L’artista Joshua Cesa,un esempio di land art nel cuore del Carso goriziano.

hqdefault83815-unnamed-2SEGNI-2-trascinato-11200px-Il_Carso_a_Duino-1024x768SEGNI-2-trascinato-4SEGNI-5-630x420

Due monumentali segni rossi, dalle forme spigolose, nei quali si condensa la vocazione di un territorio. È così che l’artista Joshua Cesa rende visibile un frammento di quel confine con l’Est che lungo i secoli ha diviso le popolazioni della frontiera orientale, anche costringendole all’assunzione di identità imposte (nella storia recente, con le guerre mondiali). L’installazione sorge nel cuore del Carso goriziano, nella riserva naturale dei laghi di Doberdò: realizzata in tessuto – e perciò destinata a consumarsi gradualmente -, riprende l’aspetto cromatico del paesaggio circostante, caratterizzato dal cespuglio detto “foiarola”, cui è legata una significativa memoria storica: si dice che le sue […]

  

L’ultima creazione di Wim Tellier. Il fotografo belga si cimenta in tutto il mondo con gigantografie.

imagesgranchioWim-tellier-foto

Sembrerebbe una scultura nel centro di una piazza, ma anche un centro tavola. Tutto molto strano, forsanche urticante, per nulla piacevole. Ecco invece trattarsi di una delle mega creazioni del fotografo belga Wim Tellier, il quale pare divertirsi a disseminare alcuni luoghi, in questo caso una spiaggia a Knokke-Heist, cittadina nella provincia fiamminga delle Fiandre Occidentali, con le sue gigantesche fotografie; che arrivano a misurare fino a 1000 metri quadrati e oltre. In questo caso è un granchio. La più famosa realizzazione fotografica, e anche la più discussa, è quella realizzata anni fa al Polo Sud, composta di sei mega […]

  

L’Irlanda, l’arte e le nozze gay. Joe Caslin celebra l’evento con dipinti da street art.

IRELAND-GAY-MARRIAGE-VOTEnozze%20gaymural-galway-810x454220px-Diarmuid_Martin_World_Economic_Forum_2013_cropindex

La “cattolica Irlanda”, si diceva, un tempo, da tutti. E cattolica l’Irlanda lo è da sempre e ancora oggi. Ma anche laica, a quanto pare, visto che la decisione se è lecito o meno che si sposino persone dello stesso sesso, è stata demandata direttamente al popolo, con un referendum. Oggi, quindi, in Irlanda con il referendum sono state introdotte le nozze gay. Oltre la teologa americana Katherine Zappone, che però siede nel Senato di Dublino, lesbica e schierata per il sì, a dare un notevole contributo all’iniziativa, è stato  lo street artist irlandese Joe Caslin, il quale oltre ad […]

  

Christo impacchetta il Lago d’Iseo. Il famoso artista nel 2016 firmerà in Lombardia una grandiosa opera di “land art”.

e3d8a24fa5629d5867c376eb40a840a5f814340ef8d8cab8eec61e698202fd48c093996abf762af568e35791ea4d61947a5075e0958aced7e9024ff3460439d32015-04-22-1429736535-6811936-TheFloatingPiersChristorightwithProjectDirectorGermanoCelantcenterandVladimirYavachevleft-thumb

“Il mio nuovo progetto, che avrà un costo di dieci milioni di euro, è stato finanziato grazie alla vendita delle mie opere”, ha spiegato l’artista Christo al Museo MAXXI di Roma che ne ha ospitato la presentazione ufficiale. “L’ho chiamato “The Floating Piers”, un’installazione che si svilupperà a pelo d’acqua seguendo il movimento delle onde”.Tutti ormai conoscono a livello mondiale l’artista Christo, quello che impacchetta monumenti e siti di grande portata. E’ l’artista dell’impacchettamento per eccellenza e poco importa se ad essere avvolti da carta o da tessuti speciali siano degli oggetti o degli ambienti. Christo, l’artista americano di origini […]

  

5 ettari di grano nel cuore di Milano. L’americana Agnes Denes impianta un’opera da Land Art, “Wheatfield”, un enorme campo seminato a grano, poi coltivato e raccolto.

imagesOP07FNS0images3AUESY8JimagesQI8Q2QG2imagesYIDPL433images5V6XKOHP105136676-d4e31075-dbaf-477f-8722-2b72704a35b9

                                     E’ memoria fresca di cosa fosse Milano negli anni Cinquanta-Sessanta del Novecento, della sua trasformazione urbanistica e di cosa cantava Adriano Celentano nella canzone “Il ragazzo della via Gluck”, con quei versi che descrivono bene il cambiamento del secondo dopoguerra: “Là dove c’era l’erba ora c’è una città e quella casa in mezzo al verde ormai, dove sarà?” E di questi tempi, dei nostri giorni che a Milano succede esattamente il contrario e là dove c’era il cemento presto ci sarà addirittura un campo di grano, 5 ettari coltivati all’interno dell’area di Porta Nuova, tra grattacieli ed edifici futuristi. […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2018