Salviamo l’Europa. Immigrazione: un decalogo per salvare l’Europa e i suoi valori. L’appello inviato a tutti i Capi di Stato e di Governo del continente.

immigrazione

Roma, 8 marzo 2018 – Rimettere al centro l’Europa e i suoi valori per rispondere alle sfide geopolitiche e far fronte alle ondate migratorie, senza indulgere a populismi ed estremismi: questa la sfida proposta dai promotori del Decalogo di Roma ai Capi di Stato e di governo di tutti i Paesi del Continente europeo, dal Portogallo alla Russia, dall’Islanda a Malta. L’iniziativa, partita in ottobre sia in Italia che Francia, con un primo appello di intellettuali ed esponenti della società civile, ha avuto successivi sviluppi nei due paesi fino a diventare una petizione popolare sui principi contenuti nel Decalogo di […]

  

E’ l’inizio della fine per l’Italia e l’Europa. Parola del Patriarc Kirill, perché i segni di cui parla Giovanni nell’Apocalisse sono sotto gli occhi di tutti.

Kirill-300x200sedevacante-300x1531494523366-1494523273-omnrm-20170511165755-230609881494523366-1494523274-omnrm-20170511104040-23056530

E’ l’inizio della fine per l’Italia e l’Europa. Parola del Patriarca Kirill, perché i segni di cui parla Giovanni nell’Apocalisse sono sotto gli occhi di tutti. Solo i ciechi non li vedono. A parlare così è il Patriarca ortodosso  Kirill, eminenza santa, concreta, culturalmente attenta  e sensibile verso la storia,   che ha pensato di lanciare un messaggio a tutta l’Europa, in primis all’Italia.     In un discorso pubblico  di pochi giorni fa il Patriarca russo  Kirill  ha detto che i segni del Libro dell’Apocalisse sono ormai evidenti; non solo, perché  ha anche chiesto ai politici, agli artisti, agli scienziati […]

  

Il destino del Papa russo. Papa Metodio è il perno del nuovo romanzo di Mauro Mazza. Il futuro della Chiesa di Roma.

Il-destino-del-papa-russo-di-Mauro-Mazza180px-Bernini_Baldachinobasilica_di_san_pietro_rome_-_26771180px-StPetersDomePDspietro

Papi italiani, poi un Papa polacco, poi un Papa tedesco , poi un Papa argentino.  Adesso toccherebbe a un Papa russo   reggere la Chiesa Cattolica Romana. E forse in pieno si svelerebbe quella parte del Segreto di Fatima che vuole la Russia consacrata al Cuore Immacolato di Maria.  Solo dopo questo passaggio  e dopo la resa dell’Islam  schiacciato in più parti del mondo  si potrebbe dare avvio a un periodo di  vera pace. Sappiamo che a giorni il Papa argentino farà un  Concistorio per l’elezione di nuovi cinque cardinali. La cosa più avveniristica -e non troppo-  è la previsione di […]

  

Verso il disordine globale. Un libro di Italico Santoro apre a scenari terribili sull’Europa e sul mondo. E’ l’inizio della fine?

9788861844957_0_0_709_80santitalimages11imagesuntitled

Mettetevi seduti e allacciate le cinture di sicurezza prima di iniziare a leggere, perchè il libro di  Italico Santoro, è un  illuminante  saggio  sul nostro tempo, pubblicato da qualche settimana da Mondadori Università, ma può causare tachicardia in chi vive fuori dal suo tempo; o meglio, la lucidità  di descrivere il presente e leggere il divenire della storia e della politica che la muove mette a fuoco cornici scioccanti. Santoro (oggi tra gli animatori della Fondazione Spadolini) è nato a Contursi Terme (Salerno) il 16 ottobre 1940. Laureato in Giurisprudenza e in Scienze Politiche, economista e dirigente d’azienda, è stato deputato […]

  

Colpo di grazia all’ISIS. Dalla Siria all’Isis. Smantellato il sistema di vita imposta nelle zone conquistate dai miliziani islamici.

isis-a-palmyra

Tempi durissimi per l’ISIS. Mesi e giorni contati. Il capo del dipartimento generale operativo dello Stato maggiore russo, generale Serghiei Rudskoi ha comunicato che Palmira  è  stata riconquistata dalle milizie siriane, e che lo Stato Islamico ha  perso oltre mille soldati,  tra  morti o feriti, con  19 carri armati, 37 veicoli da sfondamento, 98 pick-up, armi pesanti e oltre 100 mezzi. Anche se  l’ISIS, a quanto pare,  sta ancora ricevendo  rinforzi da Mosul e Raqqa  pur con i suoi ultimi latrati. E tutto ciò non in apparenza, ma carte alla mano e con battaglie vinte. Lo riferiscono i quartieri generali […]

  

Andrea Palladio. Il mistero del volto. A Vicenza una mostra svela il ritratto autentico del grande architetto.

21728eb81966406bde4b3523502319b1ece620c6feabb3eb7372ec746cb3d56423a26486eea1779781780782783833f33eaab858ea975c35e660493be870d67b2040

Una mostra del  CISA su  Andrea Palladio, voluta  anche dalla  Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Verona, Rovigo e Vicenza, in collaborazione con ROSIZO State Museum and Exhibition Center, è in corso a Vicenza. Il CISA (Centro Internazionale di studi di architettura Andrea Palladio) fondato nel 1958, è un istituto di ricerca sulla storia dell’architettura antica e moderna. Il centro, inoltre, promuove ricerche, realizza mostre, pubblica libri, organizza corsi e seminari. Al CISA dal 5 ottobre 2012 è aperto il Palladio Museum, un laboratorio di ricerca aperto al pubblico. Ora del più conosciuto architetto degli ultimi cinque secoli […]

  

“Solo Italia”. Architettura e paesaggio culturale, disegni dal Settecento ad oggi in mostra a Roma.Uno spettacolo emozionante.

Letters_from_several_parts_of_Europe_and_the_East_tifInvito Solo Italia Definitivosolo-italia-architettura-e-paesaggio-culturale-disegni-dal-settecento-a-oggi-01Francesco-Panini-Veduta-del-Corso-ICG6dde23899d3a17527c9242cef14111f7ae6dff8Articolo-4_Fotor_1023_A4

Il Grand Tour era un lungo viaggio nell’ Europa continentale effettuato dai ricchi giovani dell’aristocrazia europea a partire dal XVIII secolo e destinato a perfezionare il loro sapere con partenza e arrivo in una medesima città. Questo viaggio poteva durare da pochi mesi fino a svariati anni. Lo svolgersi del viaggio e la comune meta e destinazione finale era l’ Italia. Quanti viaggi siano stati fatti in Italia da intellettuali, artisti, scrittori, musicisti, storici dell’arte e archeologi lo hanno detto già le cronache. Per tutti c’era “Solo Italia”. Ed è questo il titolo della mostra in questione, di quanti mossi […]

  

L’arte russa cattura Zurigo. A “Manifesta” espongono le nuove avanguardie russe del terzo millennio.

img_1658-1img_1923img_1664img_1667img_1773img_1918

Rbth,  che sta per “Russia Bedond  the Headlines”,  è una testata giornalistica che riporta notizie legate alla Russia, ed è   finanziata dalla Rossijskaja Gazeta.  E’ stata proprio Rbth a selezionare le  opere di artisti russi che partecipano al significativo progetto della Biennale itinerante di arte contemporanea “Manifesta”, inaugurata a Zurigo, proprio nel centenario Dada ; progetto che è stato battezzato quest’anno dal suo curatore, Christian Jankowski, “What people do for money”. Ecco i quattro artisti russi in risalto a “Manifesta”: Andrej Tarkovskij, Olga Chernysheva, Aleksandr Sheyn, Evgenij Antufiev. Dunque, l’arte russa seduce Zurigo. In questa edizione della biennale troviamo uno […]

  

Kazimir Malevic e il miracolo suprematista nella dittatura di Stalin. Alla Gamec di Bergamo una grande mostra per il centenario del movimento.

04_Malevic_Ragazze-in-un-campo-1928-29index9724997250images1Malevic_Testa_di_contadino-590x443imm-cop-Malevic-800x40097251

                                                                                                                                                                                                                 […]

  

Lo zar Vladimir Putin erediterà una collezione d’arte da 2 miliardi di dollari.

Tourist-Information-Russia-The-Pushkin-Museum-of-Fine-Arts-Front-view-1024x683-1l43-berlusca-putin-150907174047_medium

                                     Nina Moleva, collezionista russa, ha deciso di donare a Vladimir Putin la sua incredibile collezione d’arte. La raccolta del valore di 2 miliardi di dollari, includerebbe più di mille opere, di Leonardo da Vinci, di Michelangelo, di Rembrandt e altri artisti del Rinascimento e oltre. I capolavori sarebbero stati accumulati dall’attore teatrale Ivan Grinyov, nonno del marito di Moleva, che negli anni avrebbe acquistato centinaia di lotti nelle aste europee. Secondo quanto dichiarato dalla collezionista, durante la rivoluzione russa Grinyov nascose le opere in una mansarda. Quando lei e suo marito tornarono nell’appartamento di proprietà della famiglia i quadri […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2018