Ladri di bambini.Il caso di Bibbiano è il primo e non il solo in Italia. E’ ora di aprire indagini a Nord e a Sud, puntare il dito sui cacciatori di mostri e salvare l’infanzia rubata. Scoperchiata la Santa Inquisizione di Stato.

bambino-violenza-5478D_7rxhgX4AAuruXF309912201002C01-1-keyframe-poster-240x135@3D_8Q3d7WwAIWy88D_XvyfMXoAAMeEfD_8VppNX4AAkL-FD_8QPWMWsAAAzqS512+lSGIPoL._SY445_

Lasciatemelo dire, è il più grande scandalo morale e civile del secolo che vive la nostra nazione, quello che hanno voluto chiamare “angeli e demoni”. Scandalo di una vergogna inaudita, con criminali che hanno attentato all’integrità e alla vita di tanti figli e bambini  innocenti.  Nessuno ne parla, perché  tutti presi dall’ inseguire  Conte, la Lega al 37 per cento dei consensi,  il governo e i 5 stelle, il loro chiacchiericcio, le noiose  litigate, i voltafaccia, e sarebbe anche ora che la smettessero  e se ne tornassero a casa una volta per tutte, ecc.ecc. E veniamo alla cronaca diretta, perché […]

  

A Roma il XXXVIth International Congress on Law and MentalHealth (Diritto e Salute Mentale) dell’International Academy of Law and MentalHealth (IALMH).

1a) Locandina Ialmh (3)6837-MASTRONARDI41oaYuSvgqL

Si apre il  XXXVIth International Congress on Law and MentalHealth (Diritto e Salute Mentale) dell’International Academy of Law and MentalHealth (IALMH) – Roma, dal 21 al 26 luglio 2019. Con il Patrocinio del Ministero della Salute , il Patrocinio dell’Ordine dei Medici e gli auspici del Ministero dell’Università e della Ricerca. Ecco una relazione sintetica dell’illustrissimo Prof. Vincenzo Mastronardi,  Psichiatra e Criminologo Clinico; Titolare di Psicopatologia Forense presso la Ia Facoltà di Medicina dell’Università di Roma “La Sapienza” -Dipartimento di Scienze Psichiatriche e Medicina Psicologica;. Direttore dell’Osservatorio sui Comportamenti e sulla Devianza presso il succitato Dipartimento di Scienze Psichiatriche e Medicina […]

  

Le mummie di Firenze e il viaggio verso l’immortalità. Reperti e oggetti in mostra nel Museo Archeologico Nazionale di Firenze.

Sarcofago di Padimut_1069-656 a.C.Mummia di donna di epoca romana I-II sec. d.CPapiro funerario di Epoca Tolemaica_332-30 a.C.Statua del sacerdote Henat_525-404 a.C.Testa di mummia_656-332 a.C.Cassetta per ushabti di Nekhtamontu_1550-1070 a.C.

Stefano Casciu, Direttore del Polo museale della Toscana, Maria Cristina Guidotti, Curatrice della Sezione “Museo Egizio” del Museo Archeologico Nazionale di Firenze, e Eugenio Martera, CEO e Direttore Generale di Contemporanea progetti s.r.l., hanno inaugurato la mostra “Mummie. Viaggio verso l’immortalità”, realizzata da Contemporanea Progetti s.r.l., in esposizione negli spazi per mostre temporanee del Museo Archeologico Nazionale di Firenze fino al 2 febbraio 2020. Il progetto della mostra è nato nel 2000, da un’idea di Maria Cristina Guidotti, che ne è anche la curatrice scientifica, in occasione di uno studio sulle mummie della sezione “Museo Egizio” del Museo Archeologico Nazionale di […]

  

Il modello nero da Géricault à Matisse. Al Musée d’Orsay di Parigi in mostra l’affascinante iconografia che identifica la “negritudine”.

01.-Benoist_Portrait-de-Madeleine02.-Delacroix_Aspasie07.-Cordier_Homme-du-Soudan-françaisbig.jpgggg18.-Vallotton_Aïcha06.-Carpeaux_Pourquoi-naître-esclaveA32212.jpg17.-Douanier-Rousseau_Charmeuse-de-serpentgriot-mag-olympia-manet-mosra-donne-neri-museo-dorsay-parigi-le-model-noir-1024x683griot-mag-il-modello-nero.-da-gericault-a-matisse-e-la-mostra-di-cui-cera-bisogno-jeanne-duval-manet-1024x822modello-nero-orsay-9-590x443modello-nero-orsay-8-500x590

Con  un approccio veramente multidisciplinare, tra storia dell’arte e storia delle idee, questa mostra si concentra sulle problematiche estetiche, politiche, sociali e razziali, oltre che sull’immaginario sotteso alla rappresentazione delle figure nere nelle arti visive, dall’abolizione della schiavitù in Francia (1794) fino ai nostri giorni. Pur offrendo una prospettiva d’insieme, essa si sofferma in particolare su tre periodi cruciali: l’era dell’abolizione (1794-1848), il periodo della Nuova pittura fino alla scoperta, da parte di Matisse, del Rinascimento di Harlem e, infine, i primordi delle avanguardie novecentesche e le successive generazioni di artisti post-bellici e contemporanei. Organizzata in collaborazione con la Wallach […]

  

Balla, Boccioni e Depero. I Futuristi e il sogno della modernità in una mostra ai Musei civici di Domodossola.

domodossola_pal_san_francescoART_domodossola.futurismoTullio-Crali-Le-forze-della-curva-1930-olio-su-cartone-Mart-Museo-di-Arte-Moderna-e-Contemporanea-di-Trento-e-Rovereto8_MGZOOM0Benedetta-Cappa-MarinettiVelocità-di-motoscafo-1922-olio-su-tela-Galleria-darte-Moderna-Roma91909-unnamed_1_Giacomo-Balla-Velmare-o-Mare-cielo-vele-1919-olio-su-tela-Reggio-Emilia-collezione-Credemr_810x810_img-20190621-wa000612_MGZOOM1Umberto-Boccioni-Ritratto-dellavvocato-Carlo-Caetani-1907-olio-su-tela-Collezione-Fondazione-Cariverona-Verona1-khvF-U31201750794337umC-656x492@Corriere-Web-Torino

I Musei Civici di Palazzo San Francesco hanno riaperto  i battenti con una grande mostra dedicata al Futurismo, per raccontare un’epoca d’oro della città di Domodossola, scaraventata nel pieno della logica futurista e coinvolta nell’immaginario della modernità. Ai piedi delle Alpi sono arrivati  oltre settanta capolavori di Giacomo Balla, Umberto Boccioni, Fortunato Depero, Gerardo Dottori, Tullio Crali e tanti altri artisti in dialogo con le affascinanti sculture delle donne ossolane in abiti d’epoca, la prima macchina immatricolata nella Provincia di Novara e l’aeroplano dell’aviatore peruviano Geo Chávez che compì la mirabolante impresa della prima transvolata delle Alpi, sorvolando i cieli […]

  

L’Ambasciatore Gaetano Cortese e “La Residenza di Avenue Legrand” sede dell’Ambasciata d’Italia a Bruxelles. Un libro affascinante, ricco e prezioso, nell’anniversario della Residenza di Avenue Legrand come Ambasciata d’Italia in Belgio (1919-2019).

cortese_bruxelles_2019Listener0.jpgvvvIMG_1751 (2)pubblico-con-il-principe-Laurent-del-Belgio-vicino-alla-alla-Prof.ssa-Sissel-Hover-consorte-dellAmbasciatore-Gaetano-Cortese0.jpgggg28248_f_scalone28247_f_ambasciata28249_f_salotto28250_f_saloneAmbasciatore-Gaetano-Cortese-696x52228252_f_sala2Listener.pngccc

Bruxelles – Ho tra le mani il bellissimo volume dedicato alla Residenza di Avenue Legrand /Ambasciata d’Italia a Bruxelles, dell’illustrissimo nostro Ambasciatore italiano Gaetano Cortese (CORTESE Gaetano, Il Palazzo di Avenue Legrand. Residenza dell’Ambasciatore d’Italia presso Sua Maestà il Re dei Belgi, Servizi Tipografici Carlo Colombo, Roma, 2019, pp. 506), curatore ammirevole di quella stupenda e dotta  collana che dà prestigio all’Italia e al nostro Paese, in quanto esempla da tempo già tutta una serie di Ambasciate italiane all’estero, prestigiose rappresentanze diplomatiche; collana  tesa  a promuovere e valorizzare il patrimonio architettonico ed artistico delle proprietà demaniali dello Stato italiano all’estero (L’Ambasciata […]

  

Gli Assiri all’ombra del Vesuvio. Esaltante e suggestiva mostra al MANN di Napoli.

assiri-640x42090-Statue-Romane-nascoste-nei-depositi-finalmente-esposte-al-MANNAssiri-Bassorilievo-6qsifzc2i9mhu6jx295ml1ctmo8ywccp8xqh3dv4hpwGli-Assiri-allombra-del-Vesuvioassiri-4-701x42892465-Assiri_1

                                                                                                                                                      Un suggestivo percorso ad anello, che diviene un viaggio nella storia alla scoperta di una grande civiltà antica: se è quanto mai attuale il dibattito sulla tutela dei beni culturali in aree di crisi, la mostra “Gli Assiri all’ombra del Vesuvio” visitabile  al MANN (Museo Archeologico  Nazionale di Napoli) fino  al prossimo 16 settembre  2019, punta simbolicamente i riflettori sulla regione dell’Assiria, che rappresentava la fascia territoriale dell’alto Tigri in corrispondenza della parte settentrionale dell’odierno Iraq.  Su quel lembo di terra, dall’Ottocento in poi, si concentrarono le ricerche di intellettuali ed antiquari, che gettarono le basi per la costituzione […]

  

Trionfale scoperta medica.Vinta l’Aids. Eliminato il virus dell’hiv nei topi con farmaci e taglia-incolla del Dna. Nell’equipe di lavoro gli italiani Pietro Mancuso, Pasquale Ferrante e Martina Donadoni.

hightechforpeacefoundation-forum-27th2016-pasqualeferrantePietro_Mancuso-625x350-15624210173131422422-bba0e902-fe18-4af9-8ce1-c819db20b1684594535_2353_hiv_budding_colorhiv-cura

Anche la scienza medica è arte. L’annuncio è di quelli eccezionali. Il virus dell’Aids è vinto. Nell’equipe di lavoro gli italiani Pietro Mancuso, Pasquale Ferrante e Martina Donadoni. E’ proprio un bel regalo all’Italia, agli italiani  e al mondo intero. La notizia mi è stata data direttamente dall’amico Prof. Pasquale Ferrante, illustre professore dell’Università di Milano e virologo di chiara fama.   E’ così che possiamo dire finalmente che anche l’Italia è grande in fatto di ricerca e che ha ricercatori  che ogni giorno lavorano per il bene dell’umanità. E’ di questi giorni l‘annuncio della scoperta su ‘Nature Communications’, grazie […]

  

La maniera italiana. Due maestri, il Bertoja e il Mirola, da Parma alle Corti d’Europa. La mostra al Labirinto del Masone è il preludio di Parma Capitale Italiana della Cultura 2020.

image_thumbnail.aspxLabirinto-FMR-Castelli-DucatoPHOTO-2019-04-15-13-55-05PHOTO-2019-04-15-13-55-05-4Mostre: 'La maniera emiliana', Labirinto della MasoneFontanellato-Rocca-1-700x499

Sono due grandi maestri del secondo Cinquecento Emiliano, Jacopo Zanguidi detto il Bertoja (1540-1573) e Girolamo Mirola (1530/35-1570), i protagonisti della mostra al Labirinto della Masone aperta al pubblico fino al 30 luglio 2019. Due artisti eccezionali e misteriosi che contribuirono, insieme a Correggio e Parmigianino, loro illustri predecessori, a fare del Cinquecento parmense uno dei capitoli più raffinati e significativi dell’arte di tutti i tempi. L’esposizione, intitolata “La Maniera Emiliana. Bertoja, Mirola, da Parma alle Corti d’Europa”, vede per la prima volta riunite una settantina di opere, il nucleo pressoché completo dei lavori noti dei due artisti. Disegni, dipinti, […]

  

Pino Pascali e la sua straordinaria storia artistica in mostra a Venezia-Palazzo Cavanis in occasione della 58.ma Esposizione Internazionale d’Arte.

Pino-Pascali-Gruppo-di-Attrezzi-agricoli-1968-Galleria-Nazionale-Roma_523x30090239-unnamed_4_103437103438Pino-Pascali-Botole-ovvero-Lavori-in-corso-1967.-Galleria-Nazionale-Roma-561x420Pino-Pascali-Ricostruzione-della-balena-1966.-Collezione-privata-Milano-561x420unnamed-1-590x46502-590x47090239-unnamed_4_unnamed-2-590x455

                                                                                                                                In occasione della 58. Esposizione Internazionale d’Arte – La Biennale di Venezia curata da Ralph Rugoff la Fondazione Pino Pascali di Polignano a Mare presenta “Pino Pascali – Dall’Immagine alla Forma”, una mostra che, a cinquant’anni dalla scomparsa dell’artista – tra i massimi protagonisti della Pop Art e dell’Arte Povera italiana – propone una lettura inedita e sorprendente della sua produzione, accostando l’indagine fotografica a quella scultorea e filmica. Pino Pascali e la fotografia: una nuova indagine sull’opera dell’artista grazie al ritrovamento di 160 scatti stampati tra il 1964 e il 1965, a Napoli e a Roma. Ora in […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2019