La collezione Nanda Vigo donata ed esposta alla Fondazione Culturale San Fedele di Milano.

79441-Lucio_Fontana_1899-1968_Concetto_spaziale_1961_100x80_cm_olio_e_taglio_su_telagunther_uecker_feld_1964Piero-Manzoni-Achrome-1961-62-fibra-artificiale-cm-75-x-55-Courtesy-Archivio-Nanda-Vigo-Milano15.-024-Nanda-Vigo-Deep-space-2014

Venerdì 8 giugno 2018, sono state  inaugurate alcune sale espositive del Museo San Fedele – Itinerari di arte e fede di Milano, ricavate nelle splendide e suggestive volte seicentesche che sostengono la sacrestia della chiesa di San Fedele e adiacenti alla splendida cripta che già contiene la Via Crucis di Lucio Fontana, oltre che opere di Jannis Kounellis e di Lawrence Carroll. In mostra, sono presenti le opere del Gruppo Zero e di Cooperarte. La “private collection” comprende una serie di opere raccolte dall’artista, designer e architetto Nanda Vigo – circa un centinaio – nel corso della sua vita, tra cui lavori di Lucio Fontana, Heinz Mack, Piero Manzoni,Christian Megert, Jan Schoonhoven, Günther Uecker, Vincenzo Agnetti, Gianni Colombo, Carla Accardi, Otto Piene, Mimmo Rotella, Jan […]

  

Altolà di Firenze a Jan Fabre. L’artista tedesco dissemina vermi e animali morti nella culla del Rinascimento Italiano.

Jan-Fabre-Firenze-2016-24Jan-Fabre-Firenze-2016-38-150x150Jan-Fabre-Firenze-2016-23Jan-Fabre-Firenze-2016-04-150x150Jan-Fabre-Firenze-2016-08-150x150image1Jan-Fabre-Firenze-2016-35Jan-Fabre-Firenze-2016-26

                    Vento forza 12. Tempesta su Firenze e sul sindaco Nardella. La scatena la presenza dell’artista Jan Fabre( notizia ripresa http://www.ilcovile.it)con la mostra inaugurata  in tre siti (Piazza della Signoria, Palazzo Vecchio e Forte di Belvedere) e la performance nella notte  tra  venerdì  22 e sabato  23 aprile  2016. La performance ripresa dalle telecamere  ha simulato il movimento di un verme  di fronte ai grandi  capolavori in Piazza della Signoria. Performance disgustosa  che dice tutto e niente, pietosa e impietosa fra le opere dei grandi del Rinascimento. E come storico presente […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2020