Sam Havadtoy espone a Palazzo Bembo-Venezia in occasione della LVII Biennale d’arte di Venezia. Torna in scena Stalin.

04 - Sam Havadtoy, TRIOLOGY, 2016. pHOTOGRAPHER gYORGY dARABOS03 - Sam Havadtoy02 - Sam Havadtoy01 - Sam Havadtoy06 - Sam Havadtoy, Homage to the DIVINE MS. M M, 2016. Photographer Gyorgy Darabos05 - Sam Havadtoy, Portrait of Mr. & Mrs. T., 2016. Photographer Gyorgy Darabos

L’esposizione  visitabile fino al 26 novembre 2017 presenta 7 opere inedite di una delle personalità più interessanti e originali della scena newyorkese degli anni ’70-’80.  Il percorso espositivo ruota attorno a 3 sculture raffiguranti il busto di Stalin che si trasforma in Pinocchio e 4 porte decorate, una delle cifre più riconoscibili del suo lavoro, dove per la prima volta appaiono delle scritte. Venezia ospita in occasione della LVII Biennale d’Arte la personale di Sam Havadtoy, 18 – 17, parte del progetto PERSONAL STRUCTURES – Crossing Borders, organizzato da European Cultural Centre. Sam Havadtoy, nato a Londra nel 1952, cresciuto […]

  

Riccardo Guarneri maestro della pittura analitica in mostra a Milano. Fedeltà assoluta alla pittura, al colore, alla luce, alle forme e ai toni.

IMG_9230compIMG_9234 ENTRATA corrIMG_20170216_184342Guarneri95x120-IcoloridiVenezia-2016T.123421losanga.123245180x140.123440

Non deve sfuggire   ai collezionisti e ai cultori dell’arte la bella mostra personale che Progettoarte Elm (Via Fusetti 14 Milano) dedica all’artista  Riccardo Guarneri ( Firenze 1933), figura di spessore all’interno di quel movimento  che gli storici dell’arte  hanno chiamato “ Pittura Analitica Italiana” nella cui compagine  troviamo anche una schiera di artisti, Olivieri, Griffa, Pinelli, Gastini, Verna, Marchegiani, Zappettini, e Cotani. Singolare il lunghissimo lavoro che da allora, ovvero dagli anni Settanta del Novecento Guarneri ha portato avanti, mai allontanandosi dalla pittura, dal colore, dalla luce e dai toni. Tecnica ed estetica assorbita dai ritmi, dalla  consapevolezza del valore […]

  

Superba Biennale d‘Arte di Venezia 2017. Ecco la lista di tutti gli artisti di “Viva Arte Viva”, con gli italiani Salvatore Arancio, Maria Lai, Giorgio Griffa, Riccardo Guarneri e Irma Blank.

1214556904b636460f5-ec23-4c1c-b402-da9f9445b608arancio-biennaleindeximagesimages5

Notizie in anteprima sull’ edizione della Biennale d’Arte di Venezia  2017. Sono 120 in tutto gli artisti invitati, provenienti da 51 Paesi, e di questi 103 sono presenti per la prima volta nella Mostra Internazionale della curatrice Christine Macel che ha titolato la sua edizione “Viva Arte Viva”.  Titolo semplice ma efficace. Titolo alla portata di tutti. Sulle scelte della curatrice  è chiaro che talune potranno essere discutibili o meno, ma nei fatti e nell’insieme della quadreria  quel che si delinea è un buon gioco tra grandi star e  artisti ripescati. E gli italiani, in larga maggioranza, sono tra questi […]

  

La Biennale di Venezia 2017 vuole essere “viva arte viva”. Presentata ufficialmente la nuova edizione.

53717-Paolo_Baratta_e_Christine_Macel_Photo_by_Andrea_Avezz_Courtesy_La_Biennale_di_Venezia

Venezia –  Sono appena tornato da Venezia  dove già si parla di Biennale 2017. Si intitolerà “VIVA ARTE VIVA”la  Biennale Arte 2017 in programma all’Arsenale, ai Giardini e in diversi altri luoghi di Venezia dal 13 maggio al 26 novembre 2017. Lo hanno annunciato  il Presidente della Biennale di Venezia, Paolo Baratta e la curatrice della 57ma  Esposizione, Christine Macel al termine  margine dell’incontro con i rappresentanti dei 57 Paesi che hanno già aderito alla prossima edizione. “L’arte di oggi, di fronte ai conflitti e ai sussulti del mondo, testimonia la parte più preziosa dell’umano in un momento in cui l’umanesimo è […]

  

Cecilia Alemani curatrice del Padiglione Italia alla Biennale di Venezia 2017. Una nomina fuori dalle righe.

cecilia-alemaniimages2images

Arriva direttamente dall’Uffico Stampa del Mibact la notizia della scelta del curatore del Padiglione Italia alla Biennale Arte 2017. Anzi, curatrice,  e si tratta di Cecilia Alemani. Il progetto della capo curatrice del programma arte della High Line di New York, nota compagna di Massimiliano Gioni, è stato scelto tra dieci proposte con la seguente motivazione: “Il progetto è molto ambizioso e innovativo, e allinea il Padiglione Italia alle più avanzate metodologie espositive e valorizza il grande ruolo degli artisti nella società contemporanea”. Non vorrei che questa prossima Biennale Padiglione Italia fosse la seconda uscita di Massimiliano Gioni! O che […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2019