L’arte di Francesco. Il Santo patrono d’Italia in capolavori d’arte e terre d’Asia dal XIII al XV secolo in mostra a Firenze.

3e91d8cdd621b698d31b88bd5106cf0d4783fd6thumbs_Fig.-5thumbs_Fig.-7thumbs_Fig.-1097b79dcee968530f843147da5d451192cc9ebdthumbs_Fig.-1thumbs_Fig.-12athumbs_Fig.-13thumbs_Fig.-19thumbs_Fig.-20

                                                                                                                                                                  Organizzata dalla Galleria dell’Accademia, in collaborazione con l’Ordine dei Frati Minori, e ideata scientificamente con la Commissio Sinica (Scuola Superiore di Studi Medievali e Francescani, Pontificia Università Antonianum di Roma), a Firenze la mostra “L’Arte di Francesco” si propone di documentare ai massimi livelli qualitativi la produzione artistica di diretta matrice francescana (pittura, scultura, arti suntuarie) dal Duecento al Quattrocento e, nel contempo, di porre in evidenza la straordinaria attività evangelizzatrice dei francescani in Asia, dalla Terra Santa alla Cina, rievocandola anche con oggetti di eccezionale importanza storica e incomparabile suggestione. Tra questi, il corno ritenuto tradizionalmente quello donato […]

  

San Sebastiano nei capolavori dell’arte tra Quattrocento e Seicento. Una mostra ne svela il corpo, la bellezza e la divinità.

E’ la prima volta che una mostra di grande rilievo storico-artistico viene interamente dedicata a San Sebastiano con straordinari capolavori provenienti da importanti musei italiani e prestigiose collezioni estere. La scelta di approfondire l’iconografia proprio di questo martire non è casuale. Pochi santi hanno attirato l’attenzione dei grandi artisti, dal Rinascimento al Barocco, e quanto di mira sia stato preso San Sebastiano, la mostra al Castello di Miradolo(Torino) ne è la dimostrazione. A proporre la mostra-evento “San Sebastiano. Bellezza e integrità nell’arte tra Quattrocento e Seicento” è la Fondazione Cosso, presieduta da Maria Luisa Cosso, nell’affascinante sede espositiva della Fondazione […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2019