A Mosul gli islamici abbandonano la loro fede religiosa. Hanno il coraggio di ribellarsi, ed è bene così. E’ il risultato di due anni di governo dell’ISIS.

isis-baghdadi-535x300donne-iraq2boiaisis-672x339125155610-47a750e9-766e-4fdd-8095-1a782b9a2ce6ISIS-Execution1isis9mosulsangiorgio3def0f0c67_54558610isis-gaysisis-stato-islamico-spadaTOPSHOT-IRAQ-CONFLICT

A Mosul  i musulmani hanno in odio l’Islam. Sembrerà strano ma è così. Sono bastati due anni di conquista dell’Isis nella versione più crudele e feroce, con una repressione alle stelle, ovvero con lapidazioni degli adulteri, omosessuali  bendati e  lanciati nel vuoto  dai silos e dai  piani alti delle abitazioni,  amputazioni di mani, piedi,  braccia e gambe,  per far si che la popolazione rifiutasse  -come di fatto è oggi-  qualsiasi autorità religiosa. Mi son detto, ma è qui che Papa Bergoglio dovrebbe mandare vescovi  e  preti a evangelizzare le popolazioni, invece di starsene, questi,  nelle loro parrocchie a far bella […]

  

In mano all’Isis i gioielli romani di Sabratha in Libia. E’ il primo schiaffo all’Italia. Sale l’allerta.

sabratha7sabratha-libia-unesco-isissabratha11LP-Meduses1sabratha17Sabratha-009-kX5D-U431401561444446ME-593x443@Corriere-Web-Sezionisabratha13

In mano all’Isis i gioielli romani di Sabratha in Libia. E’ il primo schiaffo all’Italia. Sale l’allerta. L’aver messo in Libia fuori gioco Gheddafi è stato un errore incalcolabile. Il nord africa nel caos più completo. Situazione che è sfuggita e sfugge a chiunque decide di porvi riparo. Si parla della Libia come di un “piano B” dello Stato Islamico(Is o Daesh), che secondo le fonti continuerebbe la sua avanzata alla conquista di fette del Paese del Nord Africa, e avrebbe messo sotto tiro in queste ore il sito Unesco di Sabratha, a 70 chilometri da Tripoli e a 30 […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2019