Tony Tedesco novello campione dello spazialismo in mostra a Firenze al Plus Florence. Tracce, segni, spazialità, impronte, materie e colori monocromi ne attestano l’universo.

IMG-20181213-WA0046IMG-20181213-WA0043IMG-20181213-WA0042IMG-20181213-WA004540x50_(2)IMG-20181213-WA0044

La recente mostra al Plus Florence di Firenze dal titolo “Impronte adimensionali”, chiarisce il lungo percorso iniziato fin dagli anni Ottanta del Novecento che Tony Tedesco (Milano 1952) ha avviato proprio nel quartiere di Brera, anzi meglio dire nello storico Bar Giamaica,  e lì da me presentato allora come uno dei giovani artisti in crescita nell’universo artistico contemporaneo. Da allora, per l’appunto, Tony Tedesco ha portato avanti capitoli diversi del suo lavoro, certo con materiali diversi,  anche se tutto avvitato attorno all’adimensionalità, vale a dire a quello sfuggire il perimetro, il recinto, il territorio, per guardare all’infinito, all’aperto, allo spazialismo. […]

  

Mauro Staccioli e la poetica dei contesti. A Milano una mostra allo Storico Liceo Artistico Statale di Brera lo ricorda e lo vive come uno degli scultori italiani più innovativi del secondo dopoguerra.

Mauro-Staccioli-2Mauro-Staccioli-Roma-2011-corten-galleria-Il-Ponte-Firenzeimages11images66images34images2200940-volterra1-850x426imagesSchermata_2018_01_12_alle_13.09.48Biografia-dell-autore-Mau

La prima volta che ebbi modo di conoscere il lavoro di Staccioli è stato  nel 1974, in occasione della mostra a Milano “Presenze e tendenze nella giovane arte italiana” alla Biennale di Milano al Palazzo della Permanente; mostra divisa in dieci sezioni e Mauro Staccioli vi figurava accanto ad Adami, Dangelo, Del Pezzo, Nespolo, Plessi, Pozzati, Trubbiani, Baratella, Umberto Mariani, Isgrò, Carrino, Paradiso, Pardi, Coletta, Marchese, Aricò, Barbanti, Colombo, Bonalumi, Castellani, Pinelli, Verna, Matino, e altri ancora. Poi il suo percorso artistico, umile, colto, profondo, geometrico e razionale, minimale, monumentale pur sfuggendo all’effetto tutto effimero  del monumentalismo, innervato sulle direzioni […]

  

Armando Marrocco, artista concettuale, vero sciamano dell’arte contemporanea. In mostra alla Galleria Vigato di Alessandria sue opere che attraversano tutti i movimenti del secondo Novecento.

Marrocco_A_52x365cm_1980_tmsucartone_rottasudsudest-226x300Marrocco_A_leportedeldestino_1976_tmsutavola_sdMarrocco_A_lisoladelcavaliereardente_435x435cm_1973_sd-300x300cavalieri-ardentixMarrocco_A_250x270cm_1978_tmsutela_X_Michetti-300x278

La mostra di Armando Marrocco (Galatina-Lecce 1939),  artista illustrissimo  e di chiara fama  come amo definirlo, in corso alla Galleria Vigato-Arte Contemporanea di Alessandria, sempre attenta nella scelta delle figure dell’arte contemporanea da proporre lascia vivere  sensibilmente lo spaccato di una storia quale quella di Armando Marrocco che giovanissimo è giunto a Milano nei primissimi anni ’60 del Novecento trovandosi così coinvolto nei più importanti movimenti artistici dell’epoca. La mostra, aperta fino all’8 dicembre 2018   si tiene con il patrocinio della Città di Alessandria e di “850 anni Alessandria”(1168-2018),esposizione sicuramente “storica” -aggettivo da sottolineare-  perchè riunisce opere ed esemplari  delle […]

  

Loi di Campi illuminato campione dell’estroflessione in mostra al Plus Berlin di Berlino. Grandi opere monocrome che brillano fra regole, utopie e stile lineare dell’arte.

325 OLTRE LA SUPERFICIE cm 70x50x4-2018-TM320 OLTRE LA SUPERFICIE cm50x50x3-2018-TM323 OLTRE LA SUPERFICIE cm 50x40x3-2018-TM319 OLTRE LA SUPERFICIE cm50x50x3-2018-TM324 OLTRE LA SUPERFICIE cm70x50x3-2018-TMIMG_8623

E’ da qualche tempo che il nome e l’arte estroflessa di Loi di Campi attraversa il mondo dell’arte italiana ed internazionale, lasciando sorpresi collezionisti ed esperti del settore. Ora si aggiunge la bellissima mostra che l’artista italiano sta tenendo già da qualche mese, di questo intenso 2018, al Plus Berlin di  Berlino, nella bellissima Sala Hoffmann. L’interesse suscitato sulla stampa tedesca e sulle strutture artistiche, vale a dire gallerie e musei, che vivono le ricerche più ardite e più avveniristiche, lascia pensare che Loi di Campi nel campo della spazialità e dell’estroflessione appartiene oggi di diritto  e soprattutto in bell’evidenza  […]

  

Mauro Staccioli alle Terme di Caracalla a Roma. Monumentali sculture che parlano con i luoghi.

80273-11_-_SSABAPRoma_photo_Caricchia_Giovinazzoe37b3c_664957752e5f4c9095fcca320a26dd08~mv2e37b3c_3910761a6399489cac3064f801167153~mv2e37b3c_c14bc9e4bd684de6b4d1db85e17ad51a~mv2e37b3c_145ecce91e1d4d9f92bea9922b3cf60c~mv2e37b3c_8bc2e88db359459d9104413ea32ebe98~mv280107-2_SSABAPRoma_photo_Caricchia_Giovinazzocover7

Le Terme di Caracalla accolgono le sculture monumentali di “Mauro Staccioli. Sensibile ambientale”, la prima grande retrospettiva dedicata all’artista toscano dopo la sua scomparsa all’età di 80 anni lo scorso primo gennaio. Promossa dalla Soprintendenza Speciale di Roma in collaborazione con la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma, l’Archivio Mauro Staccioli e con Electa, la mostra ripercorre le diverse fasi creative dello scultore, la sua ricerca inesausta, la sua volontà di rapporto tra scultura e ambiente.La mostra prorogata fino al 4 novembre 2018, lascia vedere  ventisei opere di Staccioli che si confrontano con i monumentali spazi delle Terme di Caracalla e […]

  

Le sculture di Andrea Viviani in mostra alla Rocca Flea di Gualdo Tadino. Un mondo di ceramiche policrome nel segno di Picasso e Fontana.

unnamed-591-625x44516IMV rame giallo f1 50X50X17018 nebulosa primaverile18 Meteore in fiore 218 lungo letto rosso 7IMG_20180909_21150618 dream garden 2(1)18 Ring aperto 318 Paesaggio fluviale crist 2(1)14Rock flower f1 50X50X225

Con un numero di circa 90 sculture l’artista Andrea Viviani (Tione di Trento,1970) è in mostra   nelle suggestive sale del Museo Civico Rocca Flea di Gualdo Tadino (Perugia), nel cuore dell’Umbria dove la ceramica ha trovato nei secoli preziose testimonianze. La personale che ha per titolo “Lost in Ceramics” lascia intendere il giardino fiabesco che l’artista trentino muove con l’arte del plasmare e del cuocere,  un po’ fiabe delle “arti del fuoco”. Da anni  Andrea Viviani opera sul crinale dell’arte contemporanea e ha  stilato fino ad oggi non solo  capitoli interessanti, ma ha lasciato vedere mostre di alto livello capaci […]

  

Il colore assoluto di Claudio Verna.Da Cardi Gallery a Milano uno dei maestri della Pittura Analitica.

20160226_125923_52C13354IMG_050770260_invito VERNA MILANO (1200x1200)-696x385unnamed(50)IMG_0556IMG_0474-590x332

La Pittura Analitica degli anni Settanta vive oggi un   rinnovato interesse da parte sia della critica che del mercato. Una spinta forte che ha lasciato traccia  ormai da  un decennio e muove anche il mercato internazionale. Il gruppo raccoglie i nomi di Luciano Bartolini, Carlo Battaglia, Enzo Cacciola, Paolo Cotani, Giorgio Griffa, Marco Gastini, Paolo Masi, Claudio Olivieri, Claudio Verna, Elio Marchegiani, Vittorio Matino, Carmengloria Morales, Pino Pinelli, Riccardo Guarnieri, Gianfranco Zappettini e i precursori Rodolfo Aricò e Mario Nigro.  Ora dopo la mostra retrospettiva che la Cardi Gallery di Londra ha dedicato a Claudio Verna (Guardiagrele, 1937) dal 24 […]

  

Riccardo Gusmaroli e le nuove ritualità dell’arte. Alla Galleria Violarte di Galliate-Novara una preziosa mostra di un artista in pole position.

1141 Lombardia piegata 148x156 Pubblicato27082 Sardegna 88x471213 Emilia Romagna 80x12026068 Vortice argento su nero 132x140

La galleria Violarte di Galliate (Novara), diretta da Vittorio Viola, e da sempre attenta nella scelta e nella selezione di artisti di primaria importanza nazionale e internazionale, proponendosi  anche con uscite istituzionali prestigiose italiane ed  europee,   ha impaginato negli spazi della sua  vivace officina d’arte la mostra personale di Riccardo Gusmaroli(Verona 1963), con un prezioso catalogo e testo che ne attualizza il lavoro esposto. Gusmaroli è oggi una figura di primaria importanza nello svolgersi e nella ritualizzazione dell’arte contemporanea, capace com’è stato di imporsi fra gli emergenti e i nuovi-nuovi  a motivo di una sua natura sperimentale. La mostra presenta […]

  

Rebecca Horn espone a Napoli allo Studio Trisorio. Racconta l’esistenza umana, l’agire del tempo e l’energia del cosmo.

exibartsegnala20185919342Rebecca Horn_Passing the Moon of Evidence

Presso lo Studio Trisorio in via Riviera di Chiaia 215, a Napoli, aperta fino al 10 settembre 2018,  una  viva -dico viva- mostra personale di Rebecca Horn dal titolo “Passing the Moon of Evidence”. Mi preme osservare che il lavoro che da tempo svolge lo Studio Trisorio è di altissimo livello, con una variegata schiera di artisti di chiara fama che impiantano i loro ultimi lavori in mostre che sono capitoli vitali dell’arte contemporanea in movimento. Sono  esposte sei nuove sculture meccaniche di grandi e medie dimensioni e disegni di vario formato in cui la Horn continua a indagare i […]

  

L’occhio filosofico. Una quadreria di nomi dell’arte più all’avanguardia in mostra allo Studio A Arte Invernizzi di Milano.

01_Occhio filosofico 2018_A arte Invernizzi04_Occhio filosofico 2018_A arte Invernizzi06_Occhio filosofico 2018_A arte InvernizziATT105_Occhio filosofico 2018_A arte Invernizzi03_Occhio filosofico 2018_A arte Invernizzi02_Occhio filosofico 2018_A arte Invernizzi

Vede e analizza meglio l’arte l’occhio dello Storico dell’Arte contemporanea, o l’occhio del poeta, o l’occhio  del critico d’arte,  o l’occhio del filosofo? Per la grande lezione che mi porto dietro da decenni e dalla illustre Scuola di Giulio Carlo Argan da cui provengo, rispondo che è meglio l’occhio  dello Storico dell’Arte e soprattutto quello di grande esperienza. Spesse volte nei testi dei filosofi puri ho trovato un giro di parole che non dicono nulla, e dunque testi che non aprono e segnano percorsi  d’arte. Dicono, ma non so cosa, come quel filosofo che ci parlò a suo tempo  di […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2019