Giorgio De Chirico e la Neometafisica. A Palazzo Campana di Osimo la mostra del Pictor Optimus.

de-Chirico-Piazza-dItalia-279655-Sole_sul_cavalletto_1973_olio_su_tela_64_5x8172pagina_Inv.-33paginaInv.-81

Fino  al 4 novembre 2018, a Palazzo Campana, Osimo(Marche), si tiene  la mostra “Giorgio de Chirico e la Neometafisica” a cura di Vittorio Sgarbi con la collaborazione di Maria Letizia Rocco. L’esposizione, è stata realizzata grazie alla concessione del generoso prestito di un selezionato nucleo di opere della Fondazione Giorgio e Isa de Chirico,  organizzata dal Comune di Osimo con la partecipazione dell’Istituto Campana, della Fondazione Don Carlo Grillantini e dell’Associazione culturale “Metamorfosi”. Sono esposte nelle spaziose sale di Palazzo Campana più di 60 opere, tra dipinti, disegni, sculture e grafiche provenienti dalla collezione della Fondazione Giorgio e Isa de […]

  

Le stanze segrete di Sgarbi in mostra a Osimo. La collezione del critico, esempio unico di bellezza, di storia, di raffinatezza, di vera cultura.

13335653_1649135868742002_418742229506697786_n13335802_1646803388975250_6209944145457404886_n13521868_1662405887415000_1568986280018596581_n13237592_1637351413253781_7328094273640453801_n13659134_1670846126570976_4786221476126520231_n13537790_1662981580690764_7407980291799237945_n13775889_1676049496050639_5757579657640336943_n13934893_1684039901918265_8744433576246858406_nsafe_image

In un antico casale, calato come una sorta di paradiso terrestre nella Pianura Padana, si è negli anni portata a compimento una collezione   di eccezionale valore. E’ da questo capitale di bellezza ed economico che nasce la mostra che ha per titolo le “stanze segrete” di Vittorio Sgarbi, evento unico, mirabile, preziosissimo, partita proprio da qui, dai  27 ambienti dove il collega critico Sgarbi conserva la sua immensa e bellissima collezione d’arte: oltre 4 mila opere, una raccolta mai mostrata al pubblico italiano e nota soltanto agli estimatori d’arte suoi amici di casa. Ora immaginate un po’ cosa sono i […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2019