Pino Pascali e la sua straordinaria storia artistica in mostra a Venezia-Palazzo Cavanis in occasione della 58.ma Esposizione Internazionale d’Arte.

Pino-Pascali-Gruppo-di-Attrezzi-agricoli-1968-Galleria-Nazionale-Roma_523x30090239-unnamed_4_103437103438Pino-Pascali-Botole-ovvero-Lavori-in-corso-1967.-Galleria-Nazionale-Roma-561x420Pino-Pascali-Ricostruzione-della-balena-1966.-Collezione-privata-Milano-561x420unnamed-1-590x46502-590x47090239-unnamed_4_unnamed-2-590x455

                                                                                                                                In occasione della 58. Esposizione Internazionale d’Arte – La Biennale di Venezia curata da Ralph Rugoff la Fondazione Pino Pascali di Polignano a Mare presenta “Pino Pascali – Dall’Immagine alla Forma”, una mostra che, a cinquant’anni dalla scomparsa dell’artista – tra i massimi protagonisti della Pop Art e dell’Arte Povera italiana – propone una lettura inedita e sorprendente della sua produzione, accostando l’indagine fotografica a quella scultorea e filmica. Pino Pascali e la fotografia: una nuova indagine sull’opera dell’artista grazie al ritrovamento di 160 scatti stampati tra il 1964 e il 1965, a Napoli e a Roma. Ora in […]

  

Franco Marrocco e “l’eco del boscoH2O reperti” è il nuovo capitolo a tema ambientale come citazione del mondo, in mostra alla Galleria Il Chiostro di Saronno.

eco-del-bosco-h2opiccolaL-eco-del-bosco-2015_Franco-Marrocco

Mirato alle traversie contemporanee dell’ambiente, osssessivamente deturpato, con una citazione visiva  tesa al recupero e salvataggio del mondo, Franco Marrocco porta in scena “L’Eco del bosco H2O Reperti” che  è il titolo della mostra che presenta una serie di nuove opere del ciclo “L’eco del bosco”, tema dedicato dall’artista alla “memoria” del mondo naturale e alle suggestioni sonore della sua pittura. L’esposizione si tiene alla Galleria Il Chiostro arte contemporanea a  Saronno, ed è aperta fino al 29 giugno 2019. Mi pare che da qualche tempo Franco Marrocco abbia iniziato a vivere un capitolo artistico ed espressivo tutto teso in […]

  

Gianni Cella, eroe italiano del postmodern. Una mostra singolarissima e colta dell’artista lombardo alla Galleria Antonio Battaglia di Milano.

7d74bdac-3b87-499d-9372-e2941653ed26291c242d-f4d4-43ea-9de9-b9b4230b275086d07e0e-f85b-4552-a156-5088444dcabf

Maschere e poi totem e non solo, è così che sorprende non poco la bella mostra di Gianni Cella, illustre docente dell’Accademia di Belle Arti di Brera, aperta  fino al 15 giugno 2019 alla Galleria  Antonio Battaglia nel quartiere  breriano  a Milano, luogo  sempre di novità e di storicizzazioni.  Maschere che ammiccano, che fanno sberleffi, sono pronte ad accogliervi e a calarvi immediatamente in un  mondo che non è quello delle forme e delle costrizioni che la società contemporanea impone. Con uno sguardo volto anche a culture esotiche, africane, americane, il lavoro di Gianni Cella si nobilita proprio per il […]

  

Aya Ben Ron nel Padiglione di Israele alla Biennale di Venezia 2019. Sensazionale la clinica degli abusi in famiglia con “Il Field Hospital X”.

indexIMG-201--1024x681Padiglione-IsraeleE0147315-1CD8-4C18-B2F2-73FB0D21920D-696x471israele-b

Field Hospital X (FHX) è un’istituzione internazionale e itinerante ideata da Aya Ben Ron. Si tratta di un’organizzazione il cui scopo è indagare il modo in cui l’arte può agire e reagire di fronte a problemi sociali e valori corrotti. FHX nasce con l’intento di creare un ambiente sicuro in cui proiettare No Body, un video di Ben Ron che parla di abusi famigliari e racconta altre storie che meritano di essere ascoltate. Ispirandosi alla struttura e alla pratica degli ospedali, delle assicurazioni sanitarie e dei centri di cura, offre uno spazio in cui le voci messe a tacere possono […]

  

Leonor Antunes trionfa nel Padiglione Portogallo alla 58ma Biennale di Venezia 2019.

7_Facade-Central-Pavilion2_Photo-by-Italo-Rondinella_Courtesy-of-La-Biennale-di-Venezia-696x464xleonor-antunes-1.600x0.jpeg.pagespeed.ic.IPLwcnSO-rLeonor_Antunes_1LA_0499_s_crophqdefault

Il viaggio di Leonor Antunes(Lisbona 1972) attraverso le stanze del proprio personale museo modernista prosegue da anni con instancabile coerenza e senso di consapevolezza della contemporaneità. “Leonor Antunes: a seam, a surface, a hinge, or a knot”, è questo il titolo del progetto espositivo del Padiglione Portoghese,  curato dall’ex direttore del Museu de Serralves di Porto João Ribas,  ed  ospitato all’interno di Palazzo Giustinian Lolin, sede della Fondazione Ugo e Olga Levi Onlus. L’artista portoghese realizza delle strutture che intendono rendere omaggio ad alcune importanti figure dell’architettura e design veneziano quali Carlo Scarpa, Franco Albini, Franca Helg, Egle Trincanato e […]

  

Hrafnhildur Arnardóttir / Shoplifter è l’artista che rappresenta il Padiglione islandese alla Biennale di Venezia 2019. Immaginario e cultura pop svelano il ritorno alle origini, alla natura.

o-1-1024x683TIME BOMB : THE 25TH ANNUAL WATERMILL CENTER SUMMER BENEFIT & AUCTION, PRESENTED BY VAN CLEEF & ARPELSHrafnhildurArnardottirShoplifter-Nervescape-VII-National-Gallery-of-Iceland-2017-photo-by-FrostiGnarrHrafnhildurArnardottirShoplifter-Nervescape-VII-National-Gallery-of-Iceland-2017-photo-by-FrostiGnarr2HrafnhildurArnardottirShoplifter-NervescapeV-2016-QAGOMA-Brisbane-Photo-By-Natasha-Harth2HrafnhildurArnardottirShoplifter-NervescapeV-2016-QAGOMA-Brisbane-Photo-By-Natasha-Harth3HrafnhildurArnardóttirShoplifter-Nervelings-Nordic-Impressions-At-Phillips-Collection-2018-Photo-by-Albert-TingHrafnhildurArnardottirShoplifter-Nervescape-at-Clocktower-with-Kria-Brekkan-2012-Photo-by-Michal-JurewiczHrafnhildurArnardottirShoplifter-NervescapeIV-2015-Momentum-Nordic-Biennial-Moss-Norway

Come quasi ogni anno il Padiglione Islandese stupisce!  E tanto! Quest’anno, sotto la curatela di Birta Gudjónsdóttir, è presentata “Chromo Sapiens – Hrafnhildur Arnardóttir / in arte Shoplifter” presso un ex magazzino alla Giudecca; lo spazio ospita al suo interno una caverna di capelli, colori e musica metal. L’artista sembra quindi ricostruire uno spazio cavernoso attraverso del materiale di fabbrica proveniente dal suo studio. La riproduzione di queste forme organiche vuole evocare il desiderio di tornare alla natura in una cultura moderna che è sopraffatta dall’artificio. L’opera di Shoplifter si inserisce in quell’immaginario spesso fantastico che siamo abituati a vedere […]

  

Helen Frankenthaler.Pittura/Panorama, 1952–1992 a Palazzo Grimani in Santa Formosa a Venezia in occasione della Biennale di Venezia 2019.

154774-004-3DB00596Gagosian-18-03-03-590x34288101-unnamedF3D71660-8310-4E0F-AB19-74AA78128FCB-590x496palazzo grimani venice74530_unnamed(2) (1200x491)-696x3851D96720A-7233-48D2-8DAC-AAD40506116E-590x4723E5CDA4D-4D5F-437D-B968-BC3ED0AC65C3-e1552516599968-441x5901960-Italian-Beach-1024x84237594D9E-86C2-4FAB-B5B9-D939A5A02E18-590x441992CA812-AEE7-4719-9E0C-FC3666A95F89-590x470

La Helen Frankenthaler Foundation e Venetian Heritage hanno costruito per la 58ma Biennale di Venezia 2019 dandone  ampio e documentato  risalto   la mostra PITTURA/PANORAMA. Paintings by Helen Frankenthaler, 1952–1992, esposizione di dipinti di Helen Frankenthaler provenienti dalla collezione della fondazione a lei intitolata. L’opera della  Frankenthaler torna così a Venezia dopo l’apparizione nel padiglione degli Stati Uniti della 33a Biennale di Venezia, nel 1966, attraverso una mostra monografica di quattordici quadri che offriranno una panoramica su quarant’anni di carriera dell’artista. L’esposizione si concentrerà sulla relazione tra i concetti di pittura e panorama elaborati da Frankenthaler attraverso l’interazione tra lavori che sembrano esser stati dipinti su cavalletto, seppur realizzati stendendo la tela […]

  

Renate Bertlmann e il Padiglione Austria alla 58ma Biennale di Venezia 2019. E’ il trionfo della sessualità.

Felicitas-Thun-Hohenstein-Renate-Bertlmann-Gernot-Blumel.-Photo-Renate-AignerMamas-Darling11.-Renate-Bertlmann_Corpus-Impudicum-Arte-Domitum_1984-copyrenate-bertlmann-945148download-1

E’ la  prima donna a rappresentare l’Austria nella storia della Biennale di Venezia, Renate Bertlmann (Vienna 1943) settantacinquenne, artista femminista d’avanguardia, che da oltre mezzo secolo indaga il ruolo sociale di genere, sesso e spiritualità da una prospettiva per l’appunto femminista. Basti pensare alla sua criticità radicale, con la volontà di marcarsi  su un percorso pericolosissimo e l’assunzione  anche dei rischi per via dei suoi lavori rivoluzionari, ironici e regolarmente banditi da musei e istituzioni fin dagli anni 70. Il padiglione austriaco è stato curato da Felicitas Thun-Hohenstein. Occorre sapere che durante la carriera, lunga 50 anni, la Bertlmann ha affrontato argomenti come […]

  

Gunther Forg a Venezia per la 58ma Biennale di Venezia. A Palazzo Contarini Polignac in mostra uno dei più significativi artisti tedeschi della generazione del secondo dopoguerra, tra astrazione e espressionismo.

Screenshot-91E836DE3E-9E52-48D3-9FAF-1225D994B55A-960x45060035541_2699167410154007_6570638271628443648_n-1-443x59090413-FORG-96381-hires_12DB9E6E-7418-4BF5-BB12-1BEC57505824-1024x86859706298_2728418763839088_3176713929887842304_n-443x5903BE9E6B5-AB16-4CC5-9B61-08C8EBA17F82-684x102459786260_393407761501535_6587158158957871104_n-443x590

Il Dallas Museum of Art (DMA)  presenta la mostra di Günther Förg (1952-2013), che è stata  ospitata nello storico Palazzo Contarini Polignac a Venezia durante la Biennale Arte 2019, ed  aperta fino al 23 agosto 2019. Evento Collaterale ufficiale della 58. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia, Förg in Venice fa seguito a Günther Förg: a Fragile Beauty, la prima mostra americana in oltre trent’anni dedicata all’artista, organizzata nel 2018 dal Dallas Museum of Art in collaborazione con lo Stedelijk Museum di Amsterdam. Realizzata in stretta cooperazione con l’Estate di Günther Förg, Förg in Venice mette in mostra oltre […]

  

La Musa di Luca Pignatelli. A Pietrasanta i capolavori rappresentanti eroi della mitologia greca e romana in mostra alla galleria Poggiali.

82273-Testa_femminile_2016_tecnica_mista_su_tela_cerata_240_x_170_cm

Dopo la grande personale allestita al Piano Nobile degli Uffizi (in occasione della donazione del suo Autoritratto per l’omonima collezione della Galleria) e l’esperienza alla Biennale di Venezia del 2017, dove aveva esposto i primi grandi lavori su tappeti persiani al mitico teatro La Fenice, l’artista lombardo Luca Pignatelli (Milano, 1962) torna a presentare una serie di nuovi lavori su telone ferroviario, il supporto che lo ha contraddistinto fin dagli esordi, nella project room della Galleria Poggiali di Pietrasanta. Il progetto si intitola Musa ed ha un sapore di reminiscenza, sintesi tra il riferimento alla mitologia classica e allusione letteraria all’ispirazione della produzione non […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2019