Giovanni Battista Crema, artista tra Divisionismo, Simbolo e Realtà. Una preziosa retrospettiva di un grande alla galleria Berardi di Roma.

e6592bb3-cd26-49b2-88c7-2658f280400eA 94793459992c4-e647-48f9-934f-9e89afb32e0f

Originale interprete del divisionismo italiano, Giovanni Battista Crema è stato uno dei più prolifici pittori della scena romana dei primi decenni del Novecento. Nato a Ferrara da famiglia facoltosa, nel “Palazzo Crema” di via Cairoli dalla suggestiva loggia quattrocentesca, Crema dimostrò già in tenera età sorprendenti doti di disegnatore, tali da spingere il padre – l’avvocato Carlo Crema, che desiderava per il figlio una carriera giuridica – a mandarlo nella bottega del ferrarese Angelo Longanesi-Cattani nel 1897. Appresi i rudimenti della pittura, il giovane decise di trasferirsi a Napoli per seguire gli insegnamenti di Domenico Morelli, allora all’apice della celebrità. […]

  

Gaetano Previati tra Simbolismo e Futurismo. Al Castello Estense di Ferrara la grande mostra del maestro nel centenario della morte.

05-Previati_02.009. ridotto022.ridotto024.ridottolarge

In occasione del centenario della morte, la città natale rende omaggio a Previati con una mostra organizzata dalla Fondazione Ferrara Arte e dalle Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea, che conservano un vasto fondo di dipinti e opere su carta dell’artista. La rassegna, aperta fino al 7 giugno 2020, presenta al pubblico più di sessanta opere, accostando olii, pastelli e disegni delle collezioni civiche ferraresi (circa trentacinque) ad un notevole nucleo di opere concesse in prestito da collezioni pubbliche e private. Completano la selezione alcuni importanti documenti inediti. L’esposizione vuole evidenziare la tensione costante nella ricerca di Previati verso il superamento […]

  

Dipingere gli affetti. La pittura sacra a Ferrara tra Cinque e Settecento esposta al Castello Estense di Ferrara.

DOC-18_newDOC-24_newDOC-25_newDOC-51_new

Torna al Castello Estense di Ferrara “L’arte per l’arte”, il progetto del Comune di Ferrara, promosso in collaborazione con la Fondazione Ferrara Arte, dedicato alla valorizzazione del patrimonio storico e artistico della città reso inaccessibile dopo il sisma del 2012. Dopo le opere di De Pisis, Boldini, Previati e Mentessi delle Gallerie d’Arte Moderna, protagoniste delle prime due esposizioni del progetto l’Arte per l’Arte, l’attenzione si sposta ora verso il periodo dal Cinque al Settecento. Le sale riccamente affrescate dell’ala sud e dei Camerini del Castello ospitano infatti la quadreria di proprietà dell’ASP – Azienda Servizi alla Persona di Ferrara, […]

  

Filippo De Pisis e la poesia dell’attimo. Capolavori dell’artista italiano, un vero e proprio diario, in mostra al Padiglione di Arte Contemporanea di Ferrara.

640.2766.2771.2773.649.2759.-150x150

In concomitanza con i lavori di riqualificazione architettonica di Palazzo Massari e la contestuale chiusura dei musei lì ospitati, la Fondazione Ferrara Arte e le Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea hanno organizzato una rassegna aperta fino al 2 giugno 2019  che intende restituire alla fruizione del pubblico le opere di Filippo de Pisis(Ferrara 1896- Brugherio-Milano 1956). Negli spazi del Padiglione d’Arte Contemporanea vi è  esposto un ricco corpus di opere del Museo d’Arte Moderna e Contemporanea “Filippo de Pisis”, per ripercorrere le fasi salienti della parabola creativa dell’artista. A seguito delle ricerche condotte sull’Archivio Raimondi conservato presso l’Università di Bologna, la […]

  

Tributo a Carlo Bononi. L’ultimo sognatore dell’Officina ferrarese in mostra a Palazzo dei Diamanti a Ferrara.

72625-SanSebastiano72627-BononiSanSebastiano72623-GenioArti54367-Bononi72619-SantAgata72631-NoliMeTangere

Non c’è dubbio, il suo nome è stato accostato a quelli di Caravaggio e Zurbarán. E Guido Reni ne ammirava la “sapienza grande nel disegno e nella forza del colorito”. Pochi sono stati capaci di dipingere nudi maschili più potenti e seducenti di quelli creati da Carlo Bononi. Le sue tele sono vere e proprie meraviglie pittoriche create in tempi tragici, di carestie e pestilenze, nell’Italia di inizio Seicento. A servizio, ma non troppo, della Controriforma. Un capitolo della storia dell’arte affascinante anche se poco conosciuto. La mostra che ho visto qualche settimana fa  è  certo  un appuntamento espositivo riservato […]

  

Renzi il Magnifico ci dà un Ministro della Cultura (Dario Franceschini) pessimo scrittore. Queste scelte del Presidente del Consiglio fiorentino, che vorrebbe essere un nuovo Lorenzo il Magnifico, non lo fanno acclamare, affatto, buon Mecenate.

               Ci risiamo, decine, migliaia e migliaia di italiani sono stufi, nauseati. Di cosa? Di un governo per ogni stagione. E di governi che hanno deciso di conservare la Cultura nel libro delle preci delle nonne, o in armadi con la naftalina. Niente per la Cultura nel 2013 con Bray esperto in balli della Taranta o meglio nella “pizzica” salentina, men che meno nel 2014, con l’arrivo di Dario Franceschini. Quello che dovrebbe chiamarsi “governo Renzi I ” ha nel suo attivo un ministro dei Beni Culturali che si chiama Dario Franceschini; meriti culturali zero. Scrittore della domenica perchè ha […]

  

IMMAGINE E PERSUASIONE. Capolavori del Seicento dalle chiese di Ferrara

Immagine e persuasione. Capolavori del Seicento dalle Chiese di Ferrara è una mostra davvero importante. Innanzitutto perché richiama l’attenzione sui danni provocati dal terremoto del 2012, ma anche perché ha il merito di accendere riflettori sul Seicento ferrarese, a torto considerato “minore”. Figlia di un altro sisma, quello ben più drammatico che colpì la città nel 1570, nonché delle innovazioni liturgiche e devozionali seguite al Concilio di Trento, questa stagione determina attraverso numerosi cantieri e commissioni artistiche un profondo rinnovamento del volto della città estense. Quello vissuto da Ferrara fu così un grandissimo Seicento, sino ad ora considerato ingiustamente subalterno […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2020