Florencia Martinez in mostra alla Gilda Contemporary Art di Milano. Un inno alla vita con opere fra tessuto e colore (H. Honey Hungry Home).

8_%20home-alveare%202017%20_ricamo%20su%20iuta%20,creta_%2080x80cm35_%20hungry-vegetal%202017%20_%20ricamo%20su%20iuta%20_%2070x40cm24_%20honey-tempo%203%20-%202017%20_%20ricamo%20su%20iuta%2090x60cm9_%20home-una%20casa%20nell'albero%202017%20_tessuto%20cucito%20_120x80cm25_%20honey-tempo2%20_2017%20_ricamo%20su%20iuta%2060x100cm7_%20home-alveare%202%202017%20_ricamo%20su%20iuta,creta,%2050x40cm3_%20home-%2035x30cm%202017%20ricamo%20su%20iuta,%20creta_

Da Gilda Contemporary Art di Milano la personale – prorogata fino al 27 gennaio del 2018- di Florencia Martinez (Buenos Aires, 1962) che ha realizzato un progetto inedito, appositamente pensato per gli spazi espositivi della galleria milanese. La mostra col patrocinio del Consolato d’Argentina, presenta una serie di opere recenti in cui il tessuto e il colore sono gli elementi che caratterizzano il lavoro dell’artista italo-argentina. È dal 2000 che Florencia Martinez ha scelto il tessuto come materia principale con cui esprimersi, trovando in esso la capacità di raccontare una storia, un vissuto privato e personale. Dopo un primo approccio […]

  

I Longobardi e la storia d’Italia. La mostra al MANN di Napoli.

domini_longobardi14653_179_pluteoagnello64721-LONGOBARDI14650_179_CofanettoNovales14648_179_AOSTA-SanLorenzo14657_179_BorchiaOroGemme-14908_179_EdittoRotariRP14667_179_gota14922_179_Pavone

Un grande evento internazionale. Nord e Sud Italia uniti per la più importante mostra mai realizzata sui Longobardi. La mostra è stata prima al Castello di Pavia, ora dal 15 dicembre 2017 e fino al 25 marzo al MANN di Napoli; ad aprile 2018 al Museo Statale Ermitage di San Pietroburgo. Devo confessarvi d’aver visto una mostra epocale. Pavia prima  è tornata capitale del “Regnum Longobardorum” e Napoli si fa adesso portavoce del ruolo fondamentale del Meridione nell’epopea degli “uomini dalla lunghe barbe” e nella mediazione culturale tra Mediterraneo e nord Europa. Una collaborazione internazionale a tre – Musei Civici di […]

  

Il MIMAC compie vent’anni . Il Museo Internazionale Mariano di Arte Contemporanea, colonna portante della Fondazione Don Tonino Bello ad Alessano-Lecce nel Salento, è oggi il più importante Museo Mariano d’Europa.

fototeca_11_49Mimac - edificio x sped.museo-arte-alessano (4)fototeca_11_48 - Copia (2)Settembrini-La-madonna-delle-GinestreGuerricchio-Madonna-di-Sarajevocartina-salentoL'ALBERO DELLA PACE,altezza cm.280,cristallo e vetrofusione,2010bruno mangiaterra,trans-humus,neon e legno,2010

Il MIMAC,  Museo Internazionale Mariano di Arte Contemporanea, veniva fondato  nel 1998 come còstola culturale della Fondazione Don Tonino Bello. Ne sono stato io il fondatore.  Il Museo e’ registrato e segnalato dal MIBAC ( Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo), figura  anche nel portale dei Musei del Salento  che mi indica come direttore e referente,  ed è   registrato anche da Cathopedia ovvero l’Enciclopedia  Cattolica e dal Portale di Mariologia “La Theotokos”.   Alla sua fondazione  mi spinse, dopo una fraterna cena,  come tante ne abbiamo fatte negli anni, il collega Professor Donato Valli ordinario di letteratura […]

  

Voglia d’Italia. Il collezionismo internazionale nella Roma del Vittoriano.

17dfbd66955da7da37a07aaba96a795e4df6fa27cache-cache_194d8721736f745d388d69d112de08bc_c5acdec5574ef2c62f6ccd8f0fc4c955Günter-Grass-Luomo-nella-luna-2000-Collezione-WürthUwe-Kachele-Nasi-odorano-tulipani-1999-Collezione-Würthwuerth_carl_spitzweg_res_wl2_345collezionismo-raccolta-wurts

Il 7 dicembre 2017 si apre a Roma la mostra “Voglia d’Italia. Il collezionismo internazionale nella Roma del Vittoriano”, articolata in due sedi, Palazzo Venezia e Gallerie Sacconi nel complesso del Vittoriano,  e rimarrà aperta fino al 4 marzo 2018.  L’iniziativa, promossa e organizzata dal Polo Museale del Lazio, diretto da Edith Gabrielli, nell’ambito del programma di valorizzazione dei propri musei e luoghi di cultura, sottolinea la cura rivolta in particolare verso Palazzo Venezia e il Vittoriano, tornati ormai alla ribalta del grande pubblico. Nella circostanza il visitatore può fruire di un biglietto unico per le due sedi, che gli […]

  

Lo splendore del Bianco e del Nero nelle opere di quattordici artisti internazionali. Eccellenze dell’arte contemporanea in una storica mostra al Liceo Artistico Statale di Brera a Milano.

Arturo Vermi-Diario-tecnica mista su tela di sacco-cm.47x70-1963Giancarlo Bulli-Fra un minuto e l'altro-acrilico e legno-cm.13x35x3Armando Marrocco-9 cubi vestiti di tela-acrilico su tela e supporto in legno-cm.25x28x9-2010Paolo Barrile-Scrittura-acrilico su tela-cm.20x20-1999Bruno Mangiaterra-Rosa Rosae-dittico olio su tela-cm.80x100 cadauno-2017Jorrit Tornquist-Orme-pasta e acrilico su legno-cm.20x20-1992Jorge Eduardo Eielson-Quipus bianco nero-acrilico e tela-cm.28x14x18-1993Loi di Campi-Moduli sommersi-tecnica mista-cm.100x100x6,5-2017I paesaggi dell'Anima no.1 43x18x24cm bronzo patinato nero 2013100_0807ATT0 (2)???????????????????????????????15DSC0622Loi di Campi-Moduli sommersi-tecnica mista-cm-100x100x10-2017100_0817

Dopo il blu e il rosso, prosegue il percorso delle mostre storiche  al Liceo Artistico Statale di Brera a Milano sui “colori”. Un’analisi profonda, mirata, un’analisi sui monocromi che tanta attenzione  hanno trovato da parte degli Storici dell’Arte Contemporanea negli ultimi cinquant’anni. Pensate che in concomitanza con questa  mostra al “Brera”,  la potenza visiva del bianco e del nero ha fatto mettere in piedi  dallo scorso ottobre 2017 anche  la  mostra “Monochrome: Painting in Black and White”, alla National Gallery di Londra; 700 anni di storia dell’arte raccontanti attraverso 50 opere radicali che hanno rappresentato un passaggio importante. Dipinti e […]

  

La sharia cancella i nudi in Turchia. Vistosa contestazione per una mostra d’arte contemporanea nell’era di Erdogan.

1615b7b1d4aa8f59209f956232dcead6Donne-nel-cortile

Il Medioevo è piombato in Turchia nell’era di Erdogan. Quella che era la Turchia laica messa in piedi da Ataturk ormai non c’è più. Ne è prova l’esposizione “La porta si apre a chi bussa” (“Kapı çalana açılır”) organizzata presso la villa del principe Abdülmecid II (sulla sponda asiatica del Bosforo), esattamente il  22 ottobre 2017, e prontamente   interrotta a causa di  una violenta irruzione.  E’ successo che nel corso della mostra, realizzata in parallelo alla 15esima Biennale di Istanbul, alcune persone siano entrate nel palazzo urlando: “è questa la laicità?”; e ancora : “il Paese è arrivato a questo […]

  

Urs Fischer scultore e filosofo del nostro tempo. Ha invaso Piazza della Signoria a Firenze con straordinarie sculture capaci di raccontare il mondo e la vita che si “sciolgono” nel tempo.

7Fig.3Fig.4Fig.5Fig.7Fig.82Fig.11

 A due anni di distanza, Piazza Signoria ospita nuovamente “In Florence”, un grande evento di arte contemporanea visitabile fino al 21 gennaio 2018,  ideato da Fabrizio Moretti e Sergio Risaliti, promosso dal Comune di Firenze. Dopo la celebre star Jeff Koons, ospite di Firenze nel 2015, il protagonista assoluto della seconda edizione di “In Florence 2017”  è  lo svizzero Urs Fischer, tra i grandi artisti del panorama mondiale. Il progetto – a cura di Francesco Bonami –  lascia leggere, come di rito, nella presentazione di un’opera monumentale all’interno di quello straordinario museo della scultura a cielo aperto che è Piazza Signoria, in un contrasto quantomeno provocante tra antico e contemporaneo. L’organizzazione dell’evento è seguita […]

  

Willy Virginer, lo scultore che mette sul piedistallo la bellezza e la natura. Approda a Monza un campione della scultura contemporanea.

Where has the Stockbroker gone, 2015, lindenwood, arcryl color, aluminum leaf, iron, 270x93x64cmIMG_4422-1-590x590busto-2-1-489x59022310340_894577590710737_5936535014645386109_nimage (56)Ciu ria de fo ies, 2017, lindenwood, acryl color, 190x65x46cm (dettail) (4)22382293_894414664060363_4884059337791101427_o

Finalmente, dico finalmente. Ecco una mostra  fuori da tutti gli schemi dei “mostrifici”. Una mostra vera, sapiente, educativa, forte, etica, esteticamente bella. E’ la mostra con opere recenti di  Willy Verginer. Uno scultore tutto d’un pezzo, che sorvola  formalità e glorie. Uno scultore come ormai non se ne vedono più in giro da anni. Una volta c’era la storica galleria di Ada  Zunino a Milano, la regina della scultura italiana,  che proponeva il meglio della scultura italiana ed estera. Poi più nulla. E adesso torna a Monza tre anni dopo la personale al Mac di Lissone e la trasferta americana alla […]

  

Il Tesoro di Santa Rosa a Viterbo. Una mostra nella città laziale lascia vedere capolavori d’arte ma anche momenti di fede e spiritualità.

tesoro-santa-rosaimagesW1374457982K035302santa-rosaIMG20170830120523329_900_700Tesoro-di-Santa-Rosa-2Tesoro-di-Santa-Rosa-1

La mostra “Il tesoro di S. Rosa. Un monastero di arte, fede e luce”( a Viterbo-Monastero di Santa Rosa, fino al 6 gennaio 2018)   fa il punto su una grande santa italiana, sui grandi festeggiamenti che si tengono annualmente nella città di Viterbo in occasione della festività della Santa Patrona,  ed    espone,  insieme per la prima volta, preziosi manufatti tra cui manoscritti, documenti, dipinti, ceramiche e argenterie che ricostruiscono la vita della Santa e le vicende meno note del monastero viterbese. Un monastero, una giovane santa e un tesoro che per secoli è stato conservato con devozione. Rosa è […]

  

Lo scultore Kyoji Nagatani in mostra a Milano, racconta il mondo (Genesi) e la storia, il tempo e la vita. Un artista, eccellenza della scultura internazionale.

Kyoji NagataniGenesi 2016 nero (2)DSC06219Il Seme del Tempo no.4 23x28x19cmIl viaggiatore del Tempo 2017 21x21x16cm bronzo e LegnoDSC04354

La mostra “Genesi” in corso alla Miart Gallery di Milano (Via Brera  3) illustra il percorso denso, di ricerca estrema,   dello scultore  Kyoji Nagatani (Tokyo 1950) che, attraverso il linguaggio della scultura, esplora il rapporto intimo tra natura e uomo, spingendo la sua visione in un clima  di attesa e di poesia, di minimalismo e  di filosofia. Nagatani esplora la vita, la storia e il tempo,  e traduce, come pochissimi, la materia attraverso un uso inedito delle  sollecitazioni  espressive, reinterpretate  certo in chiave scultorea, generando così  delle composizioni in cui l’insieme degli elementi -laddove si muove con installazioni- ,  o […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2018