La stanza di Filippo de Pisis. Luigi Vittorio Fossati Bellani e la sua collezione in mostra a Villa Necchi Campiglio a Milano. Un omaggio a un grande collezionista italiano.

89283-Pisis72ce8822c96920d128c9fa8e45ee3e11_LAlberto_Savino_Vedova_allegra.Penelope_1940-14309-800-600-80

                                                                                                                                                                         Il FAI – Fondo Ambiente Italiano presenta a Villa Necchi Campiglio  a Milano la mostra “La stanza di Filippo de Pisis. Luigi Vittorio Fossati Bellani e la sua collezione”, aperta fino  al 15 settembre 2019. Roma, 1944: una stanza colma di arredi e oggetti preziosi, con quadri alle pareti, quasi tutti di un unico pittore: la stanza di Filippo de Pisis. La collezione è l’effetto di un sodalizio virtuoso tra pittori che dipingono e scrivono, letterati appassionati di immagini e musica, cultori delle arti e bibliofili: Luigi Vittorio Fossati Bellani ne è l’animatore. La mostra riunisce per la prima volta la collezione di opere, alcune mai […]

  

“Al primo sguardo”. Duecento opere della Fondazione Cariparo in mostra a Rovigo. Inediti capolavori dell’Otto e del Novecento.

4a4d2fa5b6681edfeb8840717530f0a2457b3e5863cff51d204dac1fa545eb89797e5ffdbdb638bb46ce7407f2e198ead11d1eaa61421a385d31bfbd171396dc78fbf93c152ec1befefc97c387025c2

Il titolo della mostra, “Al primo sguardo”, è sintomatico. Preziose, preziosissime le Collezioni d’arte della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, ricche di più di mille pezzi, che vengono per la prima volta mostrate  al pubblico a Rovigo.  Per ospitare le circa duecento opere che rappresentano il meglio  della imponente raccolta di pittura e scultura sono state scelte due diverse sedi, tra loro vicinissime, ossia  Palazzo Roverella e Palazzo Roncale.  La prima è la sede della Pinacoteca dei Concordi e di tutte le grandi esposizione d’arte rodigine; il secondo, Palazzo Roncale, sorge dirimpetto al Roverella ed è un […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2019