Carlo Ciussi e le geometrie del mondo. Alla Galleria Arte Invernizzi di Milano le opere di un artista filosofo.

Carlo Ciussi 2018_A arte InvernizziColonneParaventosenza-titolo-1995_526senza-titolo-1993_508Schermata_2016_03_22_alle_18.17.12_95401struttura-1995_525struttura-1995_509

Alla galleria A arte Invernizzi una mostra personale di Carlo Ciussi in occasione della quale sono state  presentate opere degli anni Sessanta e Settanta in dialogo con lavori degli anni Novanta. Il percorso espositivo, visitabile fino al  4 aprile 2018, comprende anche una selezione di opere realizzate nel 1965 recentemente esposte presso la Collezione Peggy Guggenheim di Venezia nell’ambito di “Postwar Era. Una storia recente”. Carlo Ciussi sfoglia il mondo, entra nel vivo e nell’essenziale della sua composizione e impaginazione  naturale, interpretandolo con segni e geometrie, vivendo così  l’arte come visione  e funzione attiva del mondo, e ciò non è […]

  

L’inglese Lesley Foxcroft a Milano in mostra alla galleria A arte Invernizzi con il suo minimalismo che ridisegna lo spazio. Una lezione esemplare.

15_Lesley Foxcroft_A arte Invernizzi_201717_Lesley Foxcroft_A arte Invernizzi_2017b56226a8e772c5d1effb564dd57627337a1e3a8d05_Lesley Foxcroft_A arte Invernizzi_201710_Lesley Foxcroft_A arte Invernizzi_2017(1)7847914_Lesley Foxcroft_A arte Invernizzi_2017

La galleria A arte Invernizzi di Milano ha inaugurato  una mostra personale di Lesley Foxcroft, artista inglese  di significativo linguaggio e spessore, e in galleria si trovano esposte opere realizzate appositamente per gli spazi che le accolgono, 6 opere di piccole dimensioni al piano superiore, e 9 grandi lavori al piano inferiore.  L’artista opera tra  minimalismo e costruttivismo, intercetta e ridisegna lo spazio, inchioda elementi geometrici, li itera, li assembla, li  segmenta, li modula. Nella prima sala del piano superiore si trovano lavori in gomma industriale, quali Folds e Knotted, materiale relativamente nuovo per l’artista inglese, che tuttavia lavora da […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2020