90639-Fig_1aFig._9-6579-1920-1080-95tony_cragg_boboli_firenze_5img_4346-e1557008697779Tony-Cragg-Caldera-2008.-Bronze-480-x-372-x-342cm.-Courtesy-the-artist.-Photo-Michael-Richter-3Tony-Cragg-2a-300x222

Geysers di acciaio brillante si stagliano contro il cielo di Firenze, dalla ghiaia e tra le siepi spuntano stalagmiti di bronzo di apparenza preistorica e giganteschi fiori di resina, steli colossali e candidissimi, eruzioni collinari e forme ellittiche, intrecci colossali di immaginarie foreste fossili, colate di metallo che sussultano, si torcono e si ripiegano, colte nell’ultima fase molle prima di rapprendersi: le sculture monumentali di Tony Cragg propongono un dialogo inaspettato, tra associazioni e dissonanze, con l’ordinata natura del Giardino di Boboli e con il panorama della città, tra il loro tessuto storico stratificatissimo, fragile e organizzato e la forza primordiale […]