La fotografia e le sue tecniche. Dal dagherrotipo al digitale. Una mostra per il 180° anniversario della nascita della fotografia si tiene al Museo della Tecnica Elettrica (MTE) a Pavia con la supervisione dell’Università.

Collezione-Ambrotipo-3Collezione-CianografiaCollezione-Stampa-allalbumina-Ritratto-femminileCollezione-Diapositiva-su-vetro-2-Edizioni-Vasari-Roma-Carro-a-vinoCollezione-Ferrotipia-1-gruppoCollezione-Stampa-ai-sali-dargento-su-carta-politenata-Eliio-Loxardo-ritratto-femminile

La storia della fotografia, l’invenzione che quest’anno festeggia il suo 180° compleanno, è sempre stata frutto di emozioni, ricerche, innovazioni infinite che non si fermano né conoscono frontiere, passando da arte riservata a pochi a mezzo di comunicazione universale. La fotografia si basa su due grandi principi, quello estetico-creativo e quello tecnologico ma se la sua storia si è giustamente identificata con quella dei grandi autori che l’hanno realizzata, meno attenzione è stata riservata alla straordinaria evoluzione delle sue tecniche.  È dunque nell’ottica di raccontare proprio le tecniche che ne hanno segnato la crescita della fotografia che il Museo della […]

  

Yann Arthus-Bertrand, il fotografo ambientalista presenta immagini de “La terra vista dal cielo”. Una straordinaria mostra al Castello di Postignano-Perugia,uno dei borghi più belli d’Italia.

??????yab_jJfUMY0.image_corps_article220px-Yann_Arthus-BertrandLEGANERD_03961717128-iharaynalgerievueduciel_bigARTHUS_BERTRAND_Yann_2009_Home_8YANN ARTHUS BERTRANDf17354eb-813d-44fd-a24e-3cd43fbc5ac5imageLa-lezione-della-Laudato-si-.-Yann-Arthus-Bertrand-Solo-una-rivoluzione-spirituale-ci-salvera-dal-riscaldamento-climatico_articleimage

Grande successo per l’inaugurazione della mostra fotografica di Yann Arthus-Bertrand che si è tenuta sabato 4 maggio 2019 a Castello di Postignano (PG), dalle ore 18.30, nell’ambito dell’ottava edizione della manifestazione culturale “Un Castello all’Orizzonte”. Il pubblico presente, arrivato anche da fuori regione, ha potuto ascoltare il grande fotografo, ambientalista e accademico di Francia che ha “raccontato” una ad una le sue opere. Yann Arthus-Bertrand è stato presentato da Pietro Del Re. L’esposizione, che presenta 46 immagini della terra scattate dall’alto, potrà essere visitata  fino al 16 giugno 2019 negli appartamenti Sabbioneta e Assisi nei seguenti orari: tutti i giorni, […]

  

Il francese Claude Monet ritorna in Liguria. A distanza di 135 anni del suo soggiorno tra Bordighera e Dolceacqua, una mostra celebra il viaggio in Riviera a Villa Regina Margherita(Bordighera) e al Castello Doria (Dolceacqua) con opere lì realizzate.

Villa Regina Margherita_esterno 2_ph Claudio GavioliINVITO_preview stampa_Monet in Riviera_29aprDolceacqua_Castello Doria 4????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????

“Ho l’impressione che farò cose meravigliose”.  Dopo 135 anni dal soggiorno di Monet in Riviera, tornano a Bordighera e Dolceacqua tre dipinti del grande artista francese nel luogo dove furono realizzati. Nella rivisitazione di questa avventura artistica, Monet è protagonista insieme a un territorio straordinario, definito da lui stesso un “paese fiabesco”. Un percorso espositivo anche multimediale illustra l’esperienza dell’artista nel suo viaggio in Riviera nel 1884. E’  un evento straordinario -l’ho trovato di altissimo livello- la mostra dedicata a Claude Monet, aperta fino al 31 luglio 2019. Dopo 135 anni dal suo soggiorno, tornano a Bordighera e Dolceacqua tre […]

  

Vivian Maier, street photographer. Alle Scuderie del Castello Visconteo di Pavia 120 immagini della “bambinaia-fotografa”.

03 - Vivian Maier53-199_1953_104 - Vivian Maier_001 - Vivian Maier

Le Scuderie del Castello Visconteo di Pavia rendono omaggio a Vivian Maier (1926-2009), una delle più singolari e misteriose figure di artista, la ‘bambinaia-fotografa’, recentemente ritrovata e definita una delle massime esponenti della cosiddetta street photography. La rassegna, aperta fino al 5 maggio 2019, curata da Anne Morin e da Piero Francesco Pozzi, è promossa dalla Fondazione Teatro Fraschini e dal Comune di Pavia – Settore Cultura, Turismo, Istruzione, Politiche giovanili, prodotta e organizzata da ViDi, in collaborazione con diChroma photography, John Maloof Collection, Howard Greenberg Gallery, New York. “La primavera del 2019 – afferma Giacomo Galazzo, assessore alla Cultura […]

  

Toulouse-Lautrec. La Ville Lumière. Alla Villa Reale di Monza la mostra di uno dei maggiori esponenti della Belle Epoque.

61935-Toulouse-Lautrec114836887-06ca6a39-11e1-4abc-b3cd-4c244fa3e1bc114837726-689098b1-c5f8-41fb-9c77-95837cd5d841114837435-37c0dd9f-8b52-447b-8ed5-499c427bb4c6114837404-7abdac56-b982-4451-86d6-5340feb1a6a8114837360-ea25a38f-2414-4dc3-8fc0-88d9220a94be114836890-e408f07a-f195-43f8-bdf7-0c324ac0e266114837229-de657d0c-d1c8-41b1-9b75-59698f56c863

Le prestigiose sale della Villa Reale di Monza, ospitano fino  al 29 settembre 2019, ben 150 opere provenienti dall’Herakleidon Museum di Atene per celebrare il percorso artistico di uno dei maggiori esponenti della Belle Époque: Henri De Toulouse-Lautrec (1864-1901). Parigi, fine Ottocento,  la vita bohémienne, gli artisti di Montmartre, il Moulin Rouge, i teatri, le riviste umoristiche, le prostitute. É questo l’accattivante mondo di Toulouse-Lautrec, genio che divenne noto soprattutto per i suoi manifesti pubblicitari e i ritratti di personaggi che hanno segnato un’epoca rimanendo ben impressi nell’immaginario collettivo. Ora, manifesti, litografie, disegni, illustrazioni, acquerelli, insieme a video, fotografie e arredi dell’epoca riscostruiscono uno […]

  

Boldini e la moda. Il pittore ferrarese innamorato di Parigi che dipinse l’eleganza e la modernità. Una mostra a Palazzo dei Diamanti a Ferrara racconta la sua epoca dorata.

87733-Giovanni-Boldini_Robert-de-Montesquiou78239-018_87725-Giovanni-Boldini_Gladis-Deacon87007-02387723-Giovanni-Boldini_Consuelo-Vanderbilt87729-Giovanni-Boldini_M_me-Charles-Max

Il Palazzo dei Diamanti a Ferrara accoglie gli artisti della Belle Époque, in occasione di una mostra inedita dedicata al rapporto tra arte e moda: ospite d’onore Giovanni Boldini (1842 – 1931). Oltre 100 opere, tra disegni, dipinti, incisioni, cui fanno da contrappunto abiti d’epoca, libri e oggetti preziosi, firmate tra gli altri da Degas, Manet  e Sargent, scortano i lavori di Boldini, protagonista ed interprete emblematico dello spirito di un’era dorata il cui fascino ineffabile continua ad ammaliare ancora oggi. Boldini e la moda, esposizione aperta fino al 2 giugno 2019, rievoca una stagione fervente di cambiamenti, in cui […]

  

L’Ambasciatore del Papa in Francia accusato di molestie sessuali avvenute durante una cerimonia istituzionale. Il Vaticano trema mentre Papa Bergoglio si intriga in modo indecoroso nella politica italiana.

20190215T0950-24569-CNS-VATICAN-NUNCIO-FRANCE231dc88f-b9c5-40d9-93d0-1c63f2b03ca5_largeFrance-investigates-Vatican-envoy-over-abuse-accusationsmonsignor-ventura-ape10papa-kM0B-U3100900682312yZC-1224x916@Corriere-Web-Roma-593x443

Diciamolo subito a chiare lettere che mai la politica vaticana e i Pontefici   s’erano trovati in  tempi così bui e di collassamento della fede e della cristianità. Con Papa Bergoglio  il fondo è tratto, cinque anni di inferno e niente  paradiso, specie da  quando il pontefice argentino pontifica su migranti e accoglienza, invece di invocare il ritorno alla fede e al vangelo per l’intera Europa.  Questa settimana poi con la chiamata a Roma di tutti i presidenti delle Conferenze episcopali del mondo sulla questione della pedofilia e dell’omosessualità, Bergoglio è alle strette. I cristiani cattolici hanno ancora con loro Papa […]

  

“Guerriglia” il romanzo apocalittico di Laurent Obertone. L’immigrazione, la Francia, la miccia e la deflagrazione.

97888942747071515082773111_1515082808.jpg--la_rabbia_dei_poliziotti_francesi__abbandonati_nelle_banlieueburqa_1130X565_90_CFrancia-donna-multata-per-niqab2_b-kzdD-U1101178204535CDH-1024x576@LaStampa.itparis-banlieue-aubervilliers-protest-front-national-ap-imgguerriglia-Banlieue

Un  libro, duro, vero, angosciante e brutale, ma che dobbiamo assolutamente leggere. E’ storia contemporanea. Obertone scrive e traccia cosa succederà se in Francia non si troveranno delle soluzioni reali -dico reali e non politiche-  al problema dell’immigrazione in Europa (nonostante non ci sia giorno che Papa  Bergoglio non insista sull’accoglienza alla faccia dell’intero popolo cristiano colpito a morte in più parti del mondo). In libreria da qualche mese il romanzo storico  francese “Guerriglia”, best seller in Francia, scritto da Laurent Oberton e pubblicato da SignsBooks. E’ il romanzo di questo scrittore classe 1984, laureato in Storia e Antropologia, giornalista […]

  

Madame reali, cultura e potere da Parigi a Torino. A Palazzo Madama a Torino una mostra documenta vita e azioni di due donne reali dello stato sabaudo tra ‘600 e ‘700.

85517-Francesco_Cairo_La-figlia-del-faraone86663-L-BUFFI_Maria-Giovanna_Battista-di-Savoia-Nemours86665-NARCISO_TORRET_Cristina-di-Francia86669-Cristina-di-Francia86667-Maria-Giovanna-Battista-di-Savoia-Nemours

La mostra Madame reali: cultura e potere da Parigi a Torino, voluta da Guido Curto, direttore di Palazzo Madama, e curata dalle conservatrici del museo Clelia Arnaldi di Balme e Maria Paola Ruffino, è allestita nella Sala del Senato fino  al 6 maggio 2019. Il percorso espositivo documenta la vita e le azioni di due donne che impressero un forte sviluppo alla società e alla cultura artistica nello stato sabaudo tra il 1600 e il 1700: Cristina di Francia (Parigi 1606 – Torino 1663) e Maria Giovanna Battista di Savoia Nemours (Parigi 1644 – Torino 1724). Due figure emblematiche della storia europea, che esercitarono il loro potere declinato […]

  

Eva Jospin e la foresta incantata. A Palazzo dei Diamanti di Ferrara l’artista francese con una illuminante lezione sull’ambiente. Arte e poesia della natura.

eva-jospin-offside-1-150x150OLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERAimmagini.quotidiano.netCarte-blanche-Eva-Jospin51OLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERA

Un’interprete della scena artistica francese, Eva Jospin, è protagonista del secondo appuntamento della rassegna d’arte contemporanea Offside. Sous-bois è il titolo della mostra, aperta a Palazzo dei Diamanti fino  al 6 gennaio 2019, in contemporanea con l’esposizione “Courbet e la natura”. In omaggio al maestro francese e al suo ritorno in Italia, Eva Jospin propone un viaggio nell’universo oscuro e incantato dei boschi, delle fonti e delle grotte, motivi ricorrenti anche nella ricerca courbettiana.L’intento del progetto Offside è appunto quello di offrire uno sguardo contemporaneo sulle tematiche al centro delle esposizioni dedicate ad artisti e movimenti storicizzati e, al contempo, […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2019