Vilipendio al Tricolore. Il Museion di Bolzano e l’artista Filippo Berta denunciati in Procura per vilipendio alla bandiera italiana. Uno sfregio all’identità nazionale.

00_Titoloqualcuno-pensi-bandiera-esposto-contro-opera-berta-museion

Nell’arte contemporanea ci sono artisti, anzi sedicenti artisti,  che si danno delle arie solo perchè sbeffeggiano in modo improprio  miti e santi, per non dire Cristo e la Bandiera della propria patria. In realtà i lavori di questi non hanno nulla a che fare con l’arte vera. Beh, qualche nome che mi viene subito in mente per il passato, Giuseppe Veneziano che giocherella con Cristo in Croce e la  Santissima Vergine Maria e arrivò persino a realizzare il ritratto di Oriana Fallaci decapitata dall’Islam. Cose oscene per non dire pessime; niente arte. Adesso è la volta  di un certo Filippo […]

  

Queer British Art 1861 – 1967: l’arte LGBTQI, ovvero l’arte gay in mostra alla Tate Britain di Londra.

David-Hockney-Life-Painting-for-a-Diploma-1962.-Yageo-Foundation-©-Yageo-Foundation.-Courtesy-TateAngus-McBean-Quentin-Crisp-1941.-Stampa-al-bromuro-dargento.-National-Portrait-Gallery-Londra.-©-Angus-McBean-National-Estate-e-Portrait-Gallery-Londra.-Courtesy-TateHenry-Scott-Tuke-The-Critics-1927.-Olio-su-tavola-412-x-514-cm.-Warwick-District-Council-Leamington-Spa-UK.-Courtesy-TateDuncan-Grant-Bathing-1911.-Olio-su-tela-2286-x-3061-cm.-©-e-courtesy-Tate-561x420Keith-Vaughan-Drawing-of-Two-Men-Kissing-1958–73.-Tate-Archive-©-DACS-The-Estate-of-Keith-Vaughan.-Courtesy-Tatefa75659e-c08c-42cc-b93f-2bd258280057646c70a8-0877-4214-a29d-e9993c3676f5791cf1df-9d98-41e5-bd31-c34684d852b56d647ebe-fe66-45d2-af56-173b6487ff3e3346e9ea-1775-412e-bff6-a014ec4c5ae8

La mostra londinese segna un significativo  anniversario, ovvero i 50 anni dalla depenalizzazione parziale dell’omosessualità in Inghilterra e Galles. La mostra raccoglie pezzi importanti di artisti di ogni genere ed orientamento sessuale dipinti tra il 1861 e il 1871, e non solo perché vi appaiono anche opere che datano fino agli anni Sessanta del Novecento: accanto a lavori più privati ed intimi ci sono opere destinate al grande pubblico e che hanno contribuito a sviluppare un forte senso di comunità quando i termini “gay” “lesbica” e “bisex” si facevano strada nel riconoscimento pubblico della società inglese. Fondamentale qui è l’utilizzo del termine […]

  

The Young Pope/ La mostra a Napoli a Palazzo Reale. Omaggio al Premio Oscar Paolo Sorrentino.

The-young-Pope-mostra-Sorrentino-2The-Young-Pope-in-mostra-a-Palazzo-Reale-di-Napoli-640x360-640x3602362684_1656_popeyoung-pope-mostraImmagine-7

Presso il Palazzo Reale di Napoli (fino al 13 giugno)  è in corso una intrigante   mostra  che presenta in anteprima 38 grandi foto che raccontano la prima regia televisiva del Premio Oscar Paolo Sorrentino la serie-evento  del 2016 con Jude Law e Diane Keaton, creata e diretta da Paolo Sorrentino. L’evento dal titolo “ The Youg Pope/ la mostra”, storia in immagini  di un set, propone le foto di Gianni Fiorito ed è a cura di Maria Savarese.  Nel percorso della mostra ci sono immagini di personaggi, scene, ricostruzioni del più grande evento televisivo dell’anno, tutto materiale realizzato sul set […]

  

“Totò, che spettacolo!” Una grande mostra a Napoli – Palazzo Reale, in occasione del cinquantenario della scomparsa del maestro delle “smorfie”.

bb6350138059e47590848933e7ca31d940456c82totò-6757ae1d7a72e71874bad5b44a4749d320a8e698a3

A ricordare il  cinquantenario della scomparsa del grande Antonio de Curtis, in arte Totò, avvenuta il 15 aprile 1967, un profluvio di scritti, di articoli, di celebrazioni  per darne illustre memoria ed è proprio  la città di Napoli  ad ospitare  la mostra monumentale “Totò, che spettacolo”, voluta dall’Associazione Antonio de Curtis, promossa e  organizzata dal Comune di Napoli in collaborazione con le maggiori istituzioni culturali del paese, l’Istituto Luce, il Polo Museale della Campania – Palazzo Reale, la RAI, la Siae – Società italiana degli Autori ed Editori, con il contributo di Rai Teche e dell’Archivio Centrale dello Stato. La […]

  

“Paradise:Faith” di Ulrich Seidl, capolavoro del regista austriaco, finisce in Tribunale per vilipendio e offese alla religione di stato.

paradise_faith-poster2hero_ParadiseFaith-2013-1SEIHOP025-e1370624971542paradise faithmaxresdefaultfe_2images

VENEZIA.  E’   finito in Tribunale Paradise: Faith, il film del regista austriaco Ulrich Seidl, vincitore del Premio Speciale della Giuria alla Mostra del cinema di Venezia del 2012, che fece parlare di sè in particolare per una scena nella quale la protagonista, interpretata dall’attrice Maria Hofstatter, si masturba con un crocifisso. Il regista, certamente grande,  non ha perso la passione per la provocazione e per i progetti scomodi. Tutto è partito da un esposto  dell’avvocato  Pietro Guerini, presidente nazionale del Comitato No194 e dell’omonima associazione,  in cui si ipotizzano i reati di vilipendio alla religione di Stato e offese alla […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2018