, visitabile fino al 13 settembre 2020. Con In Terra di Vulci si giunge alla quarta edizione del progetto artistico-culturale promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Montalto di Castro. La proposta 2020 è […]

  

L’omaggio di Lutz Mario Helmig a Dolceacqua, in Liguria, dove trascorre le vacanze. Ecco le bellezze d’Italia.

Ha nome Lutz Mario Helmig, di mestiere fa l’imprenditore e proprio agli inizi del trascorso maggio 2020 ha donato 2 milioni di euro a Dolceacqua, un bellissimo comune ligure in provincia di Imperia. Mi direte, come mai? E’stato un gesto generoso che contribuira’ a ultimare la costruzione della scuola del paese. Vi sembra poco?  Iniziamo col dire che Helming ama molto l’Italia e soprattutto ama molto il piccolo comune ligure dove trascorre parte delle sue vacanze da oltre vent’anni. Per la struttura la Regione Liguria aveva già investito 4,5 milioni di euro, e lo stesso sindaco Fulvio Gazzola ha detto: […]

  

Intervista a Nicola Salvatore, illustre artista e maestro dell’Arte Contemporanea che da Brera ha innovato l’arte italiana portandola in tutto il mondo.

Illustre Maestro, come leggi e intendi l’arte oggi?                Viviamo in un momento storico di repentini cambi, confusioni e ripensamenti che investono, senza dubbio, l’uomo nella sua complessità. Si avverte nell’uomo una perdita di valori che va sempre più allargandosi e vede sempre più nelle relazioni umane un’assenza di verità,  e una forte presenza di egoismo e di valore economico delle cose. Ci stiamo muovendo in un’epoca che vede l’imperversare delle nuove tecnologie ed anche l’arte e la cultura non sono estranee a questo processo. In tutto questo ciò che accade è una forte perdita della manualità e  spesso mi […]

  

L’avversione della Turchia di Erdogan al Cristianesimo. Ecco le prove tangibili verso i cristiani ormai oppressi.

“Penso a Santa Sofia, e sono molto addolorato”. Sono state queste le  parole, pronunciate a braccio da Papa Francesco al termine dell’Angelus, ieri 12 luglio 2020,  che hanno finalmente rotto il silenzio della Santa Sede sulla riconversione di Santa Sofia, a Istanbul, da museo in moschea. Una decisione fortemente voluta dal presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, che ha annunciato che l’edificio sarà riaperto al culto islamico dalla preghiera del venerdì del 24 luglio. Bruciante  la reazione di numerose e autorevoli voci del mondo cristiano alle quali si è aggiunta quella di Bergoglio. Secondo il Patriarca ecumenico di Costantinopoli Bartolomeo I, […]

  

Il vescovo di Ratisbona Rudolf Voderholzer mette in guardia i cristiani dall’Islam:“Solo falsi cristiani dialogano con l’Islam”.

“Mostrami pure ciò che Maometto ha portato di nuovo, e vi troverai soltanto delle cose cattive e disumane, come la sua direttiva di diffondere per mezzo della spada la fede che egli predicava”, disse Benedetto XVI nella Lectio magistralis di Ratisbona del 2006, citando  Manuele II Paleologo, e  scatenando la furia dei musulmani. Il vescovo Luigi Padovese, vicario apostolico dell’Anatolia, in Turchia, fu assassinato nel 2010 -esattamente 10 anni fa-  dal suo autista al grido di “Allahu Akbar”, mentre tagliava la gola al  vescovo  che era nato a Milano nel 1947. Al processo, l’assassino dichiarò che il vescovo era un […]

  

Erdogan vuole che l’ex basilica di Santa Sofia a Istanbul torni ad essere una moschea. Dal Vaticano a Mosca e a Washington: tutti contro Erdogan per questo insulto alla cristianità.

Santa Sofia, o come la chiamano i turchi, Ayasofya, è il simbolo di Istanbul. Fu edificata da Giustiniano, tra il 532 e 537, ed è un meraviglioso esempio d’arte bizantina. Tra il 1204 e il 1261, Santa Sofia fu sede papale. Nel 1453, sotto la dominazione dell’Imperio Ottomano, venne adibita a moschea. Gli ottomani dotarono la chiesa di quattro minareti, una scuola teologica e una mensa pubblico. Nel 1935, Atatürk trasformò il tempio in un museo.  Adesso la cristinità di tutto il mondo è in subbuglio, mentre Papa Bergoglio non c’è giorno che non faccia la predica televisiva sull’accoglienza ai migranti.  Lo Hürriyet Daily […]

  

Musiche per immagini. Un libro denso, prezioso e coinvolgente del musicologo Roberto Favaro che apre a mondi da scoprire e sognare.

Roberto Favaro è uno studioso impareggiabile, un ricercatore e uno scrittore da sempre impegnato sul fronte della musicologia e sui rapporti di questa con arti affini, come la poesia, le arti visive, l’architettura, le nuove tecnologie dell’arte, ecc. Abbiamo tra le mani il suo ultimo e prezioso libro dal titolo “Musiche per immagini”(Marsilio editore, pp. 186, 2020, Euro 12,50). Lo studioso è professore di  storia della musica presso l’Accademia di Belle Arti di Brera di Milano, dove è anche vicedirettore. Questo libro è una guida all’ascolto di 70 musiche del repertorio classico relative al periodo che va dal Barocco al […]

  

Il Ministero degli Affari Esteri e le sue sedi storiche dall’Unità d’Italia ai nostri giorni. Un libro dell’alto diplomatico Ugo Colombo Sacco di Albiano impagina questa affascinante storia italiana.

Un libro carico di storia, di arte, di cultura, di sapere diplomatico,  quello che l’alto diplomatico Ugo Colombo Sacco di Albiano  ci consegna; un contributo librario che  campiona la storia delle sedi della cosiddetta “Farnesina” o meglio  la ricostruzione dei luoghi e delle sedi  dove si è svolta l’opera del Ministero degli Affari Esteri dall’Unità d’Italia ad oggi. Memoria e patrimonio della diplomazia italiana narrati in ben  326  pagine, dove documenti scritti, interventi  e testimonianze, immagini e architetture delineano un passato glorioso, con  testimoni che raccontano in prima persona il sistema diplomatico, le missioni e le ambasciate italiane sparse in […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2020
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>