Look at me! Il Corpo nell’Arte dagli anni ’50 a oggi. La mostra alla Fondazione Ghisla di Locarno/Svizzera.

bg-293677-unnamed_1_001-ritoccobg2Immagine-1-1024x400353-700x871

La Fondazione Ghisla Art Collection  a Locarno in Svizzera, presenta “Look at me! Il Corpo nell’Arte dagli anni ’50 a oggi”, una lettura traversale dell’arte, dal dopoguerra a oggi, attraverso il tema del corpo in fotografia, nei lavori di artisti e fotografi internazionali. Un’immagine del grande americano Irving Penn, datata 1949-1950, introduce la mostra, curata da Angela Madesani e Annamaria Maggi, che sarà aperta al pubblico fino  al 5 gennaio 2020.                 Look at me! è un’articolata indagine attraverso il mezzo fotografico, che, dai lavori socialmente impegnati degli anni Sessanta e Settanta, porta ai grandi autori della fotografia degli anni Ottanta e […]

  

Sandy Skoglund artista statunitense espone in Italia. Le visioni ibride di una creatrice di immagini in mostra da Camera a Torino.

85503-THE-COCKTAIL-PARTY-1992_Radioactive Cats???????????????????????????????????????????????00051B14-sandy-skoglund-revenge-of-the-goldfish-part-1981-courtesy-paci-contemporary-gallery-brescia???????????FoxGames

Appena aperta  negli spazi di CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia, a Torino, l’importante mostra “Sandy Skoglund. Visioni Ibride”, prima antologica dell’artista statunitense Sandy Skoglund (1946), curata da Germano Celant, visitabile fino al 23 marzo 2019 . La mostra riunisce lavori che vanno dagli esordi nei primi anni Settanta all’ancora inedita opera “Winter”, alla quale l’artista ha lavorato per oltre dieci anni. Ed è proprio questa immagine –accompagnata da alcune delle sculture create per l’installazione da cui è stata tratta la fotografia– il fulcro dell’esposizione: una spettacolare anteprima mondiale che conferma una volta di più l’unicità della sua ricerca […]

  

La fotografia di Cindy Sherman alle prese con la donna, l’io e il doppio

    Tra le fotografe più intriganti del mondo Cindy Sherman (Glen  Ridge- New  Jersey 1954) cattura non pochi  collezionisti e visitatori perchè offre sempre immagini  legate al presente, e  fotografa le emozioni, ritrae il corpo, racconta la donna con le sue follie, i capricci,  i desideri, le vanità, le sofferenze, la donna prostrata, e persino quella possibile  amante ideale. Fotografa la donna come pochi forse perchè ritrae anche se stessa e poi perché  ne conosce  tutte le trasformazioni e i cambiamenti. Di grande eccellenza  la mostra che  Merano negli spazi di Merano Arte le dedica con  opere provenienti dalla collezione Verbund di Vienna, […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2019