Ritratto di donna. Il sogno degli anni Venti, il realismo magico e lo sguardo di Ubaldo Oppi. La mostra nella Basilica palladiana di Vicenza.

1_Oppi_adriatico-copia1_Felice-Casorati_Concerto.2_Oppi_amazzoni3_Gian-Emilio-Malerba_Lattesa.-150x1505.-150x1506_Kees-Van-Dongen_Ritratto-di-Fernande-Olivier-copia14.-150x1508.-150x1503_Oppi_amiche-copia-150x150Ritratto-della-moglie-Oppi.-150x150

L’amicizia femminile, il sogno, il doppio riflesso nello specchio, il rapporto tra il pittore e la modella, donne fiere al punto da divenire feline, la nostalgia di paradisi perduti, ma anche la crudezza della realtà, sono i temi centrali della mostra. Dipinti meravigliosi, abiti bellissimi, gioielli, sogni di esotismo, desideri di viaggi e amori pervadono lo spazio espositivo, in dialogo bellissimo con l’architettura della basilica palladiana. L’effetto è magico, rievocando quegli Anni Venti in cui, come scrisse la prima critica d’arte donna, la potente Margherita Sarfatti, “la pittura appare tra tutte l’arte magica per eccellenza”. Lo scrittore Massimo Bontempelli, quasi […]

  

Ricordo di Cesare Zavattini. Un protagonista della cultura internazionale. Esposta la sua collezione. Una mostra lo celebra a Palazzo da Mosto a Reggio Emilia.

ZA-VISUALFRANCIA.jpg.USA-1.CUBA.jpg.RUSSIA-2.0.SPAGNA.jpg.ARGENTINA-2.AFRICA-1.IN-VIAGGIO.jpg.

Nel trentennale della scomparsa  di Cesare Zavattini (13 ottobre 1989), una mostra, un catalogo e un convegno offrono un ritratto del tutto nuovo, inedito, di uno dei più singolari e poliedrici artisti e protagonisti del Novecento, che ne rivela aspetti sorprendenti, sinora mai con tanta cura approfonditi. Un viaggio nell’universo zavattiniano fa finalmente scoprire, a quanti lo hanno conosciuto e amato ma anche ai giovani, la poliedricità dei suoi interessi, la ricchezza multiforme delle idee, della sua produzione, dal cinema alla letteratura, ai vari campi della cultura e delle arti, sempre fra loro interconnessi, infine, importantissima, la dimensione internazionale dei […]

  

Trionfo de Il Ponte Casa d’Aste (Milano) per l’arte moderna e contemporanea con l’asta di dicembre 2019. Risultati memorabili e a tenuta mondiale.

0075_420x420c300x300_artemoderna_fontana_14.060083_420x420c300x300_artemoderna_klein_14.060071_420x420c0085_420x420c0076_420x420c300x300_artemoderna_baj_14.060082_420x420c0073_420x420c0080_420x420c0077_420x420c0081_420x420cExibart_600x400_NLdicembre

Il Ponte Casa  d’Aste  festeggia alla grande  l’asta di dicembre 2019 di Arte Moderna e Contemporanea  che si è conclusa con un fatturato di oltre 7 milioni di euro. Ancora una volta  dimostra d’essere all’altezza delle sue scelte, del suo nobilissimo operato e della sua managerialità operativa. Un  vero e proprio traguardo mondiale per il Ponte Casa D’Aste Italiana.   E “Un risultato eccezionale e controtendenza se paragonato alla difficoltà che il mercato sta attraversando a livello internazionale”, dichiara Freddy Battino, direttore del dipartimento, esperto fra i più  mirati che conosco da anni, e che ammiro e celebro come amico. Grande partecipazione […]

  

La grafica del Novecento nella Collezione d’Arte Contemporanea dei Musei Vaticani. I segni del sacro.

cq5dam.web.1280.128097207-kleecq5dam.web.1280.1280.jpeg33cq5dam.web.1280.1280.jpeg34cq5dam.web.1280.1280.jpeg88cq5dam.web.1280.1280cq5dam.web.1280.1280.jpeg55cq5dam.web.1280.1280.jpeg56cq5dam.web.1280.1280.jpeg771114e4771edb39b955b337130dd5aa04_L

“La grafica del Novecento nella Collezione d’Arte Contemporanea dei Musei Vaticani, ovvero i segni del sacro-le impronte del reale” è il titolo della mostra che aperta dal 10 dicembre 2019, è visitabile fino al 29 febbraio  2020  nei monumentali spazi berniniani del Braccio di Carlo Magno in Vaticano. Finalmente, con l’occasione del Natale, i Musei Vaticani  mostrano una parte della loro grande collezione di arte contemporanea, voluta dal quel grande papa intellettuale che è stato Papa Paolo VI. L’esposizione, curata dalla collega  Francesca Boschetti, specialista per la grafica della Collezione d’Arte Contemporanea dei Musei Vaticani, intende presentare per la prima […]

  

Renato Galbusera, la nuova figurazione e i traumi della storia, in quaranta disegni esposti alla Biblioteca dell’Accademia di Brera a Milano.

Banner Renato Galbusera2_0??????

L’ artista Renato Galbusera (Milano,1950) ci mette proprio tutta la faccia – così titola la sua mostra e a ben ragione- nell’esposizione in corso a Milano, aperta fino al 10 maggio 2019,  nella Biblioteca dell’Accademia di Belle Arti di Brera dove è stato titolare di una cattedra di pittura dal 2009 al 2016. E’ una mostra certamente impegnativa non solo perché vive di opere su carta, ma esse datano dal 1968 al 2018, vale a dire coprono  ben cinquant’anni di lavoro, non solo, ma  un arco di tempo qual’ è stato quello della fine degli anni Sessanta e tutti gli […]

  

Mario Sironi, dal Futurismo al Classicismo 1913-1924. Duecento opere di un protagonista dell’arte italiana del ventennio fascista esposte a Pordenone. Un evento colto e singolare.

image_large7image_large4image_large3image_large 1image_large2image_large5image_largeExposition work of art "Mario Sironi e le Illustrazioni per

La Galleria Harry Bertoia del Comune di  Pordenone ospita fino al 9 dicembre  la mostra “Mario Sironi. Dal Futurismo al Classicismo 1913-1924” a cura di Fabio Benzi e realizzata dal Comune di Pordenone e dall’ERPaC – Ente Regionale per il Patrimonio Culturale della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia con l’attiva collaborazione dell’Associazione Mario Sironi.   La mostra intende approfondire attraverso l’esposizione di duecento opere una fase cruciale dell’evoluzione stilistica di Mario Sironi (1885-1961), pittore, illustratore, grafico, scultore, decoratore, scenografo, tra le figure più originali, intense e radicali del secolo scorso. L’attenzione è dedicata a un decennio della sua intensa attività; un periodo che si rivelò fondamentale per tutta […]

  

In asta tre cartoline di Basquiat sfiorano le trecentomila euro. Esiti dell’ultima Asta Pandolfini Casa d’Aste. Solido mercato dell’arte contemporanea.

6E1649A9-CAF2-41D3-AF3B-87432EC1E67AF533DC85-5FC7-43F8-893C-192D1E30902B (1)60B3E4F3-8559-49FC-B942-0AE1AB43E6CCuntitled

Solida realtà del mercato, il dipartimento di ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA di Pandolfini con la vendita di giugno ha confermato il trend positivo che dalle ultime stagioni premia le scelte e la gestione. La notizia con cui Pandolfini ha il piacere di aprire questo resoconto è l’aggiudicazione, che non giunge inaspettata, per quasi 300.000 mila euro delle 3 belle opere Jan-Michel Basquiat che erano in catalogo. Sono le sue caratteristiche “cartoline” dei primi anni ’80 in cui tratta i personaggi e temi che gli sono propri: robot, guantoni e teschio. I tre SENZA TITOLO, che provengono da una importante collezione italiana, […]

  

La nonnina che elogia il Fascismo, e i nipoti entusiasti della nonna fascista. Ma la legge Fiano cancellerà anche l’arte e l’architettura fascista?

FIANO_EMANUELE_AGF-krDC-U70001067018017e3F-258x258@ArgomentiGerardo-Dottori-Benito-Mussolini-il-Duce-1933Enrico-Prampolini-Dinamica-dellazione.-Miti-dellazione.-Mussolini-a-cavallo-1939Adolfo_wildt_busto_di_mussolini_1924_ca__coll__priv_01Mario-Sironi-16-novembre-1922-Popolo-dItalia20110307_Roma_Palazzo_della_Civiltà_Italiana_fronte_-_lato_sxmilano-palazzo-giustizia-MARKA-kHoC--835x437@IlSole24Ore-Web1642972

Immagino ricorderete quanto è stato detto e scritto prima delle elezioni politiche del marzo 2018. Si vedevano i  fantasmi del  fascismo dappertutto, tanto che l’Onorevole Fiano spinse per una legge, approvata  dalla Camera e ancora in Commissione Senato, che mira a punire la propaganda di contenuti e immagini del regime fascista e nazifascista.  Tant’è che come Storico dell’Arte Moderna e Contemporanea mi son detto: “ma cosa succederà alle opere d’arte relative al ventennio e ai documenti storici dell’epoca?”. E agli studenti dei corsi universitari e dei licei quali opere potremmo far vedere, oppure occorre cancellare  artisti come Mario Sironi, Enrico Prampolini, […]

  

Novecento di carta. Disegni e stampe di illustri maestri italiani di chiara fama, al Castello Sforzesco di Milano.

04.Sironi_Allegoria dell_espansione urbanistica, 192113.Turcato_Composizione 1960caMartini Bacio,191575651-Morandi_Grande_natura_morta_con_lampada_a_destra_192816.Baldessari_IX Triennale, 1951

Nell’ambito del palinsesto culturale Novecento Italiano il Comune di Milano – Cultura e la Soprintendenza del Castello Sforzesco hanno  presentato i capolavori della grafica italiana del Novecento conservati nelle raccolte civiche e nelle collezioni di Intesa Sanpaolo con una mostra di disegni, incisioni e libri d’artista dei più celebri maestri del secolo scorso. Un’occasione per mostrare al pubblico internazionale del Castello una selezione di lavori provenienti da un patrimonio straordinario, unico per qualità e varietà, e normalmente non visibile per ragioni conservative. Prodotta e organizzata con la casa editrice Electa, l’esposizione è a cura di Claudio Salsi con la collaborazione del comitato […]

  

Mario Sironi e le illustrazioni per il Popolo d’Italia(1921-1940). A Lucca in mostra uno dei più grandi esponenti dell’arte italiana del ‘900.

4_520151031_181336mario-sironi6abbonamento_annuo30078725_1876814538997640_830435929591119872_nmario_sironi_manifesto_1922MARIOS4Mario-Sironi_Le-locuste-dItalia_tavola-per-Il-Popolo-dItalia_1922_china-su-carta_cm24x235imageMario-Sironi-LItalia-Grazie-Popolo-dItaliaSironi e le illustrazioni per 'Il Popolo d'Italia' 1921-1940

Il Lu.C.C.A. – Lucca Center of Contemporary Art accende i riflettori sulla mostra “Mario Sironi e le illustrazioni per ‘Il Popolo d’Italia’ 1921-1940”, a cura di Fabio Benzi,  aperta fino al 3 giugno 2018  e organizzata in collaborazione con la Galleria Russo e MVIVA. Una selezione di 100 opere scelte tra le quasi mille illustrazioni realizzate da uno dei più grandi esponenti dell’arte italiana del ‘900 per il quotidiano ufficiale del Partito Fascista. Un percorso di rilettura e riscoperta del talento artistico di Mario Sironi che mette in luce, in particolare, le sue doti di “disegnatore politico”. I suoi disegni […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2020