A Torino Artissima 2017. Un appuntamento formidabile sulle ultime tendenze dell’arte contemporanea.

unnamed-11-590x366exibartsegnala2017102183312

Ho appena finito di fare in anteprima il giro dell’intera Artissima 2017 e potrei senz’altro dare un bellissimo voto -dieci e lode-  a questo appuntamento torinese   di altissimo livello. Quest’anno siamo all’eccellenza, altro che Fiera di Bologna  o la Wopart a Lugano,  fiera quest’ultima dedicata alle opere d’arte su carta, da appena due  mesi conclusa. Progetto ambizioso e punto di partenza per un irripetibile viaggio di esplorazione e scoperta questa Artissima all’Oval di Torino, dal 3 al 5 novembre 2017,  che  offre al suo pubblico internazionale una eccezionale opportunità di innamorarsi delle ultime tendenze del mondo dell’arte contemporanea. Artissima 2017 […]

  

Documenta 14 da Kassel ad Atene. I grandi eventi dell’arte al servizio del potere.

uber-allesDaniel-Knorr-Materialization-ODEION-©-Mathias-Voelzke-1024x683documenta-14-installation-view-at-Emst-Atene-2017-6-560x420documenta-14-installation-view-at-Emst-Atene-2017-9-560x420documenta-14-installation-view-at-Emst-Atene-2017-5-560x420Andreas-Angelidakis-Unauthorized-athinaiki-techniki-polytechnio-8-©-Angelos-Giotopoulos-1024x684Mary-Zygouri-Round-Up.-Installation-view-at-Museum-Madra-Blokou-Kokkinias-©-Angelos-Giotopoulos-documenta-14_xl

Vien da pensare che  le grandi manifestazioni d’arte, dalla Biennale di Venezia a quella di Istanbul, fino a Guangzhou, servano a mettere in luce e a scoprire nuovi artisti o nuove  tracce estetiche; invece non è proprio così, perché i grandi eventi d’arte  si sono trasformati in veri e propri strumenti al servizio del potere. Strumenti, quindi,  politici anzitutto, economici  poi, e infine turistici. E’ bene sapere che per la prima volta Documenta 14  si svolge -fino al 17 settembre 2017- tra Kassel e Atene, e con un budget che  supera i 35 milioni di euro dichiarati; una sorta -a […]

  

Pubblicato il “Testamento” solenne del mercato on line, lo Hiscox Online Art Trade Report, edizione 2017.

hiscoxMarisa_Settembrini-Sguardi_4-Tecnica_mista_su_tela-cm.30x30-2007Marisa_Settembrini-Sguardi_2-Tecnica_mista_su_tela-cm.30x30-2007Loi Di Campiindex (2)

È stato  pubblicato da pochi giorni  quello che io vorrei chiamare il “Testamento” del mercato online, l’edizione 2017 del Hiscox Online Art Trade Report, che  a detta dello stesso nome, fa il punto della situazione del mercato dell’arte sul web. Ebbene, dovete sapere  che a giudizio  dell’edizione numero 5 del report le vendite sul mercato dell’arte online sono cresciute nonostante il rallentamento globale, raggiungendo un valore stimato di 3,75 miliardi di dollari nel 2016, in aumento del 15 per cento rispetto al 2015. Naturalmente questo è uno spicchio importante che rappresenta l’8,4 per cento del mercato globale dell’arte, certo in […]

  

Un capolavoro di Boldini in asta. Asta record per il ritratto di Franca Florio, già in possesso di Francesco Caltagirone.

a12bf808e4430f263f551c42c2eff492.0

Il famosissimo ritratto di Franca Florio, dipinto da Giovanni Boldini nel 1924, è stato venduto all’asta. L’acquirente, del quale non è stato reso in questa fase noto il nome, come dispone la legge fallimentare, ha presentato alla casa d’aste Bonino la migliore offerta di un milione e 133 mila euro. L’assegnazione della tela, icona della Belle Èpoque, è da considerarsi provvisoria. Entro 10 giorni potrà essere presentata un’offerta superiore del 10%. Il giudice ha altri 20 giorni di tempo per verificare la regolarità delle procedure di assegnazione dell’opera che apparteneva alla società Acqua Marcia di Francesco Bellavista Caltagirone ed è […]

  

Il report TEFAF 2017 porta vento nuovo sulle vendite d’arte a livello mondiale.

07AUCTIONPREVIEW-superJumbo

È appena uscito e pubblicato  il report annuale di TEFAF, scritto  per la prima volta da Rachel AJ Pownall, docente  alla School of Business Economics alla Maastricht University. L’utile  documento, grazie a  un mix di fonti pubbliche e private, compresi gli uffici di statistica nazionali, dati finanziari e le informazioni sulle vendite della galleria, ci  dice e ci spiega  che il mercato dell’arte globale nel 2016 ha raggiunto un valore di 45 miliardi, con una crescita dell’1,7 per cento rispetto all’anno precedente. In realtà i numeri sul report dello scorso anno erano molto diversi, ma il cambiamento che ne è […]

  

Furti di opere d’arte. La mafia investe in opere d’arte e bellezza.

van-gogh-napoli(1)

                                                  Che la mafia, la camorra, la sacra corona unita e la ‘ndrangheta, investissero  in patrimoni immobiliari, si sapeva da tempo, o anche in esercizi aperti al pubblico (bar , ristoranti, ecc.) sparsi nelle grandi città italiane; anche la dottoressa Boccassini del Tribunale di Milano ne individuò taluni  proprio a Milano in Piazza del Duomo. Da qualche tempo circola voce su più fronti che questi  malavitosi investono sulla bellezza, sul commercio di opere d’arte, sull’acquisizione di opere importantissime e già storicizzate,  come pure su artisti di chiara fama che oggi hanno un mercato fiorente. Occorre usare mille cautele nella compravendita […]

  

Tefaf 2016. The European Fine Art Fair a New York ha fatto miracoli. Mercato forza 100.

tefaf-new-york-fair-b-2266ne-25-10-16

                                                                                                        La sigla Tefaf sta per “The European Fine Art Fair”, un appuntamento importantissimo nel panorama del mercato dell’arte europeo e mondiale.  Ha chiuso i battenti della sua prima edizione oltreoceano, nella capitale mondiale della cultura a New York. Già meta annuale nella sua sede di Maastricht per l’acquisto di capolavori dei secoli precedenti, dai busti di epoca romana agli Old Masters, ora  l’istituzione di mercato TEFAF è volata a New York per far felici una […]

  

BORSINO DELL’ARTE 2016. I primi dieci artisti al top nel primo semestre 2016. Investimento sicuro, storia e bellezza.

TF10388-690x460marrocco blueindex23Balcone_con_Al-Gher_Light_©_Firenze_copiamimmo-rotella-omaggio-a-marilyn_pag.22_1luciofontanaretrospettiva_cosebelle_01Rodolfo-Aricò-visuale-della-stanzacastellani3index12974352_1294142603935148_3509453630454236146_nIMG_6617-e1474229725270pistoletto3IMG_6271-e1474229897173

Una mappatura vera e completa sull’andamento dell’arte italiana nelle aste internazionali da gennaio a giugno 2016, lascia leggere un numero ristretto di artisti italiani. Certo di taluni nomi già storicizzati, non ci sono molte opere in circolazione, ma  va anche detto che   per autori  come  Lucio Fontana, Piero Manzoni, Alighiero Boetti o Michelangelo Pistoletto non c’è stata una movimentazione di rilievo come nei mesi trascorsi. Intanto  da gennaio a giugno si sono avuti alcune performance  significative  come il nuovo record d’asta di Alberto Burri che, per la prima volta, ha superato i 10 milioni di euro (diritti esclusi) il 10 […]

  

Phillips casa d’aste parte a Londra con Warhol.

phillips-324-230Warhol-20-Maos-4-6m

La casa d’aste Phillips ha reso pubblico il catalogo dell’asta che si terrà durante Frieze a Londra la prossima settimana, ovvero il 5 ottobre. A fare da apripista la vendita di un famosissimo Andy Warhol, “20 Pink Mao”, per la prima volta in asta dopo essere stato nella collezione dell’attuale proprietario per oltre un decennio; l’opera parte da una stima di 4 milioni di sterline ma potrebbe -ne sono sicuro- superare i 6. Una cifra raggiungibile con facilità visto che in questi mesi la situazione per il mercato di Warhol è stata in piano. Il pezzo arriva a Londra con […]

  

Erich Fischl abbandona la potente galleria Mary Boone di New York dopo trent’anni. Il mercato dell’arte soffre di una bolla di isterismo.

82_033_largetumblr_lya8a3NIjG1qghk7bo1_1280073768868272fdef7b6c313c664c8713FischlMasterBedroom1983

Da un lato abbiamo una delle gallerie più potenti e famose del mondo, Mary Boone; dall’altro, Eric Fischl, uno dei più validi artisti degli ultimi decenni, Lavorano – anzi, lavoravano – insieme da trent’anni, ma qualcosa nei rapporti si evolve, e così si è annunciata la separazione, dalle pagine di “Interview”, dove Fischl è stato autore intervistato per un testo sul mercato dell’arte. Seguendo la scia di Richter e del tedesco Baselitz, anche Fischl ha riportato di non sentirsi più rappresentato da questa “bolla di isterismo”, dove gli artisti sono “grandi marchi” e i collezionisti personaggi in cerca di una […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2019