Renato Mambor esponente tra i più importanti del ‘900 avanguardista italiano e della Scuola Romana di Piazza del Popolo , in mostra da Tornabuoni Arte a Firenze.

95351-Renato-Mambor-I-protettori-2007-acrilico-su-tela-su-tavola-cm-100x150_Renato-Mambor-Riflettore-avorio-1992-tecnica-mista-su-cartone-cm-72x97-copia.Renato-Mambor-Asciugacapelli-1966-tecnica-mista-su-cartoncino-cm-72x102.Renato-Mambor-Airone-ferito-1966-acrilico-su-tela-cm-70x100.Renato-Mambor-Battesimo-nel-colore-blu-2005-tecnica-mista-su-tela-tamburata-cm-120x170.Renato-Mambor-Uomo-geografico-_-fondo-grigio-2012-tecnica-mista-su-tela-cm-100x120.Renato-Mambor-Folla-1963-tecnica-mista-su-carta-cm-70x100.

Tornabuoni Arte, nella sua sede di Firenze, ospita  un’ampia selezione dedicata a Renato Mambor,  in collaborazione con l’archivio Mambor. La mostra, corredata da un approfondito catalogo, ripercorre il lavoro poliedrico dell’artista, tra i più originali della scena europea dell’arte durante la seconda metà del XX secolo. Mambor è stato uno dei primi a sconfinare dalla pittura verso altri linguaggi: fotografia, cinema, performance, installazioni e teatro, per tornare comunque sempre alla pittura. Continuando a lavorare sul linguaggio e sugli elementi costitutivi dell’arte, ha avviato una sperimentazione sul rapporto tra organismo e ambiente, tra arte e vita, sul cambiamento dello sguardo e […]

  

Carosello. Pubblicità e Televisione 1957 –1977. Una spettacolare mostra che racconta la fiabesca rivoluzione dell’Italia e dei suoi consumi.

3193765-immagine-sitoProduzione-Pagot-Calimero-pubblicità-per-Ava-Mira-Lanza-1965-vetrofania_-Collezione-Galleria-LIMAGE-Alassio-SV-697x1024imagesUDMIIRCIcropcarosello

Alla Fondazione Magnani-Rocca si apre un nuovo capitolo nell’indagine della storia della Pubblicità in Italia. La mostra “Carosello. Pubblicità e Televisione 1957-1977” – allestita alla Villa dei Capolavori, sede della Fondazione a Mamiano di Traversetolo presso Parma fino all’8 dicembre 2019 – segue infatti dopo due anni la prima esposizione dedicata alla storia della pubblicità dal 1890 al 1957, che fu l’occasione per ripercorrere la nascita e l’evoluzione della comunicazione pubblicitaria e in particolare del manifesto, permettendo al visitatore di comprenderne la genesi, dai primi schizzi ai bozzetti, fino al manifesto stampato. Se in quella prima tappa della storia della […]

  

Liu Bolin. La performance fotografica dell’artista cinese che contesta il potere e il vivere contemporaneo, in mostra al MUDEC di Milano.

profile_largeliu-bolin_-Blue-Europe-840x420liu-bolin_-Colosseo-No.2-559x420liu-bolin-visibile-invisibileliu-bolin_-Pietà-di-Michelangelo-Castello-Sforzesco-Milano-315x420liu-bolin_-Soft-Drinks-420x420liu-bolin_-World-Cultures.-MUDEC-Milanoliu-bolin_-Mobile-Phoneliu-bolin_-Memory-Day-559x420liu-bolin_-Family-Photo-560x420

    L’artista cinese di fama internazionale Liu Bolin (Shandong, 1973) è conosciuto dal grande pubblico per le sue performance mimetiche, in cui, grazie a un accurato body painting, il suo corpo risulta pienamente integrato con lo sfondo. Luoghi emblematici, problematiche sociali, identità culturali note e segrete: Liu Bolin fa sua la poetica del nascondersi per diventare cosa tra le cose, per denunciare che tutti i luoghi, tutti gli oggetti, anche i più piccoli, hanno un’anima che li caratterizza e in cui mimetizzarsi, svanire, identificarsi nel Tutto: una filosofia figlia dell’Oriente, ma che ha conquistato il mondo intero, soprattutto quello […]

  

Il modello nero da Géricault à Matisse. Al Musée d’Orsay di Parigi in mostra l’affascinante iconografia che identifica la “negritudine”.

01.-Benoist_Portrait-de-Madeleine02.-Delacroix_Aspasie07.-Cordier_Homme-du-Soudan-françaisbig.jpgggg18.-Vallotton_Aïcha06.-Carpeaux_Pourquoi-naître-esclaveA32212.jpg17.-Douanier-Rousseau_Charmeuse-de-serpentgriot-mag-olympia-manet-mosra-donne-neri-museo-dorsay-parigi-le-model-noir-1024x683griot-mag-il-modello-nero.-da-gericault-a-matisse-e-la-mostra-di-cui-cera-bisogno-jeanne-duval-manet-1024x822modello-nero-orsay-9-590x443modello-nero-orsay-8-500x590

Con  un approccio veramente multidisciplinare, tra storia dell’arte e storia delle idee, questa mostra si concentra sulle problematiche estetiche, politiche, sociali e razziali, oltre che sull’immaginario sotteso alla rappresentazione delle figure nere nelle arti visive, dall’abolizione della schiavitù in Francia (1794) fino ai nostri giorni. Pur offrendo una prospettiva d’insieme, essa si sofferma in particolare su tre periodi cruciali: l’era dell’abolizione (1794-1848), il periodo della Nuova pittura fino alla scoperta, da parte di Matisse, del Rinascimento di Harlem e, infine, i primordi delle avanguardie novecentesche e le successive generazioni di artisti post-bellici e contemporanei. Organizzata in collaborazione con la Wallach […]

  

Aya Ben Ron nel Padiglione di Israele alla Biennale di Venezia 2019. Sensazionale la clinica degli abusi in famiglia con “Il Field Hospital X”.

indexIMG-201--1024x681Padiglione-IsraeleE0147315-1CD8-4C18-B2F2-73FB0D21920D-696x471israele-b

Field Hospital X (FHX) è un’istituzione internazionale e itinerante ideata da Aya Ben Ron. Si tratta di un’organizzazione il cui scopo è indagare il modo in cui l’arte può agire e reagire di fronte a problemi sociali e valori corrotti. FHX nasce con l’intento di creare un ambiente sicuro in cui proiettare No Body, un video di Ben Ron che parla di abusi famigliari e racconta altre storie che meritano di essere ascoltate. Ispirandosi alla struttura e alla pratica degli ospedali, delle assicurazioni sanitarie e dei centri di cura, offre uno spazio in cui le voci messe a tacere possono […]

  

Roma nella camera oscura. La storia fotografica della città dall’Ottocento a oggi. Al Museo di Roma – Palazzo Braschi una mostra sorprendente.

171215525-ae31f75d-5fb6-4e1f-bf1b-b99823073355171215441-4345f61c-ded8-4493-82fc-0c1396ae407f171215357-6b5a0d24-7977-4e72-aa0d-3724259afc77171215101-0387055b-7b3e-497d-9378-b50e8518c36d88995-roma_nella_camera_oscura_1050x545171214838-9bc55cd4-d444-4385-b631-870dda706b6d171215607-71bd1e26-bdea-462a-8c49-b82364933d0b171214924-f848973e-a367-4ecb-bb44-651969b0542c171215187-a11b97d9-cf54-41fc-ac6a-eb2562d16dd7171215773-9b1ac5f7-8e35-4d65-b7a2-6907f312cd35171216032-0d3def47-3317-4a1c-8a72-37f7b20c908b171215951-5fcbb2a2-e052-409c-903e-1b8066ff7021

L’arte fotografica a Roma nasce prestissimo: già nel 1839, anno della presentazione di Daguerre all’Accademia delle Scienze di Parigi del sistema da lui inventato per fissare le immagini su una lamina argentea, cominciano ad operare i primi dagherrotipisti. Negli anni a seguire Roma è una delle prime città italiane a registrare il passaggio alla fotografia stampata su carta da un negativo, che sarà anch’esso di carta e poi successivamente di  vetro. Nella Città Eterna, pur stretta nella morsa del governo temporale papalino, e negli altri stati italiani, pur agitati dagli eventi che portarono all’unità, si assistette ad una grande diffusione della fotografia […]

  

Angelo Morbelli. Il poema della vecchiaia, uno dei capolavori del maestro divisionista, esposto a Venezia- Cà Pesaro.

75649-1-2

A distanza di oltre un secolo, ecco la ricomposizione del ciclo pittorico di Angelo Morbelli, uno dei capolavori del maestro divisionista: Il poema della vecchiaia. La  mostra è  a Cà Pesaro – Galleria Internazionale di Arte Moderna  a Venezia  aperta fino al 6 gennaio 2019. Nel 1901 Morbelli confida all’amico Giuseppe Pellizza da Volpedo la volontà di riaccostarsi al tema della vecchiaia, con l’esplicita intenzione di realizzare una vera e propria serie di dipinti. Il risultato di questa nuova ricerca su un tema affrontato dal pittore fin dal 1883 viene presentato alla V Esposizione internazionale d’arte di Venezia del 1903: […]

  

Un Banksy mondiale a Palazzo Medici Riccardi a Firenze. Le sue opere sono l’evoluzione della Pop Art, crocifiggono il potere e vivono di inaudita potenza mediatica.

1920px-banksy_girl_and_heart_balloon_2840632113stevejobs_banksy_rcbanksy-tutto-quello-che-non-sappiamo84039-banskybanksy-nyc-ghetto-4life-2013-1d7hftxdivxxvm.cloudfront.net661665a9-1e8a-4b9b-9b54-77f1e151d289banksy murales-2bimba palloncino banksy murale-2

E’ aperta  fino al 24 febbraio 2019 a Palazzo Medici Riccardi a Firenze   la mostra “BANKSY This is not a photo opportunity”, promossa e prodotta da MetaMorfosi Associazione Culturale, con il patrocinio di Firenze Città Metropolitana il sostegno della Regione Toscana e la collaborazione di Mus.e.  Lasciatemelo dire, è il grande evento artistico dell’anno 2018 in Italia. L’ho percepito dopo aver visto la mostra.  Strano mi direte, ma nessuno lo ha mai visto, nessuno conosce il suo viso, non esistono foto che lo mostrino; eppure BANKSY esiste in maniera dirompente attraverso le sue opere di inaudita potenza etica, evocativa e mediatica. Originario di Bristol, genericamente inquadrato nei […]

  

Il siciliano Ferdinando Scianna in mostra a Forlì al Complesso di San Domenico. Duecento foto dell’ illustre fotografo italiano che racconta umanità, guerre, viaggi e religiosità popolare.

80073-unnamed-3SCF1988003W00051-30 001Leonardo-Sciascia.-Racalmuto-1964-C-Ferdinando-SciannaFesta-di-Santa-Fortunata.-Ciminna-1964-C-Ferdinando-SciannaSCF1985003W00088-07 001

Negli spazi espositivi del Complesso di San Domenico a Forlì, è aperta al pubblico  fino al 6 gennaio 2019 la grande mostra retrospettiva dedicata a Ferdinando Scianna, curata da Denis Curti, Paola  Bergna e Alberto Bianda, art director della mostra. La rassegna è promossa dalla Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì e Civitas in connessione con la Settimana del Buon Vivere ed è organizzata da Civita Mostre. Da gennaio 2019 la mostra sarà quindi presentata a Palermo, nella Galleria d’Arte Moderna e Venezia (Casa dei tre Oci), poi in varie altre città, in Italia e all’estero. Non potevo assolutamente tralasciare […]

  

Nasce il Museo del Somaro a Gualdo Tadino(PG). Un esempio illuminante per far ritrovare all’Italia le sue origini.

Museo-del-somaro-2Museo-del-SomaroUn-momento-della-presentazione-720x445rev178879(1)-ori70427_Michel Gueranger (945x655)-696x385somaroredim

Il Museo del Somaro, finalmente in Italia trova collocazione. Speravo da anni venisse messo in piedi. E pensavo nascesse in qualche paese o cittadina del Sud, ad esempio Alessano-Lecce, Corigliano Calabro/Cosenza , Tricarico-Matera, e invece no.  Adesso è nato a Gualdo Tadino in provincia di Perugia, quindicimila abitanti. Ricordo che una volta lo proposi a un sindaco di Alessano/ Le, mi guardò stralunato come per dire che stessi per prenderlo in giro.  Ideato dall’Architetto  Nello Teodori –geniale uomo- , voluto e realizzato dall’Amministrazione Comunale di Gualdo Tadino in Umbria, ha  sede presso il palazzo medievale in via Calai, di proprietà […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2019