Un barcone ai milanesi. Lo squallido catorcio è un regalo del Sindaco Sala e del Governo PD. Insorge la città di Milano.

barcone10084537451-65659d85-975c-48e1-8a43-a836ef97105ebarcone relitto marina militare-2

“Che schifo, quel barcone nel mio quartiere Città Studi, non lo voglio”. Lo sento dire da migliaia di cittadini milanesi proprio di quel quartiere e non solo. Fra questi mi ci metto anch’io. E’ il barcone dei migranti,  il relitto naufragato il 18 aprile del 2015 al largo delle coste della Libia. Nella Milano capitale europea,  nelle cui piazze ci sono sculture di primissimo piano internazionale,  adesso  in una di queste vogliono piazzarci un catorcio. L’avevo già scritto tempo fa di questa idea malsana che il governo aveva in testa e così è stato, tanto che vogliono metterla in piedi […]

  

In mano all’Isis i gioielli romani di Sabratha in Libia. E’ il primo schiaffo all’Italia. Sale l’allerta.

sabratha7sabratha-libia-unesco-isissabratha11LP-Meduses1sabratha17Sabratha-009-kX5D-U431401561444446ME-593x443@Corriere-Web-Sezionisabratha13

In mano all’Isis i gioielli romani di Sabratha in Libia. E’ il primo schiaffo all’Italia. Sale l’allerta. L’aver messo in Libia fuori gioco Gheddafi è stato un errore incalcolabile. Il nord africa nel caos più completo. Situazione che è sfuggita e sfugge a chiunque decide di porvi riparo. Si parla della Libia come di un “piano B” dello Stato Islamico(Is o Daesh), che secondo le fonti continuerebbe la sua avanzata alla conquista di fette del Paese del Nord Africa, e avrebbe messo sotto tiro in queste ore il sito Unesco di Sabratha, a 70 chilometri da Tripoli e a 30 […]

  

Riprendiamoci le colonie italiane in Africa. E’ questa la risposta a Mons. Nunzio Galantino segretario della CEI.

1395839945-monsnunziogalantinoeri-asm-cathedral-2009-03-14260_00154414861_001Fiat-Tagliero-Asmara-Eritrea.-Author-David-Stanley.-Licensed-under-the-Creative-Commons-AttributionindexEritrea_-_Government_building,_Asmara399_001

Ma sentitelo un po’ questo nuovo Segretario della CEI Mons. Nunzio Galantino, osa dire che abbiamo sfruttato le Colonie. E quindi siamo costretti adesso a ricevere e a sorbirci tutti gli emigranti d’Africa. Ma questo Monsignore la storia contemporanea l’ha studiata? Sa, quindi, cosa ha fatto la politica italiana nelle terre di conquista? Non mi pare proprio che gli italiani abbiano seminato sfruttamento. Il Galantino è stato a Massaua, a Tripoli, Bengasi, Asmara, Mogadiscio? Ha visto le scuole, i porti, gli ospedali, i ponti, le strade,gli edifici con architettura razionalista, i ministeri, le banche, la cultura, il diritto, la ferrovia […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2019