Angelo Fortunato Formiggini intellettuale ed editore nell’Italia del primo Novecento. Una mostra a Modena tra galleria Estense e Biblioteca Estense Universitaria lo rivela uomo di straordinaria cultura e figura nodale negli anni del ventennio fascista.

unknown document7_libro-latta-01unknown documentunknown documentunknown documentunknown documentunknown documentunknown document4_ilducaborsounknown document

Intellettuale di grande statura civile e morale, Angelo Fortunato Formiggini (1878-1938) che ritroviamo in una duplice mostra a Modena, divisa tra la Galleria Estense e la Biblioteca Estense Universitaria ed aperta fino al 30 giugno 2019. Mostra di grande rigore e di vivace storicità che allarga lo sguardo tra  “ridere, leggere e scrivere nell’Italia del Primo Novecento”.   L’esposizione si completa, alla Sala Campori della Biblioteca Estense Universitaria, con la sezione Ridere in tempo di guerra. La Grande Guerra raccontata dalle cartoline di Angelo Fortunato Formiggini, che presenta una selezione di cartoline illustrate provenienti dalla raccolta Casa del Ridere. “È morto proprio […]

  

La nonnina che elogia il Fascismo, e i nipoti entusiasti della nonna fascista. Ma la legge Fiano cancellerà anche l’arte e l’architettura fascista?

FIANO_EMANUELE_AGF-krDC-U70001067018017e3F-258x258@ArgomentiGerardo-Dottori-Benito-Mussolini-il-Duce-1933Enrico-Prampolini-Dinamica-dellazione.-Miti-dellazione.-Mussolini-a-cavallo-1939Adolfo_wildt_busto_di_mussolini_1924_ca__coll__priv_01Mario-Sironi-16-novembre-1922-Popolo-dItalia20110307_Roma_Palazzo_della_Civiltà_Italiana_fronte_-_lato_sxmilano-palazzo-giustizia-MARKA-kHoC--835x437@IlSole24Ore-Web1642972

Immagino ricorderete quanto è stato detto e scritto prima delle elezioni politiche del marzo 2018. Si vedevano i  fantasmi del  fascismo dappertutto, tanto che l’Onorevole Fiano spinse per una legge, approvata  dalla Camera e ancora in Commissione Senato, che mira a punire la propaganda di contenuti e immagini del regime fascista e nazifascista.  Tant’è che come Storico dell’Arte Moderna e Contemporanea mi son detto: “ma cosa succederà alle opere d’arte relative al ventennio e ai documenti storici dell’epoca?”. E agli studenti dei corsi universitari e dei licei quali opere potremmo far vedere, oppure occorre cancellare  artisti come Mario Sironi, Enrico Prampolini, […]

  

Sironi e il Fascismo tornano alla luce nell’Aula Magna del Rettorato all’Università La Sapienza di Roma. La Storia non si cancella.

Aula-Magna-del-Rettorato-con-il-dipinto-murale-di-Mario-Sironi-LItalia-fra-le-Arti-e-le-Scienze-©-Vittoria-Sut-40035A_ 01915085124334461508512652818150851228305415085127127771508512680820

Un grande affresco di Sironi all’Università  La  Sapienza ha  nuovamente riaperto le polemiche   e portato alla luce i tabù dell’Italia di fronte alla parola fascismo. E lentamente, proprio lentamente, sotto le spazzole e gli attrezzi  delicati del restauratore, riemergeva la punta di un enorme, monumentale fascio littorio. Persino  i lineamenti della Vittoria alata, armata di gladio romano, riprendevano il loro profilo marziale e futurista, come l’elmetto militare della Grande Guerra, scintillante, e la scritta in caratteri romani: XIV° anno dell’era fascista. Così, mentre l’opera  di Mario Sironi, un innegabile capolavoro, che dopo la  Seconda Guerra Mondiale e la Resistenza era […]

  

Buon compleanno “Sapienza”. L’Università di Roma festeggia e riscopre Mario Sironi, Gio Ponti, con l’arte e la cultura del Fascismo.

buon-compleanno-sapienza-citta-universitaria-riscopre-sironi-ponti

Posso dire Buon compleanno  a “La Sapienza”, la storica Università di Roma nelle cui aule   ho completato la mia intera formazione universitaria  prima e la docenza poi. L’Università La Sapienza  ha celebrato in questi giorni  gli 80 anni della Città Universitaria progettata da Marcello Piacentini,  sicchè dal 23 al 25 novembre si  sono tenute  una serie di iniziative nell’Ateneo. Il 23 novembre, nell’Aula Magna del Rettorato, alla presenza del Capo di Stato, Sergio Mattarella, è stato svelato il restauro svolto dai tecnici dell’ISCR-Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro, che ha riportato alla luce i colori brillanti e le […]

  

Arturo Dazzi lo scultore fascista che rese grande l’arte italiana. Nel cinquantesimo della scomparsa una grande mostra a Roma fa luce al suo lavoro.

images3(WEB)(OK)-8---Codogno---MonBigio_Bresciaimages7$_1thCAS4WH2A6d5470d94dc2d73f9eb519617dcb8f0cc5ab325

A cinquant’anni dalla scomparsa di Arturo Dazzi (Carrara 1881- Pisa 1966), la Fondazione Villa Bertelli, il Comune di Forte dei Marmi e il Comune di Carrara organizzano una mostra dedicata allo scultore toscano, promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali. Con il patrocinio del Senato della Repubblica, del MIUR – Ministero dell’Istruzione e della Ricerca, del MIBACT – Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e della Regione Toscana, l’esposizione  si tiene  nel Casino dei Principi di Villa Torlonia, a Roma, ed è  aperta fino al 29 gennaio 2017. La […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2019