Le mummie di Firenze e il viaggio verso l’immortalità. Reperti e oggetti in mostra nel Museo Archeologico Nazionale di Firenze.

Sarcofago di Padimut_1069-656 a.C.Mummia di donna di epoca romana I-II sec. d.CPapiro funerario di Epoca Tolemaica_332-30 a.C.Statua del sacerdote Henat_525-404 a.C.Testa di mummia_656-332 a.C.Cassetta per ushabti di Nekhtamontu_1550-1070 a.C.

Stefano Casciu, Direttore del Polo museale della Toscana, Maria Cristina Guidotti, Curatrice della Sezione “Museo Egizio” del Museo Archeologico Nazionale di Firenze, e Eugenio Martera, CEO e Direttore Generale di Contemporanea progetti s.r.l., hanno inaugurato la mostra “Mummie. Viaggio verso l’immortalità”, realizzata da Contemporanea Progetti s.r.l., in esposizione negli spazi per mostre temporanee del Museo Archeologico Nazionale di Firenze fino al 2 febbraio 2020. Il progetto della mostra è nato nel 2000, da un’idea di Maria Cristina Guidotti, che ne è anche la curatrice scientifica, in occasione di uno studio sulle mummie della sezione “Museo Egizio” del Museo Archeologico Nazionale di […]

  

Il modello nero da Géricault à Matisse. Al Musée d’Orsay di Parigi in mostra l’affascinante iconografia che identifica la “negritudine”.

01.-Benoist_Portrait-de-Madeleine02.-Delacroix_Aspasie07.-Cordier_Homme-du-Soudan-françaisbig.jpgggg18.-Vallotton_Aïcha06.-Carpeaux_Pourquoi-naître-esclaveA32212.jpg17.-Douanier-Rousseau_Charmeuse-de-serpentgriot-mag-olympia-manet-mosra-donne-neri-museo-dorsay-parigi-le-model-noir-1024x683griot-mag-il-modello-nero.-da-gericault-a-matisse-e-la-mostra-di-cui-cera-bisogno-jeanne-duval-manet-1024x822modello-nero-orsay-9-590x443modello-nero-orsay-8-500x590

Con  un approccio veramente multidisciplinare, tra storia dell’arte e storia delle idee, questa mostra si concentra sulle problematiche estetiche, politiche, sociali e razziali, oltre che sull’immaginario sotteso alla rappresentazione delle figure nere nelle arti visive, dall’abolizione della schiavitù in Francia (1794) fino ai nostri giorni. Pur offrendo una prospettiva d’insieme, essa si sofferma in particolare su tre periodi cruciali: l’era dell’abolizione (1794-1848), il periodo della Nuova pittura fino alla scoperta, da parte di Matisse, del Rinascimento di Harlem e, infine, i primordi delle avanguardie novecentesche e le successive generazioni di artisti post-bellici e contemporanei. Organizzata in collaborazione con la Wallach […]

  

Balla, Boccioni e Depero. I Futuristi e il sogno della modernità in una mostra ai Musei civici di Domodossola.

domodossola_pal_san_francescoART_domodossola.futurismoTullio-Crali-Le-forze-della-curva-1930-olio-su-cartone-Mart-Museo-di-Arte-Moderna-e-Contemporanea-di-Trento-e-Rovereto8_MGZOOM0Benedetta-Cappa-MarinettiVelocità-di-motoscafo-1922-olio-su-tela-Galleria-darte-Moderna-Roma91909-unnamed_1_Giacomo-Balla-Velmare-o-Mare-cielo-vele-1919-olio-su-tela-Reggio-Emilia-collezione-Credemr_810x810_img-20190621-wa000612_MGZOOM1Umberto-Boccioni-Ritratto-dellavvocato-Carlo-Caetani-1907-olio-su-tela-Collezione-Fondazione-Cariverona-Verona1-khvF-U31201750794337umC-656x492@Corriere-Web-Torino

I Musei Civici di Palazzo San Francesco hanno riaperto  i battenti con una grande mostra dedicata al Futurismo, per raccontare un’epoca d’oro della città di Domodossola, scaraventata nel pieno della logica futurista e coinvolta nell’immaginario della modernità. Ai piedi delle Alpi sono arrivati  oltre settanta capolavori di Giacomo Balla, Umberto Boccioni, Fortunato Depero, Gerardo Dottori, Tullio Crali e tanti altri artisti in dialogo con le affascinanti sculture delle donne ossolane in abiti d’epoca, la prima macchina immatricolata nella Provincia di Novara e l’aeroplano dell’aviatore peruviano Geo Chávez che compì la mirabolante impresa della prima transvolata delle Alpi, sorvolando i cieli […]

  

Gli Assiri all’ombra del Vesuvio. Esaltante e suggestiva mostra al MANN di Napoli.

assiri-640x42090-Statue-Romane-nascoste-nei-depositi-finalmente-esposte-al-MANNAssiri-Bassorilievo-6qsifzc2i9mhu6jx295ml1ctmo8ywccp8xqh3dv4hpwGli-Assiri-allombra-del-Vesuvioassiri-4-701x42892465-Assiri_1

                                                                                                                                                      Un suggestivo percorso ad anello, che diviene un viaggio nella storia alla scoperta di una grande civiltà antica: se è quanto mai attuale il dibattito sulla tutela dei beni culturali in aree di crisi, la mostra “Gli Assiri all’ombra del Vesuvio” visitabile  al MANN (Museo Archeologico  Nazionale di Napoli) fino  al prossimo 16 settembre  2019, punta simbolicamente i riflettori sulla regione dell’Assiria, che rappresentava la fascia territoriale dell’alto Tigri in corrispondenza della parte settentrionale dell’odierno Iraq.  Su quel lembo di terra, dall’Ottocento in poi, si concentrarono le ricerche di intellettuali ed antiquari, che gettarono le basi per la costituzione […]

  

Brera Accademia Aperta — Strepitoso Evento Inaugurale a cura del Prof. Roberto Favaro Vicedirettore dell’Accademia di Brera. Quinta edizione 2019. Concerto Multimediale. Sinestesie. Musica e Video Mapping tra sperimentazione e impegno civile.

2878-5267MilanoPalBreraBrera-Museum-milan083704504-936520b5-ee14-4851-8ca8-a616ca54e6c8ListenerVidolin-smalls200_giovanni.cospito.jpg_oh_678c077b63734a757fd5b4a5a865aab6_oe_574348f9

BRERA ACCADEMIA APERTA.  Gran Concerto giovedì 11 luglio 2018 ore 22.00 nel Cortile d’Onore dell’Accademia di Brera.  Aleksander Skrjabin, Prométhée, le “Poème du feu” op. 60, trascrizione di Gabrio Taglietti per 4 fiati, 5 archi, 3 percussionisti, 2 pianoforti e video mapping Alessandro Melchiorre, Unreported, pocket opera per soprano, voci recitanti, ensemble, elettronica e video mapping su testo di Daniele Del Giudice A completare il denso programma di inziative legate ad Accademia Aperta e ad arricchirne la giornata inaugurale, viene proposto un momento performativo e spettacolare con il concerto multimediale previsto per le ore 22.00 di giovedì 11 luglio presso […]

  

La maniera italiana. Due maestri, il Bertoja e il Mirola, da Parma alle Corti d’Europa. La mostra al Labirinto del Masone è il preludio di Parma Capitale Italiana della Cultura 2020.

image_thumbnail.aspxLabirinto-FMR-Castelli-DucatoPHOTO-2019-04-15-13-55-05PHOTO-2019-04-15-13-55-05-4Mostre: 'La maniera emiliana', Labirinto della MasoneFontanellato-Rocca-1-700x499

Sono due grandi maestri del secondo Cinquecento Emiliano, Jacopo Zanguidi detto il Bertoja (1540-1573) e Girolamo Mirola (1530/35-1570), i protagonisti della mostra al Labirinto della Masone aperta al pubblico fino al 30 luglio 2019. Due artisti eccezionali e misteriosi che contribuirono, insieme a Correggio e Parmigianino, loro illustri predecessori, a fare del Cinquecento parmense uno dei capitoli più raffinati e significativi dell’arte di tutti i tempi. L’esposizione, intitolata “La Maniera Emiliana. Bertoja, Mirola, da Parma alle Corti d’Europa”, vede per la prima volta riunite una settantina di opere, il nucleo pressoché completo dei lavori noti dei due artisti. Disegni, dipinti, […]

  

La Madonna di Benois, uno dei capolavori giovanili di Leonardo da Vinci è a Perugia nella Galleria Nazionale dell’Umbria. Un eccezionale prestito dall’Ermitage di San Pietroburgo.

Madonna BenoisMadonna BenoisMadonna BenoisMadonna BenoisLa-Madonna-Benois-nel-suo-allestimento-poco-prima-della-Rivoluzione-Russa-del-1917.-San-Pietroburgo-Museo-Statale-Ermitage-579x420

L’appuntamento, una delle iniziative che celebrano il quinto centenario della morte del genio fiorentino, propone un interessante confronto con le opere di Perugino della Galleria. Dal 4 luglio al 4 agosto 2019, Perugia è teatro di uno straordinario appuntamento d’arte. Alla Galleria Nazionale dell’Umbria, infatti, arriva la Madonna Benois,  uno dei capolavori giovanili di Leonardo da Vinci, proveniente dall’Ermitage di San Pietroburgo, che torna in Italia dopo 35 anni dalla sua unica esposizione. L’appuntamento, una delle iniziative che celebrano il quinto centenario della morte del genio fiorentino, ha vissuto  un momento preliminare alla Pinacoteca di Fabriano, dal 1° al 30 […]

  

Verrocchio, il maestro di Leonardo. Retrospettiva su una delle figure simbolo del Rinascimento a Firenze -Palazzo Strozzi e al Museo Nazionale del Bargello. Un evento straordinario.

8.6BGSC 115Andrea del Verrocchio, Incredulità di San Tommaso, Firenze, Chiesa e Museo di Orsanmichele - Foto Claudio Giusti(1)???????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????2.93.23.33.5

Prima grande retrospettiva dedicata a una delle figure simbolo  del Rinascimento, la mostra riunisce capolavori di Verrocchio e dei più famosi artisti dell’epoca. Fino  al 14 luglio 2019 Verrocchio, il maestro di Leonardo   presenta per la prima volta a Palazzo Strozzi, con una sezione speciale al Museo Nazionale del Bargello, straordinari capolavori di Andrea del Verrocchio, a confronto serrato con opere capitali di precursori, artisti a lui contemporanei e discepoli, come Desiderio da Settignano, Domenico del Ghirlandaio, Sandro Botticelli, Pietro Perugino, Bartolomeo della Gatta, Lorenzo di Credi e Leonardo da Vinci. Nel 2019 si celebra il cinquecentesimo anniversario della morte di […]

  

Tutti i colori dell’Italia ebraica, narrata con l’arte del tessuto, in mostra alle Gallerie degli Uffizi (Sala magliabechiana) a Firenze.

Fig. 17IMG_6260Fig. 16IMG_6231IMG_6238Fig. 2019/9 sinagoga 002

La storia degli ebrei italiani osservata da una prospettiva inedita e cromaticamente caleidoscopica, quella dell’arte del tessuto; la mostra è  “Tutti i colori dell’Italia ebraica”,  accolta  fino  al 27 ottobre  2019 nell’aula magliabechiana della Galleria degli Uffizi di Firenze. In una mostra inedita circa 140 opere, tra arazzi, stoffe, addobbi, merletti, abiti, dipinti ed altri oggetti di uso religioso e quotidiano, presentano per la prima volta la storia degli ebrei italiani attraverso una delle arti meno conosciute, ossia la tessitura, che nel mondo ebraico ha sempre rivestito un ruolo fondamentale nell’abbellimento di case, palazzi e luoghi di culto. Ne emerge […]

  

La memoria del governo pontificio a Bologna. Il nuovo scenario del portale web “Storia e memoria di Bologna” navigabile da un tablet consultabile nella Sala Urbana delle Collezioni Comunali d’Arte in Palazzo d’Accursio.

3_Sala_Urbana(1)?????????????????????????????????????????????????????1_Sala_Urbana(1)2_Sala_Urbana(1)???????????????????????????????sala-urbana-05

È dedicato al periodo del governo pontificio il nuovo scenario del portale web “Storia e Memoria di Bologna” navigabile, con un’applicazione multimediale creata appositamente, da un tablet consultabile nella Sala Urbana delle Collezioni Comunali d’Arte, il monumento situato nel cuore di Palazzo d’Accursio che si racconta in modo più coinvolgente e interattivo portando il pubblico al centro della storia. Con le sue altissime pareti fittamente decorate da 188 stemmi araldici, è uno dei luoghi che racchiude la più alta concentrazione simbolica per le vicende della storia di Bologna dal XIV al XVIII secolo e da oggi si racconta al pubblico […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2019