Papa Paolo VI e gli Artisti. “TORNIAMO AMICI” è il titolo della grandiosa Mostra alla Galleria d’Arte sacra dei Contemporanei (Gasc) a Villa Clerici a Milano.

18_508_5017_9???????????????????????????????14_007_5006_7205_3101_9303_9302_35

In anteprima ho visitato alla  GASC  Galleria d’Arte Sacra dei Contemporanei di Milano la mostra  ospitata, dal 15 febbraio al 14 aprile 2019;  vi assicuro  di grande significato storico e artistico che documenta la svolta verso l’arte contemporanea di papa Paolo VI, raccontata attraverso le opere degli artisti che gli furono amici. Ed è proprio questa mostra ad avermi fatto rivalutare la figura di questo grande Pontefice  lombardo, che ho frequentato personalmente e che mi ha sempre colpito  per essere stato estremamente colto, fortemente discreto, ed anche caratterialmente tenace e dottrinale. L’esposizione, dal titolo “Torniamo amici”. Paolo VI e gli […]

  

Il giapponese Tetsuro Shimizu vive la pittura come via allo Zen. Una mostra alla Galleria Antonio Battaglia di Milano presenta le ultime opere aniconiche.

7c08834c-89dd-4570-ab5b-1423f62252a2untitledCopertina-catalogo-Tetsuro-Shimizu-300x284Tetsuro_Shimizu,_Barlume_T-1,_2016,_olio_su_tela,_60_x_52_cmimagesVYPTU6BFT__Shimizu,_Anelito_T-2,_2016,_olio_su_tela,_60_x_52_cm

La Galleria Antonio Battaglia di Milano, attiva nel quartiere di Brera, ha inaugurato la prima personale in galleria dell’artista giapponese Tetsuro Shimizu (Tokyo, 1958). In mostra tutte opere pensate per lo spazio che l’artista ha realizzato negli ultimi due anni, lavorando anche su una maquette in scala della galleria. Per interderci calza a proposito la frase di apertura del testo che lo presenta in  catalogo, è una frase di Eraclito (DK54) che dice: “  L’armonia nascosta vale di più di quella che appare”. Shimizu lavora da sempre sulla costruzione del quadro con la sagomatura della tela con telai da lui […]

  

Bruno Munari e i colori della luce. Alla Fondazione Plart di Napoli le opere di uno dei massimi protagonisti dell’arte programmata e cinetica.

02_-FONDAZIONE-PLART-BRUNO-MUNARI-Vetrini-a-luce-polarizzata-1953-Materiali-vari-Courtesy-Miroslava-Hajek-429x42003_-FONDAZIONE.PLART-BRUNO-MUNARI-Vetrini-a-luce-polarizzata-1953-Materiali-vari-Courtesy-Miroslava-Hajek_1-435x4203-Bruno-Munari-696x45904_-FONDAZIONE-PLART-BRUNO-MUNARI-Vetrini-a-luce-polarizzata-1953-Materiali-vari-Courtesy-Miroslava-Hajek-432x42005_-FONDAZIONE-PLART-BRUNO-MUNARI-Vetrini-a-luce-polarizzata-1953-Materiali-vari-Courtesy-Miroslava-Hajek_1-417x42006_-FONDAZIONE-PLART-BRUNO-MUNARI-Vetrini-a-luce-polarizzata-1953-Materiali-Vari-Courtesy-Miroslava-Hajek-400x42007_-FONDAZIONE-PLART-BRUNO-MUNARI-Vetrini-a-luce-polarizzata-1953-Materiali-vari-Courtesy-Miroslava-Hajek-423x42008_-FONDAZIONE-PLART-BRUNO-MUNARI-Vetrini-a-luce-polarizzata-1953-Materiali-vari-Courtesy-Miroslava-Hajek-591x42010_-FONDAZIONE-PLART-BRUNO-MUNARI-Vetrini-a-luce-polarizzata-1953-Materiali-vari-Courtesy-Miroslava-Hajek-423x42016_-FONDAZIONE-PLART-BRUNO-MUNARI-Macchina-inutile-aerea-1947-Bacchette-di-alluminio-colorate-in-testa-Courtesy-Miroslava-Hajek-565x420bruno-munari-fondazione-plart

La Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee, in collaborazione con la Fondazione Plart, nell’ambito dell’edizione 2018 di Progetto XXI, presenta la mostra BRUNO MUNARI. I colori della luce, a cura di Miroslava Hajek e Marcello Francolini, realizzata presso il Museo Plart (Via Giuseppe Martucci 48, Napoli). Progetto XXI è la piattaforma attraverso la quale la Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee si propone, dal 2012, di esplorare la produzione artistica emergente, nella sua realizzazione teorico-pratica, e di analizzare l’eredità delle pratiche artistiche più seminali degli ultimi decenni, nella loro esemplare proposta metodologica. Il progetto intende così contribuire alla produzione e alla […]

  

Giuliano Giuman trionfa con il suo “Amor doppio” in mostra a Palazzo Graziani Baglioni di Torgiano-Perugia.

20180803164659_img_856f7giuliano_giuman4-600x4003-1-600x400POSSIAMOTUTTI E DUE UNO (1)-22-1-600x400amor-doppio

Ho seguito negli anni passo passo il lavoro artistico di Giuliano Giuman, da quando esponeva ed era appoggiato a Milano dalla storica galleria Arte Centro in Via Brera diretta da Fiorella La Lumia, donna illuminata e gallerista di chiara fama. Bene da quegli anni Settanta/Ottanta  Giuliano Giuman  non solo ha innervato nel suo lavoro tutti gli splendori del suo fare informale, ma perseguendo anche una sua unica e virtuosa ricerca  soprattutto sul versante dei materiali. Eccoci dunque a questa recente mostra in corso a Palazzo Graziani Baglioni a Torgiano- Perugia, aperta fino al 6 gennaio 2019,  dal titolo “Amore doppio”, […]

  

Carlo Carrà protagonista fondamentale dell’arte italiana ed europea in una strepitosa mostra a Palazzo Reale a Milano.

Carlo-Carra-Il-bersaglio-Olio-su-tela-cm-75-x-85-Collezione-privata_civita_exhibitions_galleryCarlo-Carra-Composizione-1915-Collage-tempera-gouache-e-carboncino-cm-40-9-x-30-2-Mosca-State-Pushkin-Museum-of-Fine-Arts-Arch.-Fotografico-St_civita_exhibitions_galleryCarlo-Carra-Gentiluomo-Ubriaco-1916-Olio-su-tela-cm-60-x-45-Collezione-privata_civita_exhibitions_galleryCarlo-Carra-I-Nuotatori-1932-Oil-on-canvas-cm-63-5-x-108-5-Augusto-e-Francesca-Giovanardi-Collection_civita_exhibitions_galleryCarlo-Carra-La-musa-metafisica-1917-Olio-su-tela-cm-90-x-66-Milano-Pinacoteca-di-Brera_civita_exhibitions_galleryCarlo-Carra-Vele-nel-porto-1923-Olio-su-tela-cm-52-x-67-Firmato-e-datato-in-alto-a-sinistra-C.-Carra-923-Firenze-Fondazione-di-Studi-di-Stori_civita_exhibitions_gallery

Certamente da non perdersi  – aperta fino al 3 febbraio 2019- a Milano a Palazzo Reale una straordinaria mostra dedicata a Carlo Carrà (1881 – 1966), uno dei più grandi maestri del Novecento, protagonista fondamentale dell’arte italiana e della pittura moderna europea, che ha lasciato un segno indelebile con uno stile che è rimasto vitale in tutta la sua produzione artistica. Si tratta della più ampia e importante rassegna antologica mai realizzata su Carrà, un’occasione irripetibile che vede riunite circa 130 opere, concesse in prestito dalle più importanti collezioni italiane e internazionali, pubbliche e private. Promossa dal Comune di Milano-Cultura, realizzata […]

  

Tefaf Maastricht annuncia la lista degli espositori 2019. TEFAF Maastricht è la Fiera d’arte e antiquariato più importante del mondo.

artobject73artobjectartobject33artobject77artobject56artobject55artobject78artobject98

(inviato nei  Paesi Bassi, 29 dicembre 2018).  L’edizione 2019 di TEFAF Maastricht accoglierà 38 nuovi espositori in seguito a una revisione dettagliata dei protocolli di selezione della Fiera. I 277 galleristi che parteciperanno il prossimo marzo, la cui offerta coprirà ben 7000 anni di storia dell’arte, promettono di offrire ai collezionisti privati e istituzionali opportunità impareggiabili. In particolare, TEFAF è lieta di dare il benvenuto a una nuova selezione delle migliori gallerie di arte moderna e contemporanea, che si uniranno ai superbi espositori già presenti in Fiera. TEFAF Maastricht 2019 avrà luogo dal 16 al 24 marzo 2019 al polo […]

  

I Presepi di Maria Lai. Al Museo Novecento di Firenze i capolavori dell’artista italiana filtrati dalla poesia dell’esistenza.

220px-Maria_lai_da_Ulassai7_112_2008122212463844_Presepe-1984.-Ceramica-filo-su-velluto-legno-acrilico-56x56x21-cm-89-presepi-marialai86109-maria-lai-8720dsc_6153-presepeimg_20171120_150801presepe-stellato-maria-lai44_Presepe-1984.-Ceramica-filo-su-velluto-legno-acrilico-56x56x21-cm-presepe-in-nicchia-maria-lai-1immagine tratta da inventata da un dio distratto19

Il 20 dicembre 2018 il Museo Novecento di Firenze   ha  inaugurato  Room, nuovo spazio espositivo al piano terra, con un progetto dedicato a Maria Lai (Ulassai, 1919 – Cardedu, 2013), una delle più importanti artiste italiane del XX secolo. A quasi cento anni dalla nascita il museo rende omaggio a questa protagonista silenziosa dell’arte contemporanea, con la mostra “L’anno zero” (fino al 28 marzo 2019) dedicata ai presepi in terracotta, pietre, stoffa e legno, uno dei temi più cari all’artista, già presente a Firenze nella monografica Maria Lai. Il Filo e l’infinito, mostra dedicatale questa primavera a Palazzo Pitti. Con i presepi Maria Lai – che […]

  

Robert Mapplethorpe.Coreografia per una mostra al Museo Madre di Napoli fra fotografia e performer. Si illuminano teatralmente esibizioni, sguardi ed erotismo.

1_Phillip_1979_Copyright Robert Mapplethorpe Foundation_Used by permissionMapplethorpe FN 96.4362DH 6/6/004_ThomasAndDovanna_1986_Copyright Robert Mapplethorpe Foundation_Used by permission (2)madre-napoli_robert-mapplethorpe_7-1400x9333_WhiteGauze_1984_Copyright Robert Mapplethorpe Foundation_Used by permissionmadre-napoli_robert-mapplethorpe_6-1400x933madre-napoli_robert-mapplethorpe_5-1400x933madre-napoli_robert-mapplethorpe_5.1-1400x933

Coreografia per una mostra / Choreography for an Exhibition, aperta fino all’8 aprile 2019 al MADRE di Napoli si concentra in modo inedito sull’intima matrice performativa della pratica fotografica di Mapplethorpe, sviluppata, nel concetto e nella struttura di questa mostra, come un possibile confronto fra l’azione del “fotografare” in studio (nell’implicazione autore / soggetto / spettatore) e del “performare” sulla scena (nell’analoga implicazione performer / coreografo / pubblico). Questa “coreografia” espositiva si articola in tre sezioni fra loro connesse. All’inizio un’Ouverture, nella sala d’ingresso e nelle due sale attigue, che ridisegnano lo spazio-tempo del museo infondendogli un’ispirazione teatrale, tesa nel gioco di sguardi fra le due “muse” mapplethorpiane, femminile e maschile, Patti Smith e Samuel Wagstaff Jr. A seguire, nelle cinque sale iniziali e nelle […]

  

Reality 80. Il decennio degli effetti speciali. A Milano-Galleria Gruppo Credito Valtellinese-Refettorio delle Stelline, questo spaccato di anni indimenticabili.

gettyimages-949885724-1024x102484575-_C2_A9Maria-Mulas-Edgarda-Ferri-Giorgio-Armani-Anna-Riva-1987_211_220Gabriele-Basilico_1989_Milano-89A7-50-150x150Mario-De-Biasi-Il-Duomo-da-S-150x1501982-Bagnante-foto-di-Occhiomagico-per-Domus.Salvo-San-giovanni-degli-eremitani-olio-su-tela-cm-130x95-©Antonio-Colombo-Arte-Contemporanea.-150x150NITSCH-Hermann-Senza-titolo-olio-su-carta-1987-Collezione-Credito-Valtellinese.-150x150PANSECA-Sostituzione-dellArc-de-Triomphe-con-sfera-biodegradabile-trittico-serigrafico-Collezione-Creval.-150x150Lire_50000_(Bernini)andy-warhol-fifteen-minutes-of-fame-madonna-jackson-barbie-650x430

Se Umberto Eco in piena Tangentopoli definì gli anni Ottanta come il ‘decennio degli effetti speciali’, REALITY ’80 si potrebbe immaginare come il caleidoscopio visivo dell’epoca. Analogamente al fantasmagorico strumento ottico, la mostra  aperta alla Galleria Gruppo Credito Valtellinese per la cura di Leo Guerra e Cristina Quadrio Curzio con la consulenza scientifica di Valentino Catricalà e Mario Piazza –  si propone come l’avvicendamento in libera sovrapposizione cronologica e tematica di cultura, società, spettacolo, arti, design e grafica della storica e così definita “Milano da bere”. Il tipo di narrazione del progetto espositivo è quello di un intreccio continuo di storie e figure riferibili […]

  

Giacomo Balla e la natura di Villa Borghese a Roma. Una mostra romana celebra il mitico angolo della città eterna.

Giacomo-Balla-Alberi-e-siepe-a-Villa-Borghese-584x590Giacomo-Balla-Villa-Borghese-dal-balcone-590x497Giacomo-Balla-Le-Torri-del-Museo-Borghese-web-429x590Giacomo-Balla-Maggio-web-590x311giacomo-balla-futurismo-616826.610x431giacomo-balla-ponte-della-velocita-600-x-409-600x320

Il Museo Carlo Bilotti – Aranciera di Villa Borghese, situato nel cuore del grande parco romano, è stato certo  il luogo ideale per accogliere questa mostra antologica di Giacomo Balla aperta fino al 17 febbraio 2019. È l’occasione per presentare un focus incentrato esclusivamente sulle opere dipinte nella Villa, con un’indagine sulla prima produzione pittorica dell’artista che, non ancora futurista, è già rivolta allo studio della luce e del colore. La cura della mostra è della  collega storica dell’arte Elena Gigli, studiosa impegnata da anni nella catalogazione dell’opera di Balla. Promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2019