Ercolano e Pompei. Il ritrovamento di due siti archeologici tra i più importanti del mondo in una mostra strepitosa al m.a.x. museo di Chiasso (Svizzera).

01_11??????????12_305_906_907_2011_1504_11

In occasione dei 280 anni dalla scoperta di Ercolano e dei 270 anni da quella di Pompei, l’esposizione documenta come il ritrovamento di due tra i siti archeologici più importanti al mondo sia stato comunicato attraverso lettere, taccuini acquerellati, incisioni, disegni, fotografie, cartoline, tra il Settecento e gli inizi del Novecento. La rassegna, che presenta una serie di reperti originali, testimonia come autori quali, Karl Jakob Weber e William Gell, Giovanni Battista e Francesco Piranesi, François Mazois e Philipp Hackert, nonché disegnatori, incisori e cultori dell’antico fino ai fratelli Alinari, contribuirono alla fortuna storica e critica delle due città dissepolte. […]

  

“Resa dei conti” di Petros Markaris. Solo la cultura può vincere la crisi.

Solo uno stupido non riesce a rendersi conto del baratro in cui sta sprofondando l’Italia e l’Europa, alla luce di una ripresa che non c’è, e soprattutto di una disoccupazione salita alle stelle. Futuro nero. Altro che profezie! Un libro di Petros Markaris, scrittore di origini armene ma greco di adozione, dal titolo “Resa dei conti” mette il dito sulla piaga. Dice: “Non sono una Cassandra e non amo esserlo. Ma nei miei libri soprattutto nella trilogia del commissario Kostas Charitos da anni racconto il rischio concreto che corre l’Europa. Si profila un disastro. La gente fatica a rendersi conto […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2020