Mattia e Gregorio Preti avvolti nel trionfo dei sensi. Una nuova luce caravaggesca sui due secentisti le cui opere sono esposte a Palazzo Barberini a Roma.

88411-4_GeMPreti_Allegoria_Cinque_Sensi_DOPO_IL_RESTAURO4F7A7636cebfeb73d7ee98b45567b5edd405427d_LPalazzoBarberini-795x300-795x300

                                                                                                                                                                                                                                Le Gallerie Nazionali di Arte Antica presentano fino  al 16 giugno 2019, nella sede di Palazzo Barberini, la mostra Il trionfo dei sensi. Nuova luce su Mattia e Gregorio Preti, a cura di Alessandro Cosma e Yuri Primarosa. L’esposizione, che esamina la prima attività di Mattia Preti e la sua formazione nella bottega romana del fratello Gregorio, ruota attorno all’Allegoria dei cinque sensi delle Gallerie Nazionali, una monumentale tela d’impronta caravaggesca, rimasta per anni in deposito presso il Circolo Ufficiali delle Forze Armate. Realizzata dai due fratelli negli anni Quaranta del Seicento, è ricordata nel 1686 nella collezione di […]

  

I Carnevali barocchi rivivono in una mostra a Palazzo Pitti a Firenze voluta dagli Uffizi. Campeggia il Carro d’oro di Schor, un capolavoro assoluto.

IMG_1923Firenze-a-Palazzo-Pitti-una-mostra-fa-rivivere-i-carnevali-barocchiP1180222P1180236P1180249P1180256

Si apre per carnevale una mostra in tema, “Il carro d’oro di Johann Paul Schor. L’effimero splendore dei carnevali barocchi” che ci parla proprio delle mascherate, delle feste, e degli allestimenti barocchi. In esposizione agli Uffizi – Palazzo Pitti, insieme ad altre opere il grande dipinto del “Carro d’oro” di Johann Paul Schor,  evento  e mostra visitabile fino al 5 maggio 2019. Ne è protagonista lo spettacolare dipinto, recente acquisto dalle Gallerie degli Uffizi, raffigurante Il corteo del principe Giovan Battista Borghese per il Carnevale di Roma del 1664, del pittore tirolese Johann Paul Schor (Innsbruck 1615 – Roma 1674) […]

  

Madame reali, cultura e potere da Parigi a Torino. A Palazzo Madama a Torino una mostra documenta vita e azioni di due donne reali dello stato sabaudo tra ‘600 e ‘700.

85517-Francesco_Cairo_La-figlia-del-faraone86663-L-BUFFI_Maria-Giovanna_Battista-di-Savoia-Nemours86665-NARCISO_TORRET_Cristina-di-Francia86669-Cristina-di-Francia86667-Maria-Giovanna-Battista-di-Savoia-Nemours

La mostra Madame reali: cultura e potere da Parigi a Torino, voluta da Guido Curto, direttore di Palazzo Madama, e curata dalle conservatrici del museo Clelia Arnaldi di Balme e Maria Paola Ruffino, è allestita nella Sala del Senato fino  al 6 maggio 2019. Il percorso espositivo documenta la vita e le azioni di due donne che impressero un forte sviluppo alla società e alla cultura artistica nello stato sabaudo tra il 1600 e il 1700: Cristina di Francia (Parigi 1606 – Torino 1663) e Maria Giovanna Battista di Savoia Nemours (Parigi 1644 – Torino 1724). Due figure emblematiche della storia europea, che esercitarono il loro potere declinato […]

  

Gli animali nell’arte dal Rinascimento a Ceruti. A Brescia in Palazzo Martinengo una quadreria impareggiabile su animali e natura.

01_Ceruti_002_Ceruti_011_Giordanophoto Thomas Hennocque16_Victor12_Cassana25_FiasellaA 1778305_Bachiacca_018_Dandini19_Campidoglio13_Crivelli

Le sale di Palazzo Martinengo a Brescia  accolgono  un evento unico nel suo genere che documenta, attraverso oltre 80 capolavori, come la rappresentazione degli animali abbia trovato ampia diffusione nell’arte tra XVI e XVIII secolo.  La mostra Gli animali nell’arte dal Rinascimento a Ceruti, aperta fino al 9 giugno 2019  curata da Davide Dotti, organizzata dall’Associazione Amici di Palazzo Martinengo, col patrocinio della Provincia di Brescia e del Comune di Brescia, in partnership con WWF Italy, ha trasformato  la storica residenza cinquecentesca nel cuore della città in un ideale “zoo artistico”, che ha consentito  al visitatore di comprendere come l’animale abbia da […]

  

Un omaggio a Giuliano Briganti nella Biblioteca di Santa Maria della Scala a Siena. Il progetto titolato “Dalla maniera alla veduta”, segna il vasto interesse dello Storico dell’Arte.

giuliano-briganti03201417811-8d1513df-c70b-4980-8de7-15e39f7ae835foto 2 Giuliano Briganti La maniera italiana 1961foto 4 Giuliano Briganti Gaspar van Wittel e l'origine della veduta settecenteca 1966 Roma Editore Bozzifoto 5 Giuliano Briganti Pietro da Cortona o della pittura barocca 1962foto 3 Giuliano Briganti I Bamboccianti Pittori della vita quotidiana a Roma nel Seicento 1983Image10Briganti-D_AmicoBriganti-Guttuso_1983

In occasione del centenario della nascita di Giuliano Briganti (1918-2018) il Santa Maria della Scala di Siena, nei locali della Biblioteca Giuliano Briganti,  presenta  un altro progetto espositivo dedicato al grande storico dell’arte dal titolo “Dalla maniera alla veduta. Il percorso di una vita”. Lo scopo dell’esposizione, visitabile fino  a giovedì  13 dicembre,  è quello di presentare, attraverso libri, fotografie ed incisioni, gli argomenti di maggiore interesse dello studioso. Il visitatore avrà la possibilità di ammirare, pertanto, non solo i testi autografi dell’illustrissimo collega  Giuliano Briganti ma anche alcuni libri antichi a lui appartenuti come Le Vite di Giorgio Vasari […]

  

La Natura morta spagnola da Sánchez Cotán a Goya. ll silenzio sulla tela in capolavori del barocco europeo in mostra ai Musei reali di Torino.

80247-toInvito-Il-silenzio-sulla-tela-conferenza-stampa86470fc32b287e5d52f43f6a0fc517b2b4053Francisco-de-Palacios_Tavola-1645-50_collezione-privata_preview-750x496G_e9deb25fc5

I Musei Reali presentano a Torino, fino al 30 settembre 2018, nelle Sale Palatine della Galleria Sabauda, una mostra di pittura rara e preziosa, dedicata al genere della natura morta, che nasce dalla collaborazione con Bozar – Palais des Beaux-Arts di Bruxelles e che si avvale della partnership con Intesa Sanpaolo. Con “Il silenzio sulla tela. Natura morta spagnola da Sánchez Cotán a Goya”, questo il titolo della mostra, il Belgio e l’Italia si uniscono per costruire un omaggio alla Spagna. Intorno alle prove di grandi artisti come Sánchez Cotán, Juan de Zurbarán, Meléndez e Goya, la mostra traccia il percorso di sviluppo di questo genere su […]

  

Capolavori del Maestro di Hartford. Due nature morte acquisite dalla Galleria Estense di Modena.

image80173-01_23

Dal 16 giugno 2018, la Galleria Estense di Modena si arricchisce di due nuovi capolavori. Si tratta di due nature morte, “Alzatina con fichi, pesche e uva, vaso di fiori e frutt”a e “Alzatina con uva e pesche, vaso di fiori, frutta e farfalla”, realizzate agli inizi del XVII secolo (1600-1602) dall’artista conosciuto come il Maestro di Hartford. Fino al 16 settembre, i due dipinti, dotati di cornici di cui erano privi offerte dall’Associazione Amici delle Gallerie Estensi, saranno presentati in anteprima al pubblico. “È l’alba di una diversa sensibilità – afferma Federico Fischetti, uno dei curatori della Galleria – che indirizza la pittura italiana […]

  

Un capolavoro del Bernini mutilato a Roma. Santa Bibiana ha perso un dito per una mostra voluta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

1525254379462.jpg--1525254376041.jpg--1525254366052.jpg--1525254373599.jpg--

La statua di Santa Bibiana di Gian Lorenzo Bernini, uno dei capolavori del primo barocco romano, ha perso un dito. Ad accorgersene è stato il collega professor Giovan Battista Fidanza, ordinario di storia dell’arte moderna all’Università di Roma Tor Vergata, in occasione di un seminario che si è svolto proprio presso la chiesa di Santa Bibiana. Da poco l’opera del Bernini era stata riportata nella sua collocazione originale, nella chiesa di Santa Bibiana a Roma, dopo il trasferimento alla Galleria Borghese dove è rimasta fino allo scorso 4 febbraio per un’esposizione. Nell’agosto del 2017 la statua era stata restaurata proprio per essere […]

  

Il fiammingo Pieter Paul Rubens festeggiato ad Anversa e nelle Fiandre.

76533-Barok_Burez_Vaas_met_bloemen_foto_Athos_Burez76515-Michaelina-Wautier_Bacchanal_Kunsthistorisches_Museum_Wenen76519-Self-Portrait_of_Michaelina_Woutiers_Particuliere_verzameling76535-Athos_Burez76569-Sunday_2011_c_-Paul-Kooiker

Per la città delle Fiandre  il 2018 sarà un anno di grandi festeggiamenti all’insegna del Barocco e in onore del suo più celebre cittadino, il grande pittore fiammingo Pieter Paul Rubens. Tra le molte iniziative portate in città dalla poderosa ondata barocca sospinta da un vento di contemporaneità, da non perdere al MAS – Museum aan de Stroom (dal 1°giugno al 2 settembre), una grande retrospettiva in anteprima mondiale dedicata a Michaelina Wautier, talentuosa pittrice belga del ‘600, nota per i suoi dipinti di grande formato, i ritratti audaci e la singolare tecnica pittorica. Ai dipinti della Wautier faranno da contrappunto, sempre al MAS con Baroque Burez (dal 1° giugno […]

  

I Misteri della Cattedrale. Luci accese sulla Cattedrale di Piacenza e sul suo Museo. Meraviglie nel labirinto del sapere.

00219_4001_0003_100430_022158_19

Il progetto offre l’apertura del nuovo allestimento del Museo del Duomo cui si integra uno straordinario percorso di salita che, attraverso luoghi segreti, conduce fino alla cupola del Guercino. In più, dal 7 aprile al 7 luglio, una mostra riporta alla luce alcuni dei più preziosi codici miniati medievali, come il Libro del Maestro o il Salterio di Angilberga, appartenenti al patrimonio archivistico piacentino. Dopo il successo di “Guercino a Piacenza”, che ha visto oltre 100.000 persone salire all’interno della cupola della Cattedrale per ammirare gli affreschi di Guercino, il Duomo ritorna a essere il fulcro della vita culturale piacentina. […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2019