Il Museo dei Falsi a Vienna. Qui ci sono capolavori perfetti spacciati per veri. 3500 opere dei più grandi falsari del mondo, che hanno tratto in inganno esperti famosi.

HWMuseum

Sono tanti  i Picasso che mi escono dagli occhi, per non parlare  di  Renoir. E così pure  i Rembrandt. E tanti altri nomi, compreso gli italiani.  Ma  attenzione perché le opere che sto osservando da vicino  e sono proprio tante,  si trovano in un piccolo museo di Vienna, nel totale   ben 3.500 opere, talune di fama mondiale, altre di valore inestimabile. L’unico problema è che sono tutte contraffatte, proprio così. Perché questo che sto visitando -scrivo in diretta- è il “Museo dei Falsi (Falschermuseum 1030, Löwengasse 28,Vienna, Mar – Dom: 10:00 – 17:00)” a Vienna, nato nel 2005 per celebrare […]

  

La piaga dei falsi nell’Arte. Come riconoscerli.

imagesKXZ9JASEimageimages98JJ4WFUimagesECZQZIWQ

Con il mio lavoro oltrechè di Storico dell’Arte Moderna e Contemporanea anche di Perito d’Arte attivo nel preparare “expertise” ho notato che non c’è cosa peggiore per un collezionista che imbattersi in un falso. E allora la notizia è di quelle che fanno tremare i polsi. In particolare quando arriva a pochissime ore dall’inaugurazione di alcuni degli appuntamenti più importanti per il mondo dell’arte: il 50% delle opere che circolano sul mercato è falso o attribuito in modo erroneo. E questa percentuale potrebbe essere addirittura ottimistica. Lo ha dichiarato a Nina Larson della AFP – Agence France Presse Yann Walther, […]

  

La Germania si accorge dei falsari. Dal 2005 piazzati oltre 400 dipinti dell’avanguardia russa. Venduti anche pezzi pagati un milione di euro.

Una retata in grande stile: cento agenti della polizia federale impegnati per due giorni a perquisire gallerie, magazzini, uffici, case private in tutta la Germania, da Monaco ad Amburgo; indagini in corso anche in Svizzera e in Israele; più di mille oggetti e documenti sequestrati. Così le autorità tedesche hanno messo le mani su una grossa banda di falsari d’arte, russi, israeliani e tedeschi di origine tunisina, capaci di produrre e piazzare dal 2005 a oggi oltre 400 dipinti, accumulando incassi per parecchi milioni di euro. Pezzi da un milione. A guidarla erano due uomini arrestati a Wiesbaden, di cui […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2020