Miguel Ángel Blanco e la biblioteca del bosco in una mostra alla Real Academia de Espana a Roma.

miguel-angel-blanco-lapis-specularis-la-luce-sotto-terra_03miguel-angel-blanco-lapis-specularis-la-luce-sotto-terra_02miguel-angel-blanco-lapis-specularis-la-luce-sotto-terra_01

Il lapis specularis, gesso cristallino di grande trasparenza che può sfaldarsi in sottili fogli di ampia superficie, ha portato una grande rivoluzione nella vita quotidiana dei Romani. Il suo utilizzo permetteva, sia in abitazioni private che in edifici pubblici, di chiudere con pannelli mobili finestre e stanze, così come consentiva di mantenere costante la temperatura all’interno delle terme. Aveva anche una funzione nella vita simbolica, come elemento suntuario o magico. Miguel Ángel Blanco, per la prima volta, si è servito di questo gesso selenitico come materiale creativo con un duplice obiettivo: esplorare le sue qualità plastiche, poetiche e meravigliose e […]

  

Ugo La Pietra in due mostre all’Accademia Carrara e alla Gamec di Bergamo, fa vivere il suo lavoro fra spazio e funzione.

UgoLaPietra_phAureliaRaffo_2014_AccademiaCarrara_GAMeC-590x543c77ea0d0-2c85-40d0-9e66-43abbea42c6e-640x34095373-UgoLaPietra_LibriAperti_erbario_installazione_20042008_AccademiaCarrara_GAMeC5564953c-3832-4d59-b9d7-9758d506099c-758x1024

L’Accademia Carrara e la GAMeC Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo  presentano Ugo La Pietra, tra antico e contemporaneo. Disegni, ceramiche, installazioni accostate ai capolavori di Accademia Carrara oltre a una rassegna di film ospitati in GAMeC con due progetti speciali. Le due mostre sono aperte fino al 6 gennaio 2020. Fin dagli anni Sessanta Ugo La Pietra ha sviluppato la sua attività artistica, facendo riferimento al rapporto individuo-ambiente e realizzando nel tempo un metodo definito “arte nel e per il sociale”. L’opportunità di poter operare, all’interno di alcune sale dell’Accademia Carrara e nella sala proiezioni di GAMeC, vede La Pietra impegnato in una duplice operazione culturale e comunicativa. In […]

  

I blu di Elia Festa, prezioso inno alla natura, in mostra all’Acquario Civico di Milano.

94427-unnamedMARE-SOTTO-9elia-festa-blau-620x298acquariioasd_2018_2_okokok_3ner-neu-ner_base_80bassa_Schermata-2019-06-30-alle-13.43.40

L’elegante edificio liberty di inizio Novecento che ospita l’Acquario Civico di Milano, accoglie – fino a domenica 3 novembre – tra le sue pareti e le sue vasche la mostra “BLAU” dell’artista Elia Festa  promossa dal Comune di Milano – Cultura dall’Acquario – Civica Stazione Idrobiologica di Milano.Non  mi ha sorpreso la mostra di Elia Festa,  visto che conosco l’artista fin dai primi anni Ottanta, ho frequentato il suo studio e ne  ho sempre apprezzato il talento che ha versato in mille scatti e opere di vivace storicità e poeticità. Conosciuto e apprezzato come fotografo già alla fine degli anni […]

  

Renato Mambor esponente tra i più importanti del ‘900 avanguardista italiano e della Scuola Romana di Piazza del Popolo , in mostra da Tornabuoni Arte a Firenze.

95351-Renato-Mambor-I-protettori-2007-acrilico-su-tela-su-tavola-cm-100x150_Renato-Mambor-Riflettore-avorio-1992-tecnica-mista-su-cartone-cm-72x97-copia.Renato-Mambor-Asciugacapelli-1966-tecnica-mista-su-cartoncino-cm-72x102.Renato-Mambor-Airone-ferito-1966-acrilico-su-tela-cm-70x100.Renato-Mambor-Battesimo-nel-colore-blu-2005-tecnica-mista-su-tela-tamburata-cm-120x170.Renato-Mambor-Uomo-geografico-_-fondo-grigio-2012-tecnica-mista-su-tela-cm-100x120.Renato-Mambor-Folla-1963-tecnica-mista-su-carta-cm-70x100.

Tornabuoni Arte, nella sua sede di Firenze, ospita  un’ampia selezione dedicata a Renato Mambor,  in collaborazione con l’archivio Mambor. La mostra, corredata da un approfondito catalogo, ripercorre il lavoro poliedrico dell’artista, tra i più originali della scena europea dell’arte durante la seconda metà del XX secolo. Mambor è stato uno dei primi a sconfinare dalla pittura verso altri linguaggi: fotografia, cinema, performance, installazioni e teatro, per tornare comunque sempre alla pittura. Continuando a lavorare sul linguaggio e sugli elementi costitutivi dell’arte, ha avviato una sperimentazione sul rapporto tra organismo e ambiente, tra arte e vita, sul cambiamento dello sguardo e […]

  

Bacon, Freud e la Scuola di Londra. Singolare e straordinaria mostra al Chiostro del Bramamte a Roma con opere della Tate.

99aa9e15-7f72-4016-9adc-686cbae3299694903-Freud_Girl-with-a-White-Dogfrancis-bacon-study-for-a-portrait-bacon-freud-la-scuola-di-londra-72dpi-320x32094731-Andrews_A-Man-Who-Suddenly-Fell-OverFreud_-Boy-Smoking_BACONFREUD-E-LA-SCUOLA-DI-LONDRA-7dpi-320x32094901-Bacon_Study-for-Portrait-on-Folding-Bed

Due giganti della pittura, Francis Bacon e Lucian Freud per la prima volta insieme in una mostra in Italia. Uno dei più affascinanti, ampi e significativi capitoli dell’arte contemporanea mondiale con la Scuola di Londra. Una città straordinaria in un periodo rivoluzionario. Bacon, Freud, l’arte britannica in oltre sette decenni, lo spirito di una città in mostra al Chiostro del Bramante  di Roma aperta  fino al 23  febbraio 2020, a cura di Elena Crippa, Curator of Modern and Contemporary British Art, Tate e organizzata in collaborazione con Tate, Londra. Insieme a Francis Bacon e Lucien Freud, Michael Andrews, Frank Auerbach, Leon […]

  

Il Futurismo, trent’anni di questo straordinario e vulcanico movimento italiano in mostra a Palazzo Blu a Pisa.

palazzo-blu2futurismo-pisa-01futurismo-pisa-02futurismo-pisa-08futurismo-pisa-06futurismo-pisa-14B0004P 0177futurismo-pisa-05futurismo-pisa-13futurismo-pisa-10futurismo-pisa-07

Il 20 febbraio 1909 usciva con un clamore internazionale su “Le Figaro”, a Parigi, il Manifesto di fondazione del futurismo, stilato da F.T Marinetti, poeta, letterato e geniale comunicatore. Con quello scritto programmatico Marinetti inaugurava una modalità di comunicazione dirompente e inedita per la cultura, utilizzata sino ad allora solo nella propaganda politica o nella nascente pubblicità, perché, come scrisse, “gli articoli, le poesie e le polemiche non bastano più. Bisogna assolutamente cambiare metodo, scendere in strada, prendere d’assalto i teatri e introdurre il pugno nella lotta artistica”. Strumento di comunicazione “rumoroso” e popolare, il manifesto, diffuso con volantini stampati talora in […]

  

Le signore di Lady Tarin in mostra a Milano da STILL Fotografia. Sguardi ed eros negli scatti della fotografa italiana.

94525-lady_tarin_7lady_tarin_6lady_tarin_9lady_tarin_2lady_tarin_3

opo cinque anni d’intensa attività all’interno dello show-room di via Balilla, STILL si trasferisce nella sua nuova sede in via Zamenhof 11 a Milano. Lo spazio, appena rinnovato, presenterà diverse aree polifunzionali dedicate all’attività didattica, alle mostre e a eventi. A inaugurare il nuovo spazio sarà Ladies, la personale di Lady Tarin, in programma dall’11 ottobre al 10 novembre 2019. L’esposizione, curata da Denis Curti,  propone 25 scatti, tra cui molti inediti, provenienti dai nuovi progetti ‘Untitled (The Fight)’ e ‘Girls Love Bar Basso’. “Ladies è il titolo della mia mostra – afferma l’autrice -, dove attraverso le mie immagini voglio esorcizzare la sensazione della […]

  

Giuseppe Uncini, artista delle ombre, alla Fondazione Marconi di Milano in una spettacolare rassegna che lo celebra come un grande del Novecento.

MgvqFuRkyal_VdnqhVNIZAzPCDJdKTRgocHgRIXgJsewq8AAXKDlQUUgrSBq8ciw

Fondazione Marconi presenta la mostra “Giuseppe Uncini. La conquista dell’ombra” dedicata al lavoro dell’artista marchigiano tra il 1968 e il 1977, ed aperta fino al 21 dicembre 2019.  Questo progetto espositivo in collaborazione con l’Archivio Uncini, a distanza di quattro anni dalla mostra del 2015 incentrata sul disegno, mira oggi a documentare l’evoluzione della lunga e approfondita indagine dell’artista sul tema delle ombre.  Punto di partenza è la mostra, intitolata appunto “Ombre”, che ha luogo nel 1976 allo Studio Marconi e per la quale l’artista realizza Grande parete Studio Marconi MT 6, espressamente progettata per la galleria milanese. Quest’opera rientra […]

  

Gli scarabocchi di Romain Blanck in mostra allo Studio Grafico Multiplo di Padova. Dai foglietti di prova alle grandi gallerie. Gli scarabocchi in cartoleria diventano arte.

P3ukaKbgTbuB48wgkXLKWjpQY4sPaYxg

                                                                                                                                                  Con “Feuilles, Tests, Feuilles, Toiles” l’artista francese Romain Blanck rielabora un immenso database costituito negli anni con i foglietti e le pagine di quaderno, strappati in cartolerie e negozi di belle arti di tutto il mondo, in cui le persone hanno testato penne, pennarelli, evidenziatori.  Dallo scarabocchio tracciato su un foglietto, per testare se la penna che stiamo per acquistare scrive regolarmente, all’opera d’arte che mette a sistema migliaia di questi “fogli di test” e li rielabora, restituendo loro un senso e un significato nuovo. Multiplo, studio grafico padovano, porta in città la ricerca artistica di Romain Blanck con […]

  

Berlino 1989. La storia in istantanea.Le fotografie di Mario Laporta in mostra a Saluzzo documentano la caduta del muro nel trentesimo anniversario.

size1_008size1_011size1_036bwsize1_009size1_014size1_003size1_015size1_034bw

Mostra ideata e organizzata dall’Istituto Garuzzo per le Arti Visive, Fotografie di Mario Laporta a cura di Mario Francesco Simeone in collaborazione con la Città di Saluzzo, Ex Fabbrica Bertoni, via Griselda 14, Saluzzo (CN) A trent’anni da quel 9 novembre 1989, le fotografie di Mario Laporta e gli istanti in esse racchiusi entrano in dialogo con il contesto postindustriale e fortemente caratterizzato della Ex Fabbrica Bertoni di Saluzzo, in occasione di Berlino, 1989, e visitabile fino al 1 dicembre 2019. La storia in istantanea, mostra ideata e realizzata dell’Istituto Garuzzo per le Arti Visive. Proponendo una inedita presenza installativa, […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2019