Inizia la spallata al Governo Conte. Gli italiani in pista nelle regioni dove si vota. In Umbria finalmente si volta pagina con la Lega, Salvini e il centrodestra unito.

cartina-politica-umbriaindexb072d65238_665448003733f832d8b411ea0a210385ddae30123038590-6282ad81-ca90-49b8-ade3-37ebe7195adbIMG_0667-400x267fdf9a82c-7b9f-11e9-b7ad-41dc1f6d00ac_Vatican_Pope_Bishops_Conference_39260jpg-a20c0_1558364918-R5uG6AhVAhNSyctmIIaCpQM-1024x576@LaStampa.it.jpg f=detail_558&h=720&w=1280&$p$f$h$w=f0d1e74porta-a-porta-sondaggi-umbriasondaggi-elettorale-21-ott-1-cfe52

Conte non può essere finito perché non è mai cominciato. O meglio è finito perché non è mai cominciato.  Mi ricorda il pupazzo Provolino di Raffaele Pisu se non fosse che quello aveva più personalità. Oggi poi, lui presidente del Consiglio, sentendosi papa e  primus inter pares, era in Umbria a far campagna elettorale, anche se in questi giorni ha snobbato  la vicenda dicendo che: “Una popolazione pari alla provincia di Lecce non può cambiare le sorti del governo”.  Parole inaudite, e offesa a tutti  gli abitanti della provincia di Lecce, compreso me che ho casata e origini nel Capo […]

  

Don Luigi Ciotti il prete di strada che si crede ministro non di Dio ma dello Stato. Schierato contro il dl sicurezza e contro Salvini, perchè insignito del premio Don Tonino Bello.

130358050-2d00f977-d5eb-46e0-a931-15063936f66cdonCiotti_donToninoDon-Ciottiluigi-ciotti-papa-francesco_2556080don-ciotti-3655096-thumb-full-720-030819_don_ciotti_sul_decreto_sitorres_restrepo_camilo_1220px-Don_GalloAlex_Zanotelli2

Si salvi chi può dai preti di strada, preti guerriglieri che hanno interpretato e interpretano il Vangelo di Cristo come fosse il Corano. Quel battaglione italiano di preti di strada (ne cito alcuni, Don Andrea Gallo, il fu Don Tonino Bello, Padre Alex Zanotelli, Don Luigi Ciotti, Don Gino Rigoldi, Mons. Giancarlo Bregantini, ecc. ecc.) hanno preso a modello  Padre Camilo Torres Restrepo ( Bogotà 1929- Dipartimento  di Santander 1966) che è stato un presbitero, guerrigliero e rivoluzionario colombiano, precursore della Teologia della Liberazione,  cofondatore della prima Facoltà di Sociologia e membro dell’ Esercito di liberazione nazionale colombiano. Durante la […]

  

Girolamo Comi (1890-1968) e il suo Spirito d’Armonia. Una mostra a Lecce, nel cinquantesimo della morte, ne ricostruisce la vita e la produzione poetica di uno dei maggiori poeti italiani del Novecento.

Un-dipinto-di-Vincenzo-Ciardo-696x573bCasa-Comi-a-Lucugnano6-32015-03-07 18.25.01poesia-Gatto-x-ComicomiTricasenews_Palazzo_ComiIMG_07148-2

Nelle sale del Convitto Palmieri a Lecce ( visitabile fino al 15 giugno 2019), la mostra  “Girolamo Comi. Spirito d’Armonia”, ovvero la prima grande mostra sul poeta e scrittore salentino che nel 1948, dopo gli studi in Svizzera e le esperienze parigine e romane, fondò nel suo palazzo a Lucugnano l’Accademia Salentina, un vero e proprio avamposto della cultura letteraria e artistica dell’Italia del dopoguerra. Ideata da Luigi De Luca, direttore del Polo biblio-museale di Lecce, con la curatela di Antonio Lucio Giannone, Lorenzo Madaro, Mauro Marino e Brizia Minerva e il progetto grafico e l’allestimento di Big Sur, la […]

  

Il Premio Don Tonino Bello e il Generale a Palazzo Marino sede del Comune di Milano. Il premio-spettacolo intitolato al vescovo italiano ne calpesta il pensiero.

525891tomba_don_tonino2

Tonino Bello (1935- 1993)  il vescovo degli ultimi, che in vita tuonava parole pesantissime contro la guerra, le armi, i soldati e i generali, adesso è tenuto a braccetto proprio da un Generale di Divisione  dell’Esercito Italiano  che ha nome Generale Camillo De Milato, il quale ha pensato di istituire un Premio intitolato al vescovo defunto, nella sua prima edizione e di mettere in  piedi la cerimonia addirittura a Palazzo Marino sede di tutti i milanesi con il beneplacito del Presidente del Consiglio Comunale di Milano Lamberto  Bertolè  e capogruppo del Partito Democratico. Questo  Generale Camillo De Milato, pur persona […]

  

Crolla la Chiesa di Papa Bergoglio fra scandali ed eresie, e la CEI pensa di mettere in piedi un partito anti Salvini.

papa-francesco-pensa-alla-scomunica-per-mafiosi-e-corrotti1547901620352_jpg--vaticano__papa_francesco_e_il_complotto_per_farlo_dimettere__bechis___c_e_gia_la_data__quando_lo_processano_farrell-mccarrick-cupich-tobin-bersagliati-sui-siti-conservatori-1055994papa-francesco-bergoglio-con-il-cardinal-theodore-mccarrick-1054273_tn1498805436-lapresse-20170629130003-236037069fbdfc32bc_61779548mccarrick_wuerlhttp___media_queerblog_it_e_e08_Monsignor-Battista-Ricca-620x350gustavo-zanchetta-1-large1824-CNS-MCCARRICK-FARRELLWeb2images20180829T1036-19786-CNS-VATICAN-LETTER-VIGANO-1024x783inda-1italy-onu

Il Papa Bergoglio insiste fino alla noia su muri e migranti, addirittura dicendo che chi non accoglie non è cristiano; e lo stesso Cardinale Bassetti, Presidente della Cei italiana unitamente a taluni  vescovi sta pensando di mettere in piedi un Partito anti Salvini.  Vaticano e gerarchie farebbero meglio a scartabellare fra i drammi della chiesa italiana e mondiale, su preti, vescovi e cardinali oramai stretti da scandali gravissimi ed eresie imperanti che stanno minando la Chiesa Cattolica Romana.   Papa Bergoglio , dopo aver sentito il Consiglio dei Cardinali (C9), ha deciso di convocare urgentemente una riunione con i presidenti […]

  

Nasce il Museo del Somaro a Gualdo Tadino(PG). Un esempio illuminante per far ritrovare all’Italia le sue origini.

Museo-del-somaro-2Museo-del-SomaroUn-momento-della-presentazione-720x445rev178879(1)-ori70427_Michel Gueranger (945x655)-696x385somaroredim

Il Museo del Somaro, finalmente in Italia trova collocazione. Speravo da anni venisse messo in piedi. E pensavo nascesse in qualche paese o cittadina del Sud, ad esempio Alessano-Lecce, Corigliano Calabro/Cosenza , Tricarico-Matera, e invece no.  Adesso è nato a Gualdo Tadino in provincia di Perugia, quindicimila abitanti. Ricordo che una volta lo proposi a un sindaco di Alessano/ Le, mi guardò stralunato come per dire che stessi per prenderlo in giro.  Ideato dall’Architetto  Nello Teodori –geniale uomo- , voluto e realizzato dall’Amministrazione Comunale di Gualdo Tadino in Umbria, ha  sede presso il palazzo medievale in via Calai, di proprietà […]

  

Italia fuori dall’Euro. Lezione di storia salutare, e via d’uscita è l’abbandono dell’Unione Europea, per un’Italia che va verso il precipizio. Prepariamo un paracadute col Ministro Paolo Savona.

51vO7MbFwrL._SX327_BO1,204,203,200_grecia-euro-31BrfHi_uIIAECfhx1530379201680.jpg--joseph_stiglitz__dal_nobel_l_ultima_chiamata_per_l_italia___cosa_vi_succede_se_non_uscite_subito_dall_euro_images331536141944749.jpg--paolo_savona__svelato_il__piano_c___panico_a_bruxelles__come_vuole_ribaltare_l_unione_europea4686fb51a9a44df338d561ff0b112e81-krIB--835x437@IlSole24Ore-Webimages 22images

Il destino dell’Unione Europea  è segnato anche  se per moltissimi  è  sempre più nascosto; è in corso la battaglia fra  tra europeisti e sovranisti, che per il momento  sembra non avere ancora un vincitore certo.  Io  parteggio senza mezze parole con i sovranisti,  né basta come fanno certi politici e intellettuali con i calzari, ma anche preti e vescovi, invocare Servi di Dio come Don Tonino Bello( Papa Francesco è andato sulla tomba ad Alessano a perorare la causa per i migranti non voluti dagli italiani )  e santi come Padre Pio (il presidente del Consiglio Conte è andato a […]

  

Tomaso Binga, riflessioni a puntate. La Fondazione Studio Carrieri presenta le opere dell’artista a Palazzo Barnaba a Martina Franca.

506034fc-e485-4c14-829a-602f44335cdb

Negli anni Settanta,  per contrastare la corruzione del linguaggio fonte di persuasione occulta e fomentatrice di odio contro le donne, Bianca Menna sposa il suo alter Ego maschile e assume lo pseudonimo  di Tomaso Binga. Erano anni in cui, nonostante la rivoluzione dell’immaginario scoppiata nel ’68, le donne nell’arte non avevano visibilità e peso. L’assunzione di  un’identità maschile è dunque la prima mossa di una serie numerosa di atti trasgressivi e provocatori cui l’artista darà vita per smontare il muro di misoginia e costruire una nuova identità del soggetto donna, in arte ma non solo. In mostra a Palazzo Barnaba […]

  

Marisa Settembrini inscena“ 2018-2019. Tempus fugit”. Una installazione a Firenze al Plus Florence dell’artista italiana si fa bussola e termometro del nostro tempo.

IMG_2137IMG_2285IMG_1631IMG_1635IMG_2117WP_20180615_19_03_14_ProIMG_2129

In uno spazio ove alberga già  il progetto “Scenari ”, a Firenze, al Plus Florence, è ospitata la mostra “ 2018 – 2019. TEMPUS FUGIT ” con installazioni  dell’artista  di fama internazionale  Marisa Settembrini. L’esposizione da me curata  è una sorta di termometro  della spettacolarità e della storicità dell’arte nuova, di un’arte che si fa veicolo di novelle  idee scolpite nella cultura occidentale, di un’arte capace di rigenerare mondi e uomini, e si fa anche  bussola  in un mare di proposizioni della cultura e delle arti internazionali. La locuzione latina  tempus fugit, tradotta letteralmente significa “il tempo fugge”.  L’espressione deriva […]

  

Marisa Settembrini fra dècollages e poesia visuale in mostra a Milano nell’Ex-Studio di Piero Manzoni in Brera.

MARISA SETTEMBRINIrev174448(1)-oriSETTEMBRINI-VENTO-2018SETTEMBRINI-DEVE-2018indeximagesrev144236(1)-orirev111337(1)-ori

Preziosa,  bella, colta, la  mostra che Marisa Settembrini (classe 1955),  artista italiana di rilievo internazionale, ha messo in piedi a Milano nell’Ex-Studio di Piero Manzoni  in zona Brera, aperta fino al 15 marzo 2018. Nello storico studio dell’artista concettuale che innovò tutta l’arte contemporanea unitamente a Lucio Fontana, sulla storica “Parete Manzoni”,  bianca, si legge tutta l’installazione di Marisa  Settembrini, professoressa di Brera, che argomenta, come recita il titolo dell’esposizione “la partizione delle voce”, tutta una serie di opere, ben quarantotto, capaci di offrire fra dècollages e poesia visuale citazioni sulla storia, sulla vita, sull’esistere, sul corpo umano e soprattutto […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2019