Papa Paolo VI e gli Artisti. “TORNIAMO AMICI” è il titolo della grandiosa Mostra alla Galleria d’Arte sacra dei Contemporanei (Gasc) a Villa Clerici a Milano.

18_508_5017_9???????????????????????????????14_007_5006_7205_3101_9303_9302_35

In anteprima ho visitato alla  GASC  Galleria d’Arte Sacra dei Contemporanei di Milano la mostra  ospitata, dal 15 febbraio al 14 aprile 2019;  vi assicuro  di grande significato storico e artistico che documenta la svolta verso l’arte contemporanea di papa Paolo VI, raccontata attraverso le opere degli artisti che gli furono amici. Ed è proprio questa mostra ad avermi fatto rivalutare la figura di questo grande Pontefice  lombardo, che ho frequentato personalmente e che mi ha sempre colpito  per essere stato estremamente colto, fortemente discreto, ed anche caratterialmente tenace e dottrinale. L’esposizione, dal titolo “Torniamo amici”. Paolo VI e gli […]

  

La pittura a Verona dal 1570 alla peste del 1630. Bottega, Scuola, Accademia. Capolavori straordinari in mostra al Museo di Castelvecchio di Verona.

Pittura-Verona-1570-163037964518DC1887A864142F2722E7E7329B72D538CEBFD00FF851C6E5D565963E0931E2FF0047C7B87C9BD12A1C3A501901 Bottega scuola accademia mostra castelvecchio07 Bottega scuola accademia mostra castelvecchioc0d6ee1b0d10 Bottega scuola accademia mostra castelvecchio05 Bottega scuola accademia mostra castelvecchio

È una pittura coloratissima e comunicativa, quella che fino  al 5 maggio 2019 , propone “Bottega, Scuola, Accademia. La pittura a Verona dal 1570 alla peste del 1630”, in sala Boggian al Museo di Castelvecchio, a cura di Francesca Rossi e Sergio Marinelli. “La stagione culturale autunnale veronese si arricchisce di un nuovo importante appuntamento – sottolinea l’assessore alla Cultura Francesca Briani. Arte e storia si incontrano per raccontare, attraverso le opere pittoriche esposte, un momento di particolare creatività artistica del nostro territorio. Un’intensità produttiva che, tra il ‘500 e il ‘600, ha portato alla realizzazione di capolavori straordinari. Un’ampia […]

  

Oscar Marziali il francescano nella Terra dei Fioretti. Una straordinaria mostra nelle Cantine del Bramante a Loreto.

davBlogImage.ashxCartolina-OK-2017-pag1-e1487162798105manifesto_marziali-1024x862Marziali-San-Francesco-riceve-le-stimmateMostra-Marziali-2-2-500x334site_gallery_20180423_173013

Tra fine 2018 e inizio 2019 esposta presso le Cantine del Bramante della Delegazione Apostolica di Loreto la mostra “Oscar Marziali nella Terra dei Fioretti”, pittore marchigiano definito come “francescano” in quanto da sempre affascinato dal carisma di San Francesco d’Assisi. Egli raffigurò molte scene ambientate nella cosiddetta “Terra dei Fioretti”, ovvero le Marche, dove il francescanesimo si è rapidamente diffuso e si è fortemente sviluppato, caratterizzato da una particolare vicinanza con il sentire popolare. La mostra a Loreto, di carattere antologico e con secondo polo espositivo a Monte San Pietrangeli, paese natale dell’artista, rappresenta un importante evento per far […]

  

Le incisioni di Valentino Vago esposte alla Biblioteca dell’Accademia delle Belle Arti di Brera. Uscito anche il Catalogo Ragionato della produzione grafica dell’artista.

VAGO-copertina-590x5881952_53 ESTATE 031955-Duomo-590x43144513354269551956-contadini-08-455x59021B9F9FB-A30B-4AC0-911D-83CE3A6260E1-960x450untitleduntitled

Inaugurata lo scorso 24 ottobre2018 -ed aperta fino al 19 gennaio 2019- negli spazi della Biblioteca dell’Accademia delle Belle Arti di Brera la mostra “Incisioni (1952-1959)” rende omaggio alla ricerca artistica di Valentino Vago (Barlassina 1931 – Milano 2018) presentando un corpus di oltre quaranta incisioni ad acquaforte rieditate nel 2014 a partire dalle lastre originali realizzate dall’artista nel corso degli anni Cinquanta. Il restauro delle lastre e la stampa sono stati curati dalla Stamperia d’Arte Pilar Dominguez. L’esposizione, ideata in collaborazione con l’Archivio Valentino Vago, indaga a largo raggio  la produzione incisoria del maestro di Barlassina. Vago si  è […]

  

Il Genio di Leonardo da Vinci alla Biblioteca Ambrosiana di Milano. Quattro mostre lo celebrano a 500 anni dalla sua scomparsa.

leo01De Agostini Picture Library VB000057De Agostini Picture Library VB000065De Agostini Picture Library VB000143De Agostini Picture Library VB000398De Agostini Picture Library VB001715De Agostini Picture Library VB002137

Il 2019 è l’anno di Leonardo da Vinci. In occasione delle celebrazioni per i cinquecento anni dalla sua scomparsa, la Veneranda Biblioteca Ambrosiana di Milano valorizza così il suo patrimonio di opere di Leonardo, tra i più importanti al mondo, e degli artisti della sua cerchia, con quattro mostre di alto profilo scientifico. Il ciclo, programmato dal Collegio dei Dottori della Biblioteca Ambrosiana e curato dai maggiori esperti del genio toscano, è patrocinato dal Comitato Nazionale e dal Comitato Territoriale per le celebrazioni dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci. Partner ufficiale della Biblioteca Ambrosiana è Fondazione Fiera […]

  

Le rose di Arturo Vermi. Una straordinaria raccolta di opere tra poesia, bellezza, mistero e amore alla Leo Galleries di Monza.

287aa29bf00-f361-11e8-9aa1-3dda9c965bad-rimg-w300-h300-dc544637-gmirvermi

E’ proprio da uno degli artefici del gruppo “Cenobio” (Arturo Vermi, Agostino Ferrari, Angelo Verga, Ugo La Pietra, Ettore Sordini ed anche Raffaele Menster che abbandonò prestissimo il gruppo) movimento attivo a Milano negli anni 1962/‘63 attorno allo sperimentalismo segnico del dipingere; vale a dire Arturo Vermi  che negli anni Ottanta del Novecento  e in anni di sperimentalismo figurale – vedi la Transavanguardia-  si proponeva di richiamare lo spettatore a meditare sulla relazione tra immagine e parola  in termini logici e semeiotici,  elaborando così un’immagine naturale che gli ruotava attorno quotidianamente, da essere usata come linguaggio e mimesi, di pensiero […]

  

Tefaf Maastricht annuncia la lista degli espositori 2019. TEFAF Maastricht è la Fiera d’arte e antiquariato più importante del mondo.

artobject73artobjectartobject33artobject77artobject56artobject55artobject78artobject98

(inviato nei  Paesi Bassi, 29 dicembre 2018).  L’edizione 2019 di TEFAF Maastricht accoglierà 38 nuovi espositori in seguito a una revisione dettagliata dei protocolli di selezione della Fiera. I 277 galleristi che parteciperanno il prossimo marzo, la cui offerta coprirà ben 7000 anni di storia dell’arte, promettono di offrire ai collezionisti privati e istituzionali opportunità impareggiabili. In particolare, TEFAF è lieta di dare il benvenuto a una nuova selezione delle migliori gallerie di arte moderna e contemporanea, che si uniranno ai superbi espositori già presenti in Fiera. TEFAF Maastricht 2019 avrà luogo dal 16 al 24 marzo 2019 al polo […]

  

Metlicovitz. I Manifesti di un pioniere della Pubblicità, al Civico Museo Revoltella di Trieste.

Mostra_Metlicovitz_Triestemetlicovitz_distillerieitalianemetlicovitz_sognovalzermetlicovitz_ilragnoazzurrometlicovitz_madamabutterflymetlicovitz_inaugurazionesempionemetlicovitz_lasera

150 anni fa nasceva a Trieste, figlio d’arte, Leopoldo Metlicovitz (1868-1944) , uno dei maestri assoluti del cartellonismo italiano. Suoi sono decine di manifesti memorabili, dedicati a prodotti commerciali e industriali, ma anche a grandi eventi come l’Esposizione internazionale di Milano del 1906, a famose opere liriche (Madama Butterfly, Manon Lescaut, Turandot) e a film dell’epoca del muto (primo fra tutti Cabiria, storico precursore del kolossal). Assieme ad artisti quali Hohenstein, Laskoff, Terzi e al più giovane concittadino Marcello Dudovich, Metlicovitz (che di quest’ultimo fu il “maestro”) operò per decenni alle Officine Grafiche Ricordi di Milano, dopo un avvio come […]

  

Depositi di Capodimonte. Storie ancora da scrivere. Aperto a Napoli il forziere delle meraviglie al Museo e Real Bosco di Capodimonte.

86063-03-casciaro_paesaggio_OA7740_0271ceramica2-420x455calcedonio_reina_ragno_chiostro_0405bde_maria_il_voto_0380bciardo_notturno_leccese_0396bman-franceseforse-fruttierA-CON-PUTTI-DANZANTIpostiglione_monaca_adorazione_0448

Nell’immaginario collettivo i depositi sono universi chiusi, sotterranei polverosi, custodi impenetrabili di tesori nascosti e ignorati, spesso associati al mito e al mistero. Si originano dalle scelte fatte dagli uomini, identificano un’epoca e, attraverso la selezione delle opere, rendono possibile rintracciare un gusto, una ragione storico artistica, una esigenza conservativa. Nonostante la vastità dello spazio espositivo – 15.000 mq organizzati in 126 sale – anche il Museo di Capodimonte conserva parte della sua collezione in cinque depositi medi e grandi che conservano opere di ogni tipo, importanti, con attribuzione incerta, in condizioni conservative precarie. Tra queste vi sono, ad esempio, la collezione di oggetti esotici del Capitano James Cook […]

  

L’amore materno nell’arte moderna da Previati a Boccioni. Una mostra straordinaria ai Musei Civici di Verona

17.11.1.SONY DSC10.18.2_-814x1024generico-508379_660x368maternita-verona-pelizza-volpedo

Il tema della maternità, in un momento nodale nell’arte italiana fra Otto e Novecento, è al centro della mostra “L’amore materno alle origini della pittura moderna, da Previati a Boccioni” proposta dai Musei Civici di Verona negli spazi della Galleria d’Arte Moderna Achille Forti, aperta fino  al 10 marzo 2019. “La mostra, curata da Francesca Rossi e Aurora Scotti – ha dichiarato  l’assessore alla Cultura Francesca Briani –, è testimonianza dell’importante e proficua collaborazione tra i musei veronesi e i Musei Civici di Milano, il Mart di Rovereto e il Banco BPM. Inoltre, conferma l’impegno dell’amministrazione a sostenere iniziative culturali […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2019