Florencia Martinez in mostra alla Gilda Contemporary Art di Milano. Un inno alla vita con opere fra tessuto e colore (H. Honey Hungry Home).

8_%20home-alveare%202017%20_ricamo%20su%20iuta%20,creta_%2080x80cm35_%20hungry-vegetal%202017%20_%20ricamo%20su%20iuta%20_%2070x40cm24_%20honey-tempo%203%20-%202017%20_%20ricamo%20su%20iuta%2090x60cm9_%20home-una%20casa%20nell'albero%202017%20_tessuto%20cucito%20_120x80cm25_%20honey-tempo2%20_2017%20_ricamo%20su%20iuta%2060x100cm7_%20home-alveare%202%202017%20_ricamo%20su%20iuta,creta,%2050x40cm3_%20home-%2035x30cm%202017%20ricamo%20su%20iuta,%20creta_

Da Gilda Contemporary Art di Milano la personale – prorogata fino al 27 gennaio del 2018- di Florencia Martinez (Buenos Aires, 1962) che ha realizzato un progetto inedito, appositamente pensato per gli spazi espositivi della galleria milanese. La mostra col patrocinio del Consolato d’Argentina, presenta una serie di opere recenti in cui il tessuto e il colore sono gli elementi che caratterizzano il lavoro dell’artista italo-argentina. È dal 2000 che Florencia Martinez ha scelto il tessuto come materia principale con cui esprimersi, trovando in esso la capacità di raccontare una storia, un vissuto privato e personale. Dopo un primo approccio […]

  

Un barcone ai milanesi. Lo squallido catorcio è un regalo del Sindaco Sala e del Governo PD. Insorge la città di Milano.

barcone10084537451-65659d85-975c-48e1-8a43-a836ef97105ebarcone relitto marina militare-2

“Che schifo, quel barcone nel mio quartiere Città Studi, non lo voglio”. Lo sento dire da migliaia di cittadini milanesi proprio di quel quartiere e non solo. Fra questi mi ci metto anch’io. E’ il barcone dei migranti,  il relitto naufragato il 18 aprile del 2015 al largo delle coste della Libia. Nella Milano capitale europea,  nelle cui piazze ci sono sculture di primissimo piano internazionale,  adesso  in una di queste vogliono piazzarci un catorcio. L’avevo già scritto tempo fa di questa idea malsana che il governo aveva in testa e così è stato, tanto che vogliono metterla in piedi […]

  

Marisa Settembrini e il giardino innevato. Venti grandi teleri dell’artista italiana in mostra al Plus Berlin di Berlino.

IMG_0206IMG_0310IMG_0106IMG_0065IMG_0080

Nella sala Hoffmann del Plus Berlin di Berlino in Warschauer Platz   è aperta al pubblico l’ultima mostra dell’artista italiana Marisa Settembrini, illustre docente al  Brera di Milano, che presenta venti grandi teleri che  lasciano leggere il suo giardino, nel Salento, completamente innevato.  E’ il “Giardino italiano”,  il suo giardino salentino, quello che lascia vedere Marisa Settembrini in un capitolo nuovo, denso, magico e dove si sentono potenti  gli echi  di Monet e delle apocalissi luminose di William Turner.  Ella dialoga con temi  e autori del passato a rappresentare una delle sue più intense riflessioni sul tempo e sulla memoria , […]

  

E’ scomparso E. Castellani uno dei più grandi artisti dell’arte italiana contemporanea. Illustre campione dello spazialismo e dell’estroflessione.

scompare-enrico-castellani-addio-maestro-arte-italiana-1castellani31512209669-7228356

All’ età di ottantasette anni, è  scomparso  Enrico Castellani, uno dei più importanti e significativi  artisti dell’arte italiana contemporanea e figura di spicco nel panorama internazionale. Tra i primi a dare il triste annuncio, Pierpaolo Calzolari, il quale ha  affidato  un messaggio alla bacheca di Facebook: “è morto Enrico Castellani. Un saluto devoto all’artista e all’uomo discreto. Ne sentiamo ora di già il vuoto”.  Illustre  protagonista, dopo Lucio Fontana e assieme ad Agostino Bonalumi, della stagione dello spazialismo. Castellani in particolare sviluppò la sua peculiare poetica delle estroflessioni; disponendo chiodi su tele monocrome creava lacerti di spazio, pianure movimentate,   riuscendo […]

  

“Eccomi!” L’annunciazione dipinta dal XVI al XX secolo. Alla Galleria San Fedele di Milano un inedito e miracoloso appuntamento.

SIRONIvoxmail prova 2 (1)voxmail prova 1 (1)

Il Museo San Fedele – Itinerari di arte e fede di Milano ospita la mostra «Eccomi». Dal turbamento alla gioia, fino al 22 dicembre,  a cura dello storico dell’arte Alessandro Rossi e di Andrea Dall’Asta SI, direttore della Galleria San Fedele. Una serie di dipinti dal XVI al XX secolo raffiguranti l’Annunciazione sono l’occasione per riflettere su una delle più suggestive e poetiche iconografie dell’arte cristiana. Fra le opere in mostra si segnalano una rara tavola di Giovan Mauro della Rovere detto il Fiammenghino, due preziosi rami realizzati da Carlo Maratta e Giovanni Stanchi detto Dei Fiori e una piccola e […]

  

“L’arte è libertà”. Enrico Baj in mostra alla Fondazione Marconi di Milano.

7rc6lcwk1fe03060201

A conclusione del programma espositivo 2017 la Fondazione Marconi presenta una mostra dedicata a Enrico Baj, figura di primo piano nel panorama artistico contemporaneo, ed aperta fino al 27 gennaio 2018. Erede dello spirito surreal-dadaista e sperimentatore di inedite tecniche e soluzioni stilistiche, Enrico Baj promuove nel 1951, assieme a Sergio Dangelo, il Movimento Nucleare. Nel 1953 conosce Asger Jorn con il quale fonda il Movimento Internazionale per un Bauhaus Immaginista, schierandosi contro la forzata razionalizzazione e geometrizzazione dell’arte. A partire dagli anni Cinquanta è presente sulla scena internazionale e, in particolare, espone regolarmente a Parigi. Fa il suo debutto […]

  

Bill Viola alla Cripta del Santo Sepolcro a Milano. L’artista americano legge la realtà, il sacro e la bellezza della vita.

01 - Bill Viola02 - Bill Viola03 - Bill Viola

In uno dei luoghi più suggestivi della città, tre video-installazioni del grande artista Viola  trattano  i grandi temi della vita, come la nascita, la morte, la coscienza umana. Ora  la Cripta del Santo Sepolcro a Milano, e fino al 28 gennaio,  è teatro di un appuntamento artistico di profonda suggestione. Gli ambienti di un luogo tra i più ricchi di spiritualità della città di Milano si  sono aperti  alle opere di Bill Viola (New York, 1951), uno dei più importanti e riconosciuti esponenti dell’arte contemporanea mondiale. La mostra, dal titolo “Bill Viola alla Cripta del Santo Sepolcro”, organizzata da MilanoCard […]

  

L’arte di Mounir Fatmi mostra il dialogo fra religione, scienza e le ambivalenze del linguaggio. A Milano le sue installazioni raccontano il potere ingannevole di certa cultura.

mounir01 - mounir fatmi01b - mounir fatmi03 - mounir fatmi02 - mounir fatmi04 - mounir fatmi

La galleria Officine dell’Immagine di Milano ha inaugurato  la nuova sede di via Carlo Vittadini 11, ospitando la più ampia personale mai realizzata in Italia di Mounir Fatmi (Tangeri, Marocco, 1970), ed aperta fino al 7 gennaio. Molto noto a livello internazionale, Mounir Fatmi è tra i protagonisti dell’attuale Biennale di Venezia con una doppia partecipazione al Padiglione Tunisino, all’interno della mostra “The Absence of Paths”, e al NSK State Pavilion. Chiamato a esporre in prestigiosi musei come il Centre Georges Pompidou, il Brooklyn Museum, il Victoria & Albert Museum, il Mori Art Museum di Tokyo, o il MAXXI di […]

  

L’inglese Lesley Foxcroft a Milano in mostra alla galleria A arte Invernizzi con il suo minimalismo che ridisegna lo spazio. Una lezione esemplare.

15_Lesley Foxcroft_A arte Invernizzi_201717_Lesley Foxcroft_A arte Invernizzi_2017b56226a8e772c5d1effb564dd57627337a1e3a8d05_Lesley Foxcroft_A arte Invernizzi_201710_Lesley Foxcroft_A arte Invernizzi_2017(1)7847914_Lesley Foxcroft_A arte Invernizzi_2017

La galleria A arte Invernizzi di Milano ha inaugurato  una mostra personale di Lesley Foxcroft, artista inglese  di significativo linguaggio e spessore, e in galleria si trovano esposte opere realizzate appositamente per gli spazi che le accolgono, 6 opere di piccole dimensioni al piano superiore, e 9 grandi lavori al piano inferiore.  L’artista opera tra  minimalismo e costruttivismo, intercetta e ridisegna lo spazio, inchioda elementi geometrici, li itera, li assembla, li  segmenta, li modula. Nella prima sala del piano superiore si trovano lavori in gomma industriale, quali Folds e Knotted, materiale relativamente nuovo per l’artista inglese, che tuttavia lavora da […]

  

Il comunista Sergio Staino all’Avvenire. L’illustratore ateo entra nel giornale dei Vescovi con la benedizione di Papa Francesco.

1506927950679.jpg--questa_roba_qua__sul_giornale_dei_vescovi__chiude_l_unita__l_ateo_comunista_si_e_convertito___guarda_17-01

 Segno dei tempi, anzi  segno dello Spirito Santo che si esprime in mille lingue. C’è sicuramente lo zampino di Papa Francesco  nell’arrivo di Sergio Staino, comunista doc, al quotidiano  Avvenire, il giornale dei Vescovi italiani . Non l’avrei mai immaginato. Come se le vignette sull’Unità fossero state pensate e messe in atto da Guareschi, cosa mai  accaduta.  In questi giorni Avvenire, il quotidiano della Cei, ha un nuovo collaboratore: il vignettista Sergio Staino. È stato per quarant’anni vignettista per l’Unità, l’Espresso e molte altre testate e programmi televisivi, poi  anche direttore dell’Unità. Ed è perfino presidente onorario della Uaar, Unione […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2018