Modigliani e l’avventura di Montparnasse. Capolavori dalle collezioni Netter e Alexandre. La grande retrospettiva a Livorno nel Museo della Città, terra natale dell’artista, in occasione del centesimo anniversario della sua scomparsa. Anche un Convegno su “Modigliani ebreo livornese”.

indexMostra Modigliani, taglio del nastro al Museo della CittàMODIGLIANI-28-1024x683modigliani10immagini.quotidiano.net.jpgcccimmagini.quotidiano.netModigliani-1-1Paulette Jourdain, by Amedeo ModiglianiimagesFotogramma_Modigliani_Livorno_HEROmodigliani-2modigliani-3index.jpgbb

E’ stata presentata, alla presenza del sindaco di Livorno Luca Salvetti, dell’assessore alla cultura Simone Lenzi, del curatore della mostra Marco Restellini e del coordinatore del progetto Sergio Risaliti la mostra  Modigliani e l’avventura di Montparnasse. Capolavori dalle collezioni Netter e Alexandre. L’esposizione, fortemente voluta dal Comune di Livorno, ha l’obiettivo di far ritornare nella sua città natale “Dedo” in occasione del centesimo anniversario della sua scomparsa. Era il 22 gennaio 1920 quando Amedeo Modigliani è ricoverato, incosciente, all’ospedale della Carità di Parigi dove muore, due giorni dopo, all’età di 36 anni, di meningite tubercolare, malattia incurabile al tempo, che […]

  

Gertsch / Gauguin / Munch, tre grandi maestri della xilografia al MASI di Lugano per i 90 anni di Franz Gertsch.

Gertsch-franz-nato-8-marzo-1930gertsch_natascha_nltrittico-schwazwasser-franz-gertschinverno-franz-gertsch

In occasione dell’imminente 90esimo compleanno di Franz Gertsch, il MASI  di Lugano  ha invitato  l’artista a concepire una mostra dedicata alla sua stessa opera, aperta fino al 22 settembre 2019. Ne è nato  un sorprendente e spettacolare incontro tra le magistrali xilografie di Gertsch e le incisioni su legno di due artisti, i quali sono considerati maestri assoluti dell’incisione tra Ottocento e Novecento, Paul Gauguin (1848-1903) e Edvard Munch (1863-1944). Nonostante la distanza storica e le differenze stilistiche, i tre artisti rivelano profonde e inaspettate affinità, che oltrepassano ampiamente la sola condivisione della tecnica. La coesistenza e l’intreccio di malinconia ed eros, […]

  

Baschenis a Bergamo per il 400° anniversario della nascita.

index2index1index3index4index5index6

A distanza di dieci anni, la Fondazione Credito Bergamasco torna quindi sul Baschenis con un progetto più ambizioso e articolato, celebrandone in anticipo il 400° anniversario della nascita, che ricorre nel 2017.Questa volta sono state radunate ben 18 opere dell’autore, tutte provenienti da collezioni private. Tra queste testimonianze figurative spicca il celeberrimo Trittico Agliardi, forse l’opera di Baschenis più monumentale, costituita da tre tele affiancate una all’altra, in cui il pittore si è autoritratto mentre suona la spinetta. Il Trittico occuperà una posizione da solista, all’interno del percorso espositivo, con un allestimento realizzato ad hoc sul Loggiato di Palazzo Creberg. Il Trittico è stato eseguito intorno al […]

  

Marisa Volpi Orlandini, storica dell’arte contemporanea. A due anni delle scomparsa, a Roma la mostra-memorial “Lo studio di Marisa Volpi. Arte, critica, scrittura”.

49f7b34152efd416e49afb85be9bd99a2bc2208f224c5a163fcc98bf838fa8aeaae528b7bc10f67d21ff188021d432ecbf2a6f536b2fa9d2c5f8aa

A due anni dalla scomparsa di Marisa Volpi – studiosa, critica d’arte, docente e scrittrice – il Dipartimento di Storia dell’arte e Spettacolo dell’Università Sapienza di Roma le sta dedicando una mostra-memorial al Museo Laboratorio della città universitaria, MLAC Museo Laboratorio di Arte Contemporanea | Sapienza Università di Roma piazzale Aldo Moro 5, fino al 15 maggio 2017. Nata a Macerata nel 1928, Marisa Volpi si è dedicata – fino alla sua scomparsa avvenuta a Roma nel 2015 – alla ricerca storico-artistica su temi dal Seicento al contemporaneo, alla promozione di artisti, alla narrativa, vincendo importanti premi letterari. Professoressa emerita […]

  

Pio Monti festeggia i suoi quarant’anni di galleria a Roma con la mostra “Il futuro è passato”. Uno spazio storico per un gallerista storico.

pio-monti

                           La galleria PIOMONTI arte contemporanea presenta la mostra “Il futuro è passato”; il progetto espositivo nasce dall’idea di festeggiare ironicamente l’attività di Pio Monti che aprì il suo primo spazio romano nel 1975, preceduto dalla galleria Artestudio Macerata inaugurata nel 1969. Ricordo bene, benissimo, quegli anni Settanta a Roma e cosa è stata la galleria Pio Monti, io giovane professore di storia dell’arte che con il più illustre professore  e maestro Giulio Carlo Argan di cui ero assistente, abbiamo presenziato a più inaugurazioni mentre seguivamo i nuovi svolgimenti del contemporaneo, e soprattutto dettandone gusti, cadenze, stili e storia in […]

  

Giovanni Testori rivive in una grande mostra celebrativa a venti anni dalla morte; allestita proprio alla Compagnia del Disegno a Milano, cui donò la sua preziosa collaborazione, spazio che oggi si trova a festeggiare i quarant’anni di presenza nel panorama dell’arte italiana.

                                             La Compagnia del Disegno     festeggia quest’anno i suoi primi     quarant’anni di presenza nel panorama culturale della realtà milanese. Era il 1973, quando la galleria d’arte apriva le sue stanze al pubblico, in un cortile signorile, con porte finestre dalle quali si poteva accedere ad un giardino roccioso e suggestivo. In questi quarant’anni ha mantenuto gli indirizzi che avevano caratterizzato i primi anni di ricerca artistica, con una serie di mostre che portavano alla luce grandi artisti dimenticati e altre che presentavano nuovi artisti, ad esempio Vallorz e Federica Galli. E’ arrivata poi la preziosa e originalissima collaborazione di Giovanni […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2020