Winckelmann e il Museo Capitolino nella Roma del Settecento. Qui è il Tesoro delle Antichità di Roma. E’ adesso il tempo delle celebrazioni winckelmanniane.

Johann_Joachim_Winckelmann_(Raphael_Mengs_after_1755)72457-image003670X350_001_80monumento-Winck

“Vivo come un artista e come tale sono accolto nei luoghi dove ai giovani è permesso di studiare, come nel Campidoglio. Qui è il Tesoro delle antichità di Roma e qui ci si può trattenere in tutta libertà dalla mattina alla sera”.   È il 7 dicembre del 1755 ed è con queste parole che Johann Joachim Winckelmann, giunto a Roma da appena tre settimane grazie a una borsa di studio conferita dal principe Elettore di Sassonia, descrive a un amico la sua prima visita al Museo Capitolino, il primo museo pubblico d’Europa, luogo in cui il vitale rapporto con l’Antico può essere coltivato […]

  

Capriccio e Natura, l’Arte nelle Marche del secondo Cinquecento. Nei musei Civici di Macerata la bellezza nei secoli d’oro dell’arte tra ‘500 e ‘600.

imagemailimmagini.quotidiano.net884cad6af2-418d-49c0-95f8-8be4560f3b8fimmagini.quotidiano.net 12immagini.quotidiano.netimmagini.quotidiano.net7immagini.quotidiano.net79immagini.quotidiano.net09immagini.quotidiano.net6

Ecco una mostra di rilievo, italiana, che affronta l’arte fra secoli d’oro; ha per titolo “La mostra Capriccio e Natura: Arte nelle Marche del secondo Cinquecento. Percorsi di rinascita”, coglie l’occasione del temporaneo trasferimento ai Musei civici di Palazzo Buonaccorsi a Macerata dei dipinti della Chiesa di Santa Maria delle Vergini a Macerata per un ripensamento completo di quel cantiere e del suo ruolo nello svolgere artistico nelle Marche alla fine del XVI secolo. Dallo straordinario punto di osservazione maceratese la visuale si apre poi ad abbracciare la pluralità affascinante di presenze artistiche nell’intera regione fra Cinque e Seicento, illuminando […]

  

Pienza celebra Papa Pio II al secolo Enea Silvio Piccolomini. Il Papa che trasformò il luogo natio nella “città ideale” del Rinascimento.

loc 30x4505_Cortile Pal PiccolominiPalazzo piccolomini foto1

Per il secondo anno consecutivo, su iniziativa della Società Esecutori Pie Disposizioni, in collaborazione con Opera-Civita, a Palazzo Piccolomini si celebra l’anniversario della nascita di Enea Silvio Piccolomini, nato nell’antico borgo di Corsignano-Pienza  il 18 ottobre 1405 e salito al soglio pontificio col nome di Pio II. Alla metà del XV secolo, il papa trasformò il luogo natio nella “città ideale” del Rinascimento affidando il progetto a Bernardo Rossellino, che  attraverso le moderne osservazioni sulla prospettiva dette alla città un nuovo assetto urbanistico, architettonico e decorativo in dialogo con il paesaggio della Val d’Orcia. Gli eventi in programma tra settembre […]

  

Giorgione e le stagioni del sentimento tra Venezia e Roma nel ‘500, in mostra nella capitale sia a Palazzo Venezia che a Castel Sant’Angelo.

?????????????????????????????????????????????????????????????????????????64583-01-202-e1496311800365

“Labirinti del cuore. Giorgione e le stagioni del sentimento tra Venezia e Roma” è una mostra romana, aperta fino al 17 settembre 2017, costruita intorno ad un capolavoro di Giorgione “ I due amici”; un doppio ritratto ormai da tempo considerato da gran parte della critica come uno dei capisaldi del maestro di Castelfranco, ma ancora poco noto rispetto alla sua straordinaria rilevanza, come punto di svolta epocale nella ritrattistica italiana del primo Cinquecento. Rispetto ai precedenti, non solo veneti, si contraddistingue infatti per un’inedita sintesi di elementi che ne fanno l’archetipo di una nuova idea del ritratto, che intende sottolineare lo […]

  

“Lucrezia romana. La virtù delle donne da Raffaello a Reni” alla Galleria Nazionale di Parma – Complesso Monumentale della Pilotta.

29b4bd6e614373a41ec6cd0c8e74c77546aa64dIMG20160924094531776_900_700index65index99907_locandina-copia-210x300Tiziano-Vecellio-Il-suicidio-di-Lucrezia

Esempio di virtù domestiche e familiari, inconsapevole ed involontaria ragione degli appetiti altrui, modello di alta dedizione alla Patria ed eroina dei diritti umani di libertà ed autodeterminazione, Lucrezia vibra nelle opere pittoriche, da Cranach a Raffaello, da Parmigianino a Reni, di una fascinazione che attraversa i secoli ed è anche per la contemporaneità un’occasione di riflettere sulla violenza, fisica e morale, contro le donne di oggi. La mostra “Lucrezia romana. La virtù delle donne da Raffaello a Reni”, che si tiene al Complesso Monumentale della Pilotta  fino  all’8 gennaio 2017, attraverso una galleria di capolavori, da Raffaello sino a Guido Reni […]

  

Arturo Dazzi lo scultore fascista che rese grande l’arte italiana. Nel cinquantesimo della scomparsa una grande mostra a Roma fa luce al suo lavoro.

images3(WEB)(OK)-8---Codogno---MonBigio_Bresciaimages7$_1thCAS4WH2A6d5470d94dc2d73f9eb519617dcb8f0cc5ab325

A cinquant’anni dalla scomparsa di Arturo Dazzi (Carrara 1881- Pisa 1966), la Fondazione Villa Bertelli, il Comune di Forte dei Marmi e il Comune di Carrara organizzano una mostra dedicata allo scultore toscano, promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali. Con il patrocinio del Senato della Repubblica, del MIUR – Ministero dell’Istruzione e della Ricerca, del MIBACT – Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e della Regione Toscana, l’esposizione  si tiene  nel Casino dei Principi di Villa Torlonia, a Roma, ed è  aperta fino al 29 gennaio 2017. La […]

  

L’Accademia di San Luca e gli artisti francesi. Le Accademie a confronto e in mostra a Palazzo Carpegna a Roma, per celebrare i 350 anni dell’Accademia di Francia.

roma-parigi-accademie-a-confronto-laccademia-di-san-luca-e-g_01thumb_17655__itemDXroma-parigi-accademie-a-confronto-laccademia-di-san-luca-e-g_04-200x200images-vernice-fresca-201610121653-3433-f330x0

L’Accademia Nazionale di San Luca, istituzione italiana di tangibile e preziosa cultura  ha dato il via  alla mostra “ROMA-PARIGI. Accademie a confronto. L’Accademia di San Luca e gli artisti francesi”, a cura di Carolina Brook, Gian Paolo Consoli e Susanna Pasquali, mostra che, accogliendo l’invito francese a celebrare i 350 anni dell’apertura dell’Accademia di Francia a Roma, ripercorre le tappe fondamentali dei rapporti intercorsi tra le due istituzioni dal diciassettesimo al diciannovesimo secolo. L’esposizione, organizzata nella sede dell’Accademia Nazionale di San Luca a Palazzo Carpegna, in concomitanza con la mostra allestita a Villa Medici 350 ans de création, les artistes […]

  

Le stanze segrete di Sgarbi in mostra a Osimo. La collezione del critico, esempio unico di bellezza, di storia, di raffinatezza, di vera cultura.

13335653_1649135868742002_418742229506697786_n13335802_1646803388975250_6209944145457404886_n13521868_1662405887415000_1568986280018596581_n13237592_1637351413253781_7328094273640453801_n13659134_1670846126570976_4786221476126520231_n13537790_1662981580690764_7407980291799237945_n13775889_1676049496050639_5757579657640336943_n13934893_1684039901918265_8744433576246858406_nsafe_image

In un antico casale, calato come una sorta di paradiso terrestre nella Pianura Padana, si è negli anni portata a compimento una collezione   di eccezionale valore. E’ da questo capitale di bellezza ed economico che nasce la mostra che ha per titolo le “stanze segrete” di Vittorio Sgarbi, evento unico, mirabile, preziosissimo, partita proprio da qui, dai  27 ambienti dove il collega critico Sgarbi conserva la sua immensa e bellissima collezione d’arte: oltre 4 mila opere, una raccolta mai mostrata al pubblico italiano e nota soltanto agli estimatori d’arte suoi amici di casa. Ora immaginate un po’ cosa sono i […]

  

Lorenzo de Carris e i pittori eccentrici nelle Marche del primo Cinquecento. Al Museo Piersanti di Matelica una esposizione singolare.

03-Baldo-de-Sarofini-Musiculturaonline-253x30057d51b5612eb1d4524e8b07a40648bfa4091751clorenzo-de-carris-madonna-bambino201604261530182892ai4u4181ok02-Luca-Signorelli-Musiculturaonline-225x30005-Venanzio-da-Camerino-e-Piergentile-da-Matelica-Musiculturaonline-200x300

Attraverso la selezione accurata di pitture e sculture che vanno dal 1490 alla metà del Cinquecento, la mostra racconta l’arte nelle Marche del Rinascimento maturo e si snoda lungo un percorso cronologico e stilistico che accosta le opere di Lorenzo de Carris a quelle dei suoi contemporanei coma Luca Signorelli, Cola dell’Amatrice e Vincenzo Pagani. Lorenzo di Giovanni, che dal 1502 viene chiamato anche il Giuda (Matelica 1465/66- Macerata 1555 ca.)., era di origine slava e nacque a Matelica tra il 1465 e il 1466, la sua prima opera è una pala d’altare commissionata per la famiglia Turelli e destinata […]

  

Venere incontra Venere. I capolavori del Botticelli, impareggiabile inno alla bellezza, in mostra alla Galleria Sabauda dei Musei Reali a Torino.

Venere-incontra-Venere-Galleria-Sabauda-1024x768veneresocial8Nascita-di-Venere_particolare

                Ben pochi conoscono le due gemelle, “diverse” ma vicine, alludo alle due “veneri gemelle” le Veneri del Botticelli; osservatele in mostra o già nell’immagine qui riportata, si specchiano una nell’altra. “Venere incontra Venere”, è il titolo riferito a questa eccezionale mostra-confronto allestita presso gli spazi della Galleria Sabauda dei Musei Reali aperta fino al 18 settembre 2016. E’ un inno impareggiabile alla donna, alla bellezza, alla femminilità, alla grazia. Trattasi di due opere ispirate alla dea della bellezza che Botticelli dipinse con la collaborazione della sua intera bottega. Oltre alla celebre “La […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2018