L’amore materno nell’arte moderna da Previati a Boccioni. Una mostra straordinaria ai Musei Civici di Verona

17.11.1.SONY DSC10.18.2_-814x1024generico-508379_660x368maternita-verona-pelizza-volpedo

Il tema della maternità, in un momento nodale nell’arte italiana fra Otto e Novecento, è al centro della mostra “L’amore materno alle origini della pittura moderna, da Previati a Boccioni” proposta dai Musei Civici di Verona negli spazi della Galleria d’Arte Moderna Achille Forti, aperta fino  al 10 marzo 2019. “La mostra, curata da Francesca Rossi e Aurora Scotti – ha dichiarato  l’assessore alla Cultura Francesca Briani –, è testimonianza dell’importante e proficua collaborazione tra i musei veronesi e i Musei Civici di Milano, il Mart di Rovereto e il Banco BPM. Inoltre, conferma l’impegno dell’amministrazione a sostenere iniziative culturali […]

  

Pelizza da Volpedo l’artista del Quarto Stato in una storica mostra a Milano tra la Galleria Maspes e le Gallerie Enrico, poli significativi dell’Ottocento.

IV_Stato_RadiografiaPellizza da Volpedo G. - Il ritorno dei naufraghi al paese, olio su tela 34,5 x 57,5 cm_thumbPellizza da Volpedo G. - La piazza di Volpedo, olio su tela 78 x 96 cmPellizza_0Pellizza da Volpedo G. - Vecchio mulino a Volpedo, olio su tela 44,5 x 64 cm_thumbC 1122 adbPellizza da Volpedo G. - Valletta a Volpedo, olio su tela 40 x 56 cm_thumbPellizza da Volpedo G. - Nubi di sera sul Curone, olio su tela 55 x 84 cm

A centocinquant’anni dalla nascita, fino  al 22 dicembre 2018, le Gallerie Maspes (via Manzoni, 45) e le Gallerie Enrico (via Senato 45) di Milano, due tra i più importanti poli per l’arte dell’Ottocento, celebrano Giuseppe Pellizza da Volpedo, nella città che ospita i suoi maggiori capolavori: Fiumana, alla Pinacoteca di Brera e il Quarto Stato al Museo del Novecento, immagine iconica delle battaglie sociali del secolo scorso. L’esposizione presenta, nei due importanti poli per l’arte dell’Ottocento a Milano, quindici tra i più celebri capolavori dell’artista piemontese, in grado di ripercorrere i temi più caratteristici della sua cifra stilistica e una […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2019