Armando Marrocco, sperimentatore di alfabeti mentali, di campi colorati e di essenzialità minimaliste.

Una selezionatissima scelta di opere di Armando Marrocco (Galatina-Lecce 1939) sostiene in modo colto la mostra che si tiene a Bari alla Galleria FORMAQUATTRO, dal titolo “Nè spazio né tempo”, dell’artista ormai milanesizzato, e che dà modo di conoscere i capitoli più innovativi e vitali della sperimentazione messa in atto fin dagli anni Cinquanta del Novecento. L’artista infatti arrivò ventenne a Milano(1959), non solo carico di mille speranze ma deciso di affrontare rigore e curiosità, e nella Milano di quegli anni tutta in fermento partecipò alle neoavanguardie in corso. Azimuth, il Cenobio-Visualità, la Galleria Apollinaire, luoghi e simposi, aggregazioni e […]

  

L’arte di Armando Marrocco in un perimetro di fuoco e di bellezza. A Milano la mostra dell’ultimo sciamano capace di esprimere un sentimento cosmico.

Ci sono artisti che hanno messo in piedi la loro storia con una passione unica e irripetibile. Fra questi, Armando Marrocco (Galatina,1939) a Milano fin dagli anni Sessanta quando, ancorchè giovanissimo e apprezzato da Lucio Fontana, potè districarsi attraverso tutti quegli svolgimenti nuovi che caratterizzarono gli anni fino all’Ottanta, con ricerche, movimenti, gruppi, esperienze, ovvero dallo spazialismo al focus informale, dall’arte programmata al cinetismo, al minimalismo, fino alle culture primitive cui l’artista italiano ha voluto centrare parte del suo lavoro, inseguendo “visioni”, colori soffici e tonali capaci di esprimere un sentimento cosmico, e il dialogo sensibile con il colore e […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2019