Berengario da Carpi il medico dei Papi del Rinascimento. A Palazzo dei Pio di Carpi-Modena una mostra su uno dei protagonisti assoluti della medicina del Rinascimento.

cs-mostra80795-08_20252c0bf1795cad61bb182486fc7266710Marco-BasaltiNudo-maschile-sdraiato-inizi-XVI-secolo710315aa1abc357ea419a5515961fb6120141009bDSC_0814

Palazzo dei Pio di Carpi/Modena ospita una mostra aperta fino al 16 dicembre 2018, che rilegge e porta d’attualità l’avventura scientifica e umana di  Berengario da Carpi, pseudonimo di Jacopo Barigazzi (Carpi 1460 circa – Ferrara 1530)uno dei protagonisti assoluti della medicina del Rinascimento. L’esposizione, curata da Manuela Rossi e Tania Previdi, ideata e prodotta dal Comune di Carpi – Musei di Palazzo dei Pio, con il patrocinio di Alma Mater Studiorum-Università degli studi di Bologna, dell’Istituto ortopedico Rizzoli di Bologna, in collaborazione con l’Università di Padova, il MUSME (Museo della Medicina) di Padova, il Museo civico Archeologico di Bologna, col contributo di […]

  

Un capolavoro di Donatello. E’ arrivato a Roma il busto di San Lorenzo del celebre scultore fiorentino. A Palazzo Venezia, in mostra per 9 mesi.

donatello-443x59080647-Donatello_San_Lorenzo_verso_il_1440_terracotta_gi_dipinta_Parigi_collezione_Peter_e_Kathleen_Silverman

Assolutamente da non trascurare la visita al prezioso busto in terracotta raffigurante San Lorenzo, realizzato da Donatello, finora comparso in mostre temporanee, ora posto a Palazzo Venezia per circa nove mesi, fino al 28 aprile 2019,  a disposizione del grande pubblico. Donatello può essere considerato il massimo scultore del Quattrocento per essere stato capace di utilizzare materiali quali marmo, la terracotta e il bronzo, raggiungendo straordinari effetti espressivi. L’iniziativa, promossa dal Polo Museale del Lazio diretto da Edith Gabrielli, è inserita nell’ambito di Artcity Estate 2018. Riscoperto dalla critica nel 2003 dopo secoli di oblio, il prezioso busto in terracotta di […]

  

Silvio Zampieri e l’Omaggio a Salvatore Quasimodo nel 50° della morte. Due mostre, a Modica e Roccalumera in Sicilia, celebrano il Poeta italiano Premio Nobel della Letteratura.

Logo Comitato 50 morte Quasimodoqua29472965_1287276984705998_8418169544075858366_n29472604_1287277241372639_5175327623919189522_nmodica-casa-natale-quasimodo-opere-silvio-zampieri-500casa-quasimodo-targa-2000x87629496137_1287277071372656_1667811927327516163_n

La mostra dell’artista Silvio Zampieri  si occasiona per il 50° Anniversario della Morte dell’Illustre Poeta italiano Salvatore Quasimodo Premio Nobel per la Letteratura. Il titolo della mostra è tratto da un verso di Quasimodo: “ per me c’è l’ombra che è la mia luce”; si tratta di  un avvenimento e un evento importante, costruito nei luoghi che più ha amato il poeta Salvatore Quasimodo, in Sicilia, a Modica (dal 24 aprile al 17 giugno 2018) e poi a Roccalumera (dal 20 giugno  al 7 settembre 2018), grazie all’Associazione Proserpina  e al Parco Letterario Salvatore Quasimodo.     L’esposizione da me curata,  […]

  

Riccardo Francalancia e il Realismo Magico. Una mostra ad Assisi celebra il pittore della quiete e del paesaggio.

OLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERA78873-image001riccardo-francalancia-quirinale0021551867imageDbHandler.ashx 55imageDbHandler.ashx41890Allestimentofrancalancia4-671x44688010941

Un universo incantato che si compone di una cospicua selezione di capolavori provenienti da collezioni pubbliche e private italiane per riportare all’attenzione del pubblico una delle correnti più poetiche e suggestive dell’arte del Novecento, il Realismo Magico. All’interno di tale movimento, trova la sua dimensione più autentica l’opera di Riccardo Francalancia, artista nato ad Assisi. Ora, proprio ad Assisi, nel centralissimo Palazzo Bonacquisti,  ecco  la mostra “Una profondissima quiete. Francalancia e il ritorno alla figura tra de Chirico e Donghi” organizzata dalla Fondazione CariPerugia Arte ed aperta fino 4 novembre 2018. A cura di Vittorio Sgarbi, Beatrice Avanzi e Michele Dantini, il percorso espositivo […]

  

Francesco Trombadori e l’essenziale verità delle cose. Alla Galleria d’Arte Moderna di Palermo l’antologica di uno dei grandi pittori italiani fra le due guerre.

4c24f26c3642f7cd93e8b0facfaeb78fdbec5506e9a5d2f10dcf2487f032355c6a556d_LFoto_4-9109-800-600-80487e3c61f5546f383bea94011d09c57c6cb5Foto_5-9110-800-600-80e2ba43428a4f3c31df192c6d42a58202f92f6a4fe030cbdb8bc257340bfda1fec9ee81ff9873Foto_2-9107-800-600-80

Dopo più di dieci anni, dall’ultima mostra monografica tenuta a Siracusa, la Sicilia torna ad ospitare l’opera di Francesco Trombadori. Antologica che racconta il rapporto del pittore  Francesco  Trombadori (Siracusa 1886- Roma 1961) con i luoghi di Roma che amò e dipinse, scegliendoli come patria elettiva sin dai primi anni del Novecento. Alla Galleria d’Arte Moderna di Palermo  fino al 2 settembre 2018, vengono esposte circa sessanta tele, dipinte tra il 1915 e il 1961, provenienti da importanti collezioni pubbliche e private di tutta Italia,  25 disegni, libri, cataloghi di mostre e articoli di giornale provenienti dall’Archivio dell’artista, custodito nel […]

  

Maestri “a rischio”. Il cantiere del Duomo di Siena e le “teste grandi” per la facciata del battistero in mostra nella Cripta del duomo.

Facciata Battistero, SienaIMG_5791(1)Testa muliebre (G). Siena, Opera della MetropolitanaTesta muliebre (F). Siena, Opera della MetropolitanaTesta virile (A). Siena, Opera della MetropolitanaTesta virile (D). Siena, Opera della MetropolitanaTesta virile (F). Siena, Opera della Metropolitana

Nella Cripta del Complesso Monumentale del Duomo di Siena  è aperta al pubblico fino al 6 gennaio 2019 la mostra Maestri “a rischio”. Il cantiere del duomo di Siena e le “teste grandi” per la facciata del battistero. Per la prima volta sono  esposte al pubblico otto grandi sculture raffiguranti delle teste maschili e femminili, in origine collocate nella parte alta della facciata del battistero senese, incompiuta rispetto al progetto originario.Le protomi sono state estratte dalla facciata per poterne garantire la conservazione e sono state sostituite in loco da calchi: la secolare esposizione delle sculture agli agenti atmosferici e all’inquinamento […]

  

Sissi. Un’imperatrice a Lugano. Il capolavoro dello scultore Antonio Chiattone al MASI, Museo d’Arte della Svizzera Italiana.

immaginesissi-2sissi4sissi2sissi3franz

Fino al 13 maggio 2018  il MASI, Museo d’arte della Svizzera italiana, presenta nella sede di Palazzo Reali un evento espositivo incentrato sulla figura dell’imperatrice d’Austria Elisabetta di Baviera, più nota come Sissi.  Al centro di questa presentazione vi è il gesso del monumento che la cittadinanza di Montreux commissionò allo scultore Antonio Chiattone per commemorare l’imperatrice assassinata dall’anarchico italiano Luigi Lucheni sul lungolago di Ginevra nel 1898. Pensierosa, il capo posto sulla mano, lo sguardo lontano, forse nel ricordo dell’ormai lontana Baviera, lasciata troppo presto per divenire la stella di una dorata e alquanto angusta prigionia. La scultura  è  […]

  

Gli scatti di Kyle Thompson. Ritratti e autoritratti della star statunitense fra sogni, incubi, ricordi e traumi, in mostra alla Reggia di Caserta.

kyle_thompson_00kyle_thompson_01kyle_thompson_02Kyle-Thompson-Tides.-150x150kyle_thompson_03akyle_thompson_02aPlague-I-2014Kyle-Thompson-Untitled-4.-150x150Displacement-2013

Prima  uscita italiana, alla Reggia di Caserta, per Kyle Thompson, giovane star della fotografia statunitense. La mostra è promossa dalla Reggia di Caserta in collaborazione con la galleria aA29 Project Room, Milano/Caserta e gode del patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e del Comune di Caserta. La mostra è corredata da un catalogo bilingue. Ventiseienne, Kyle Thompson ha all’attivo mostre in molti Paesi, pubblicazioni e Premi, tra cui due edizioni del Photo of the Day di Vogue Italia. La sua è una fotografia concettuale dove persone, spesso lui stesso, e luoghi concorrono a mettere […]

  

TEFAF Maastricht 2018. Aperta la 31.ma edizione della più importante fiera d’arte e antiquariato del mondo.

Entree-Bloemen-LB.1520583259-1520583237-img-6889cardicoverStand341-Valls-LB.(1)20180309_152754-696x522TEFAF-Modern-1000x600tornabuoni-696x522The-Anatomy-Lesson-of-Dr.-Frederik-Ruysch-1670-by-Adriaen-Backer-1635-or-1636-1684.-Amsterdam-Museum.???????????????????????The-Headmen-of-the-Arquebusiers-Civic-Guard-House-1655-by-Bartholomeus-van-der-Helst-1613-1670.-Amsterdam-Museum.The-Headmen-of-the-Longbow-Civic-Guard-House-1653-by-Bartholomeus-van-der-Helst-1613-1670.-Amsterdam-Museum.(1)de-carlo-696x522karsten-greve-696x522vervoordt-696x522van-der-veghe-696x522mazzoleni-696x522sprovieri-696x522

Maastricht 11 marzo 2018.  Sono qui a TEFAF Maastricht 2018, la più importante fiera d’arte e antiquariato del mondo, si fregia di un’offerta d’arte di impareggiabile qualità, grazie alla presenza dei migliori mercanti d’arte ed esperti provenienti da tutto il mondo. TEFAF è una fondazione no profit che si pone come guida esperta sia per i collezionisti privati che per le istituzioni pubbliche del mercato d’arte globale, ispirando compratori ed estimatori di tutto il globo. La trentunesima edizione di TEFAF Maastricht si tiene  al MECC di Maastricht dal 10 al 18 marzo 2018. TEFAF Maastricht  accoglie il ritorno degli espositori […]

  

Vivian Maier – La fotografa ritrovata. Straordinaria mostra a Bologna di una delle fotografe più apprezzate di questo secolo.

???????????????????????????????????05_-VIVIAN-MAIER-MARCH-1954-NEW-YORK-PALAZZO-PALLAVICINI-BOLOGNA-copyright-Vivian-Maier-Maloof-Collection-Courtesy-Howard-Greendberg-Gallery-New-YorkVivian Maier04_-VIVIAN-MAIER-UNTITLED-1953-PALAZZO-PALLAVICINI-BOLOGNA-copyright-Vivian-Maier-Maloof-Collection-Courtesy-Howard-Greendberg-Gallery-New-YorkVM19XXW03457-07-MC06_-VIVIAN-MAIER-JULY-1957-CHICAGO-SUBURB-PALAZZO-PALLAVICINI-BOLOGNA-copyright-Vivian-Maier-Maloof-Collection-Courtesy-Howard-Greendberg-Gallery-New-Yorkmaieruntitled1953twomen1maier114356911967762

L’incantevole Palazzo Pallavicini, propone  al pubblico un’esposizione dal linguaggio totalmente preso dalla realtà, infatti nelle sale rinascimentali del Palazzo ecco  “Vivian Maier – La fotografa ritrovata”, una straordinaria mostra con le magnifiche fotografie originali di una delle fotografe più apprezzate di questo secolo. La mostra è stata realizzata da Palazzo Pallavicini con la curatela di Anne Morin di DiChroma Photography sulla base delle foto dell’archivio Maloof Collection e della Howard Greendberg Gallery di New York. L’evento  offre ai visitatori un eccezionale percorso espositivo diviso in differenti sezioni tematiche, affrontando tutti gli argomenti che la Maier sentiva più cari e vicini:  […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2018