Il Papa fa campagna elettorale in favore dei migranti. Vuole fare il Premier in Italia. Metà profughi li gestisce proprio il Vaticano.

1515597151843.jpg--monsignor_galantino__papa_francesco1518452340132_1518452359.jpg--papa_francesco_fa_campagna_elettorale_pro_migranti___i_veri_stupratori_sono____Lucky-Awelima.jpg_2078255940hotel.jpg_1954755230hotel-recina.jpg_64024516027072634_1545321872189275_3943203914291417430_n1516692619114.jpg--i_vescovi_contro_la_lega_e_attilio_fontana___reagire_alla_cultura_della_paura_

Questo Papa inviso  a molti  italiani e cittadini del mondo entra a gambe tese nella campagna elettorale italiana.  Predica, e arditamente, in favore dei migranti. Come mai, il Vaticano  e il braccio   mediatico che è Avvenire (tra l’altro finanziato con le tasse dei contribuenti italiani) sono così ‘entusiasti’ dell’ondata di presunti profughi? E’ tutta una questione di delirio masochista oppure si nascondono  anche cospicui interessi economici? Vediamo. Dei presunti profughi ospitati in Italia, 22 mila sono ospitati dal cosiddetto “Sistema SPRAR”, una rete di centri di accoglienza. Ovviamente sono esclusi i finti profughi ospitati negli hotel( vedi ad esempio Lucki […]

  

Papa Bergoglio e il suicidio della Civiltà Europea. Chiesa e immigrazione, il grande malessere. E’ il libro bomba dello scrittore francese Laurent Dandrieu.

510TQIUfWgL._SX310_BO1,204,203,200_laurent-dandrieupape-et-migrants-588x297pape_francois_refugiepapa1papa francesco carnevale viareggioeuropamussulmani-duomo-milano

Non aveva certo  guanti di seta  Laurent Dandrieu,  scrittore e capo redattore delle pagine culturali di “Valeurs actuelles” quando ha scritto un libro attualissimo  e polemico, vale a dire  il suo ultimo libello, Église et immigration : le grand malaise. Le pape et le suicide de la civilisation européenne (Plon 2017). L’ha scritto da cristiano e da cattolico, e già il  titolo punta  il dito contro il Papa e la Chiesa cattolica da lui diretta. A nessuno deve sfuggire la lettura di questo libro, men che meno adesso che si va verso le elezioni in Italia. “Chiesa e immigrazione. Il […]

  

Segretissimo Jacono in mostra a Senigallia. Quaranta illustrazioni e quaranta copertine dell’illustratore italiano.

66885-unnamed-3

In occasione del festival del giallo VENTIMILARIGHESOTTOIMARI in GIALLO, la Fondazione Rosellini per la letteratura popolare presenta la mostra Segretissimo Jacono in cui sono esposte circa quaranta illustrazioni e le corrispondenti copertine nate dall’ingegno e dalla mano di Carlo Jacono e realizzate per Segretissimo, collana di romanzi dedicati allo spionaggio e al thriller edita dalla Arnoldo Mondadori Editore. Carlo Jacono (1929 – 2000) è stato uno degli illustratori più importanti del panorama dell’editoria italiana a partire dagli anni ’50, plasmando l’immaginario popolare dell’Italia del dopoguerra con le sue opere e la sua creatività. In cinquanta anni di attività ha realizzato […]

  

Che noia questo Renzi. Ritorna ancora come nulla fosse con arroganza e prepotenza. Si sente “l’eletto di Dio”. Prepariamoci a rimandarlo a casa.

http _o.aolcdn.com_hss_storage_midas_41389fbfb408d7524f1fb68cb0b16f46_205217919_17807412_10154770582089915_2727238316199637420_oMatteo_Renzi_3QoZNrN4lmatteo_renzi_sfida_bersani_ierioggi_645Matteo_Renzi_1

Che noia questo Renzi, non  ha ancora capito che è inviso agli italiani  e che non bastano due milioni di votanti PD per rimetterlo in careggiata politica.  D’altronde  quando Renzi si è recato a Pontassieve a votare  per le primarie PD, accompagnato dalla moglie Agnese e anche dalla figlia minore Ester,  e quando l’ex premier le offre di imbucare la sua scheda, la figlia risponde secca: “No, è tuo il voto mica mio”. Bene,  adesso tocca agli italiani di nuovo rimandarlo a casa,  e stavolta per sempre, a trovarsi un altro lavoro nella piana fiorentina. Mostra oggi la stessa spudoratezza, la […]

  

La “sudpolitik” di Angela Merkel, al servizio di Erdogan, non è degna dell’Europa. I tedeschi mettano la Frau Merkel alla berlina.

16est1f01-merkel-erdogan-reutersl-35merkelGermany Anti Islamization Rallyindex3index

In Europa tira aria di rifiuto della politica di indirizzo dato dalla tedesca Angela Merkel, che dopo il “caso Bohmermann” messo alla berlina proprio dalla sacerdotessa cresciuta ed educata nella Berlino Est patria doc del comunismo europeo, ha svenduto la sua nazionalità ai turchi, proprio a quel dittatore del Bosforo Erdogan -come è stato chiamato dal deputato Linke Sevim Dagdelen- che tenta a malapena di convincere l’Europa a volerne fare parte. E’ bene che se ne stia a casa sua, visto che già oggi detta ordini all’Europa per “lesa maestà” da parte del comico tedesco. Tutti sanno che Erdogan ha […]

  

Salviamo la Lingua Italiana. Cancelliamo i forestierismi. Facciamo partire una crociata in difesa della nostra lingua.

images.jpg1imagesWH607OMSimagesJ2TBT5VEimagesI9Q31222imagesimages.jpg3imagesWH607OMS

Dobbiamo urlare tutti che in Italia, nella nostra nazione e nei nostri confini, vogliamo parlare italiano e solo italiano. Salviamo la Lingua Italiana. Non ci aiuta neppure il Presidente del Consiglio Matteo Renzi con il suo uso di “Jobs Act”, quando avrebbe potuto dire “Riforma del Lavoro”. Mettiamo al bando i forestierismi, le parole straniere. Non ci portano nulla. E poi sono orribili. C’ è da ricordare con rincrescimento la politica linguistica del Fascismo, e al bando conseguenziale che vi fu delle parole straniere (basti ricordare le insegne dei negozi). Oggi molte parole inglesi, ma anche francesi, potrebbero essere comodamente […]

  

Le gloriose illustrazioni di Norman Rockwell in mostra a Roma raccontano il sogno americano.

Alla Fondazione Roma Museo a Palazzo Sciarra di Roma è in corso fino all’8 febbraio la mostra “American Chronicles: The Art of Norman Rockwell!”. L’esposizione è una retrospettiva sul percorso creativo di Norman Rockwell (1894-1978) uno dei più acuti osservatori e narratori della società statunitense, che con le sue illustrazioni ha “dipinto” il sogno americano, tuttora impresso nell’immaginario collettivo. Norman Rockwell, nato a New York nel 1894, inizia la sua professione da giovanissimo, ricevendo i primi incarichi come illustratore di biglietti natalizi. Nel 1912 viene assunto dalla rivista mensile Boys’ Life, diventandone in poco tempo il direttore artistico. Inizia così […]

  

Siamo tutti Charlie Hebdo. Suona la campana per l’Europa.

Da tre giorni sono in lutto. In lutto per la strage di Charlie Hebdo e della sua redazione. Caro Charlie Hebdo (Stephane Charbonier -per tutti Charb), unico eroe della libertà, delle libertà occidentali, del laicismo francese ancora effervescente; non ci sei più ma sei diventato il segno più significativo dopo la rivoluzione francese. Terroristi islamici come bestie ti hanno ucciso, altro che martiri. Imbecilli. Lavorano con terrore perchè vogliono distruggere la nostra civiltà, hanno già in secoli passati tentato ciò, ma le crociate e la battaglia di Lepanto non lo hanno permesso. Cristiani, ebrei e atei, preparatevi alla guerra che […]

  

Matite di guerra. La Prima Guerra Mondiale celebrata da una mostra a Torino.

Una bella mostra a Torino (Palazzo Lascaris) e un catalogo ricco di eccellenti riproduzioni ci dicono che con “Matite di guerra” assistiamo a un vero balzo qualitativo rispetto alle numerose mostre che si sono succedute nei vari decennali in Italia per le celebrazioni della prima guerra mondiale. Anche in passato mostre interessanti in varie città italiane ci avevano mostrato le più significative riviste dell’epoca e, in particolare, ci avevano fatto conoscere i cosiddetti “giornali di trincea”. Negli ultimi tempi oltre le celebrazioni ormai note degli avvenimenti militari in maniera meno superficiale si erano esaminati anche gli aspetti propagandistici nei quali […]

  

Sulla Cultura l’Italia è in caduta libera. E’ la spietata denuncia di Federculture.

                             La partecipazione culturale nella nostra nazione è in calo, si attesta all’8% (quella Ue è al 18% e la Svezia al 43%). E’ così in un paese come l’Italia dove in cultura non si investe affatto, nonostante abbiamo 12 mila biblioteche (il 57% degli italiani non legge nemmeno un libro all’anno) 3609 musei(tre volte la Francia), 5 mila siti culturali, 46 mila beni architettonici vincolati, 34 mila luoghi di spettacolo. Risorse zero per il Ministero dei Beni Culturali, specie adesso che abbiamo Franceschini Ministro, d’altronde in dieci anni le risorse ministeriali hanno perso un miliardo. Pensate che quella che si […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2018