Altolà di Firenze a Jan Fabre. L’artista tedesco dissemina vermi e animali morti nella culla del Rinascimento Italiano.

Jan-Fabre-Firenze-2016-24Jan-Fabre-Firenze-2016-38-150x150Jan-Fabre-Firenze-2016-23Jan-Fabre-Firenze-2016-04-150x150Jan-Fabre-Firenze-2016-08-150x150image1Jan-Fabre-Firenze-2016-35Jan-Fabre-Firenze-2016-26

                    Vento forza 12. Tempesta su Firenze e sul sindaco Nardella. La scatena la presenza dell’artista Jan Fabre( notizia ripresa http://www.ilcovile.it)con la mostra inaugurata  in tre siti (Piazza della Signoria, Palazzo Vecchio e Forte di Belvedere) e la performance nella notte  tra  venerdì  22 e sabato  23 aprile  2016. La performance ripresa dalle telecamere  ha simulato il movimento di un verme  di fronte ai grandi  capolavori in Piazza della Signoria. Performance disgustosa  che dice tutto e niente, pietosa e impietosa fra le opere dei grandi del Rinascimento. E come storico presente […]

  

La storia dell’omosessualità al Deutsches Historisches Museum di Berlino. Emarginazione e provocazione tingono l’arte del XX secolo.

PaaE_Homosexuality_ies_1PaaE_Homosexuality_ies_7PaaE_Homosexuality_ies_8PaaE_Homosexuality_ies_12

“Homosexuality ies” è la mostra presso il Deutsches Historisches Museum e Schwules Museum (stilizzata come Schwules Museo) di Berlino. L’esposizione multi-sede ripercorre la storia di omosessuali e di identità queer nel corso degli ultimi 150 anni; anzi si possono ritrovare tutti gli elementi di una storia -storica e scientifica- fino ad oggi mai raccontata. La sezione del Museo Deutsches Historisches si concentra su momenti di svolta nella liberazione gay all’interno dello stato tedesco, occupandosi dalla “Constitutio Criminalis Carolina” del 1532 che condannava al rogo i colpevoli di atti contro natura”, alla lettera del 1868 in cui per la prima volta […]

  

Gli artisti tedeschi della Biennale di Venezia cancellano il nome della loro patria e solidarizzano con la Grecia.

german-pavilion-greece

“Germoney”. Una bandiera greca, con questa scritta in carattere “greco”, ma i soldi sono quelli che la ricca Germania prenderà dai poveri abitanti del Peloponneso. Stavolta a scendere in piazza contro le misure di austerità e l’allucinante terzo prestito, sono gli artisti del padiglione tedesco alla Biennale di Venezia: Jasmina Metwaly, Olaf Nicolai, Philip Rizk, Hito Steyerl, e Tobias Zielony, insieme a un numero di dipendenti della Biennale, hanno appeso la bandiera sopra l’ingresso del padiglione tedesco, coprendo il nome “Germania”. Il messaggio è stato presto svelato tramite la pagina facebook di uno degli artisti, vale a dire Hito Steyerl: […]

  

Arte e vino in 170 capolavori in mostra alla Gran Guardia di Verona.

arte-e-vino-verona-8arte-e-vino-verona-5arte-e-vino-verona-depisisarte-e-vino-verona-4mostra-verona-vino-artearte-vino-verona-4-poussin-baccanalearte-vcino-verona-5-rubensarte-vino-maestro-mesiarte-vino-longhiarte-e-vino-verona-tiepolo

Grappoli, calici che si intrecciano in brindisi ideali, in segno di comunione e di fratellanza , cascate di tralci e di pampini, Cristo che sottrae la vite e il suo frutto al Tempo assicurandone l’eternità; putti vendemmianti, menadi e satiri in travolgenti processioni e Bacco ebbro, Bacco in Trionfo, Bacco con Arianna, Bacco giovane e bello oppure vecchio e disfatto dal bere e dagli eccessi; e poi la fatica dell’uomo, il lavoro nei campi, il raccolto e il risvolto bucolico e agreste; il ciclo delle stagioni, il senso della terra, il rito del convivio, la gioia della festa, la “natura […]

  

Hans Richter e la storia delle avanguardie del ‘900. Al Museo d’Arte Lugano una mostra celebra l’illustre artista tedesco.

                         La lunga e movimentata esistenza di Hans Richter è strettamente intrecciata alle vicende storiche e artistiche del secolo scorso, che lo hanno visto collaborare e dialogare con alcuni tra i principali esponenti dell’arte di quel tempo, da Marcel Duchamp a Kazimir Malevic, da Theo van Doesburg a Kurt Schwitters, da Max Ernst a Sergej Ejzenštejn.Dopo gli esordi espressionisti nella Berlino dei primi anni dieci, tra il 1916 e il 1918 Richter è stato, accanto a Tzara, Ball, Arp e Janco, uno dei protagonisti della straordinaria stagione del Dadaismo zurighese e negli anni immediatamente successivi uno dei pionieri del cinema […]

  

Il Crocifisso di Cividale e la scultura lignea nel Patriarcato di Aquileia al tempo di Pellegrino II (secoli XII e XIII). Una mostra a Cividale del Friuli ne svela inediti capolavori.

Di eccezionale valore storico e interesse  non  comune la mostra che si tiene  presso il Museo Nazionale di Palazzo de Nordis a Cividale del Friuli (oggi sito Unesco) fino al 12 ottobre 2014.  L’esposizione nasce da un’indagine scientifica decennale avviata sulla scultura lignea di epoca tardoromanica (secoli XII e XIII) nell’Alto Adriatico e nelle Alpi centro-orientali. Lo studio si è orientato in particolare sulle opere degli antichi domini del Patriarcato di Aquileia, di cui l’imponente Crocifisso del Duomo di Cividale costituisce la testimonianza più illustre, un autentico capolavoro che, già venerato fin dalle origini,  è divenuto  prototipo per altri esemplari […]

  

Tre tedeschi alla Galleria Antonio Battaglia di Milano. Dorsch, Lohrmann e Scheue-Hagenmuller, esemplari significativi dell’arte europea.

                      La Galleria Antonio Battaglia di Milano fa vivere nel suo ormai storico spazio, in collaborazione con la Galerie Bertrand Kass di Innsbruck, opere anche di significante misura di tre artisti tedeschi, vale a dire Walter Dorsch, Andrea J. Lohrmann e Lilo Scheuer-Hagenmüller. Alla base del lavoro dei tre artisti vi è la volontà di coinvolgere lo spettatore da più punti di vista e con tecniche diverse. Walter Dorsch, attraverso le sue fotografie e le sculture con le quali il visitatore può interagire, ci pone di fronte al grande tema della condizione umana, giocando sul rapporto tra chi siamo e […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2020